sicilia
viaggi

cosa vedere a marsala (sicilia)

sicilia

Marsala è un’elegante città con un piccolo centro attorno al quale si sviluppano oltre 100 contrade, nuclei abitati che la rendono popolosa e produttiva, grazie alle attività vinicole, vivaistiche e industriali. Il cuore è Piazza della Repubblica, dove si trova la Chiesa Madre, dedicata a San Tommaso di Canterbury. Nel lato orientale c’è Palazzo VII Aprile, oggi sede del Comune. Da questo luogo si snodano le due vie principali: via XI Maggio, che termina a nord-ovest con Porta Nuova; e via Garibaldi che da Porticella va dritta verso il mare, fino a Porta Garibaldi. A sinistra si apre invece una piccola piazza arricchita dall’elegante facciata del Santuario dell’Addolorata. Da visitare il Complesso Monumentale San Pietro, sede della biblioteca e del museo garibaldino; il Museo degli Arazzi, che espone 8 arazzi del’500 in lana e seta lavorati a mano e il Convento del Carmine, che ospita la pinacoteca comunale. Passeggiando per le vie del centro ci si potrebbe imbattere in uno dei siti archeologici più affascinanti: l’area di San Girolamo, tra la Chiesa del Purgatorio e un monastero oggi adibito a scuola. Molti reperti in ceramica rinvenuti nel sito si trovano nel museo archeologico Baglio Anselmi, sul lungomare, che contiene inoltre al suo interno il relitto di una nave punica e una cospicua raccolta di ceramiche, arredi funerari, gioielli, elementi architettonici ed oggetti di vario tipo. Accanto al museo, c’è il Parco Archeologico, dove si possono ammirare la famosa insula romana, un grande edificio con ambienti spaziosi con pavimenti a mosaico, e l’imponente decumano maximus, che rappresenta il reinvenimento più eccezionale della città antica. L’ipogeo dipinto di Crispia Salvia si trova in via d’Azeglio e al suo interno si possono ammirare diversi dipinti e decorazioni che costituiscono, un esempio eccezionale nell’ambito dell’arte funeraria romana in Sicilia. A due passi dal centro c’è un’incantevole costa, con una zona balneare, dove si alternano piagge libere e lidi attrezzati e, dalla parte opposta, in direzione Trapani, la Riserva Naturale dello Stagnone, oggi meta di appassionati di vela, kite e windsurf, dove poter ammirare tramonti spettacolari sulle saline e i mulini a vento o dove poter visitare le piccole isole della laguna, fra cui la principale, Mothia, uno straordinario muse archeologico a cielo aperto, dove natura e storia si incontrano.

Annunci