eventi

fiera degli Oh Bej Oh Bej

fiera di sant'Ambrogio

Come da tradizione, anche quest’anno il mercatino natalizio tipico meneghino (fiera degli Oh Bej Oh Bej), torna dal 6 all’8 Dicembre 2015 al Castello Sforzesco di Milano, questa location si trasformerà per 3 giorni in una piazza vivace dove si potranno acquistare oggetti tradizionali di vario genere per i primi regali di natale, in più si potranno degustare dolciumi e prodotti tipici milanesi, il tutto rende questo un evento unico nato per festeggiare il patrono di  Milano (Sant’Ambrogio).

La prima fiera degli Oh Bej Oh Bej fu organizzata in piazza mercanti, nel 1886 si trasferì poi nella zona della basilica di Sant’Ambrogio fino al 2006, quando la sua nuova cornice diventò quella attuale: il Castello Sforzesco.

Annunci
ricette

Cornetti farciti ai pisellini

semi di sesamo

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia pronta fresca da 230 g; 150 g di piselli freschi sgranati; 1/2 cipolla rossa di Tropea IGP; 2 tuorli; semi di sesamo bianchi e neri; olio extravergine di oliva; sale e pepe.

Preparazione:

Lessate i piselli per 5-6 minuti in acqua bollente salata, poi scolateli conservando un po’ dell’acqua di cottura. Tenete da parte 2 cucchiai di piselli e frullate il resto con 1-2 cucchiai di acqua, fino a ottenere un composto cremoso. Regolate di sale e pepe. Affettate sottilmente la cipolla e fatela appassire in padella con 2 cucchiai d’olio, 2-3 di acqua dei piselli, sale e pepe a fiamma bassa per 15 minuti, finché sarà tenera, unendo altra acqua se necessario. Stendete la pasta sfoglia sul piano di lavoro, dividetela a metà, ricavate 8 triangoli di circa 7 cm di base e bucherellateli con una forchetta. Spennellate il perimetro dei triangoli con i tuorli sbattuti con 2 cucchiai d’acqua e spalmate al centro 1 cucchiaino di crema di piselli. Aggiungete qualche pisello intero e alcune fettine di cipolla. Arrotolate i triangoli partendo dalla base, schiacciate le punte laterali e curvatele a mezzaluna. Spennellate i cornetti con il tuorlo rimasto e spolverizzate con i semi di sesamo. Disponeteli sulla placca, foderata con carta da forno bagnata e strizzata, e cuocete in forno già caldo a 180°C per circa 15 minuti.

 

ricette

Sushi

salmone

Per la base di riso:

700 g di riso per sushi; 6 cucchiai di aceto di riso; 1 cucchiaio di zucchero; 1 cucchiaino di sale; semi di sesamo bianchi e neri a piacere.

Per i maki:

1 foglio di alga nori; 150 g di pesce freschissimo adatto per sushi ( tonno, salmone, calamaro, gamberi, scampi, mazzancolle, branzino, polpo cotto); 1 cetriolo; salsa di soia; uova di lombo nere o rosse o di salmone.

Per i nigiri:

200 g di pesce freschissimo adatto per sushi; wasabi.

Preparazione:

Per la base di riso, sciacquatelo bene e mettetelo in una pentola con 1 l abbondante di acqua. Coprite, portate lentamente a bollore e cuocete 10 minuti senza mai aprire. Mescolate, rimettete il coperchio e fate riposare per una decina di minuti, finché si sarà asciugato. Intanto, scaldate in un pentolino l’aceto di riso, lo zucchero e il sale, mescolando finché si saranno sciolti; lasciate raffreddare. Per creare i maki, stendete il foglio di alga nori sull’apposito tappetino, distribuitevi sopra il riso a uno spessore di circa 1 cm. Lasciate uno spazio di circa 5 cm in alto e disponete sul riso le listarelle di pesce fresco e di cetriolo. Iniziate ad arrotolare, aiutandovi con il tappetino e premendo contemporaneamente. Una volta pronto il rotolino, tagliatelo a cilindretti di circa 4 cm di lunghezza e servite con salsa di soia. In alternativa, realizzate i bocconcini di sushi senza alga nori, passandoli nei semi di sesamo bianchi e neri. Decorate con uova di lombo nere o rosse o di salmone. Per i nigiri, prelevate con le mani bagnate in acqua e aceto 1 porzione di riso (1 cucchiaio colmo); premete delicatamente per compattare e date una forma lunga 5 cm e larga 2-3 cm. Disponete sui bocconcini di riso le fettine di pesce crudo pulito e tagliato sottilmente della grandezza delle polpettine. Se usate i gamberi, apriteli dalla parte della pancia, creando un filetto. A piacere, mettete una punta di wasabi sul riso.