fortezza
viaggi

cosa vedere a San Leo

fortezza

San Leo si trova nella Valle del Marecchia, ed è la capitale del Montefeltro. Ecco cosa vedere:

LA FORTEZZA

Il possente apparato difensivo della fortezza di San Leo, sembra essere un prolungamento del masso che lo sostiene: è difficile distinguere fra l’opera della natura e quella dell’uomo, capace di potenziare i vantaggi del sito. Oggi al suo interno sono visibili mostre di armi e armature, sulla vita militare del medioevo, sull’alchimista Cagliostro oltre alle celle che rinchiusero famosi reclusi e le oscure fortificazioni.

LA PIEVE

È dedicata a Santa Maria Assunta ed è il più antico monumento religioso del Montefeltro. presenta una pianta basilicale a 3 navate con cripta e presbiterio rialzato su cui si innalza il pregevole ciborio con un’iscrizione incisa. Come il vicino Duomo, la Pieve non ha ingresso in facciata per il terreno scosceso su cui si innalza, ma ai due lati. Il suo aspetto attuale è dovuto ad una ricostruzione dell’XI secolo. Nel vicino Museo d’Arte Sacra sono conservati alcuni frammenti lapidei del pluteo di recinzione del presbiterio del IX sec.

LA CATTEDRALE

L’attuale edificio, è il frutto di maestranze romanico-lombardo che si innalza sui resti di una più antica fondazione religiosa, il Duomo altomedievale. la Cattedrale è dedicata al Santo Patrono Leone. Mirabile esempio di stile Romanico presenta all’interno un ricco apparato decorativo scultoreo con simboli del Cristianesimo primitivo. Ha pianta a croce latina, con 3 navate e transetto, cripta e ampio presbiterio rialzato. In origine questo edificio non era isolato ma contiguo al palazzo vescovile che comunicava direttamente con la torre campanaria e la cosiddetta “Cittadella Vescovile”. Anche per questo monumento numerose sono le testimonianze artistiche conservate nel vicino Museo d’Arte Sacra ma su tutte merita ricordare il raro frammento di croce dipinta che restituisce il volto del Cristo. Si tratterrebbe della croce appartenuta a Montefeltrano. La Cattedrale non è solo uno scrigno per i numerosi gioielli che custodisce ma è anche un raro esempio di ottima acustica, già apprezzato da numerosi artisti che vi hanno diretto ed suonato come Uto Ughi, Salvatore Accardo ed Ennio Morricone.

Continue reading “cosa vedere a San Leo”

Annunci