inghilterra
viaggi

giardini da vedere nel mondo (parte 2)

inghilterra

Seconda e ultima parte dei giardini da vedere.

Giardino di Vita Sackville-West

Conosciuto più comunemente come il Giardino del Castello di Sissinghust, nel Kent, in Inghilterra. Questo giardino racconta una storia: i 2 coniugi crearono delle “stanze”, ciascuna diversa, caratterizzata da un colore o da un tema, delimitate da siepi sempreverdi. Harold pianificava e progettava gli spazi, la moglie parallelamente, decideva le specie vegetali da impiantare. Sicuramente il “White Garden” è la stanza più famosa: Vita, con una scelta sapiente delle piante, ha ideato questo spazio giocando sulle sfumature del colore bianco, con rose, gladioli, iris bianchi, dalie e anemoni giapponesi.

Tsutsujigaoka park

Le più rappresentative sono le azalee, i rododendri e le camelie. Questo parco è uno dei più famosi al mondo per la sua collezione unica di rododendri, azalee e per i ciliegi giapponesi, ossia i ciliegi coltivati non per i frutti ma per le abbondantissime fioriture primaverili. Le azalee in questo immenso parco, con i loro cromatismi accesi, dalle tonalità che virano dal bianco al rubino, al viola e al fucsia, delimitano percorsi e sentieri sinuosi, formando delle vere e proprie nuvole.

Giardini Majorelle

Progettati e realizzati dal pittore francese Jacques Majorelle nella prima metà del ‘900 a Marrakech con l’idea di creare una collezione botanica. Da amante della botanica, l’artista eclettico realizzò, davanti alla sua villa di stile moresco, il suo giardino botanico ispirato, sia ai giardini tradizionali marocchini, sia agli impressionisti. Il connubio di questi 2 stili differenti, hanno portato alla creazione di una vera opera d’arte vivente in movimento, con piante acquatiche ed esotiche, palme, aloe, cactus, si alternano a pergolati, fontane, giochi d’acqua, laghetti, e a vasi in ceramica del colore “Blu Majorelle”. Dopo un periodo di abbandono, i giardini vennero poi acquistati da Yves Saint Laurent e Pierre Bergé.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.