sicilia
viaggi

cosa vedere a racalmuto

sicilia

Racalmuto è un paese siciliano pieno di cose da scoprire:

CASTELLO CHIARAMONTANO

Il castello domina il paese; con la sua forma di pentagono irregolare, si articola su 3 piani. Il lato meridionale del maniero è caratterizzato dalla presenza di due massicce torri cilindriche. È spesso sede di mostre e iniziative culturali. Un altro esempio di fortilizio chiaramontano si trova a 5 km dal paese sulla sommità di un picco alto 720 m: il castelluccio. Si può accedere alla torre di vedetta da cui si domina una eccezionale veduta che può arrivare fino all’etna.

FONDAZIONE SCIASCIA

Ad attirare i visitatori è la grande pinacoteca che raccoglie più di 200 ritratti di scrittori, realizzati con tecniche differenti e in epoche diverse, quasi tutti donati da Leonardo Sciascia.

SANTUARIO MARIA SS. DEL MONTE

Costituisce la statua gigantesca della Vergine. Il santuario sorge sul più antico borgo del paese ed è stato costruito nel 1738. Sontuosa l’architettura religiosa, con grande riferimento all’altare ligneo centrale dove c’è la statua del Gagini. la lunga scalinata ed il campanile conferiscono al complesso grandosità e bellezza. All’interno è conservata una tela di Pietro D’Asaro.

TEATRO REGINA MARGHERITA

Ha due ordini di palchi, un loggione a ferro di cavallo, golfo mistico per l’orchestra e un ampio palcoscenico.

CHIESA MADRE – MARIA SS. ANNUNZIATA 

Ha 3 navate che vennero abbellite nel corso dei decenni e che ora presentano un barocco settecentesco. Nella volta, infatti, è riprodotto in bassorilievo l’immagine di Dio che incorona la Madonna, Madre della Chiesa. Tra gli altari lignei conservati, di estrema importanza quello dedicato a Santa Rosalia, la patrona di Racalmuto.

FONTANA DI LI NOVI CANNOLA

Chiamata così perché ha 9 getti d’acqua, ha pianta rettangolare con annesso abbeveratoio per gli animali e lavatoio circolare sui cui bordi si possono ancora ammirare le rocce scavate dall’incessante battere dei panni delle donne. Sulla facciata c’è una finestra cieca con rifinita ed in alto sulla cornice di chiusura sono allocati alle due estremità altrettanti vasi floreali in pietra. È un’opera architettonica di particolare importanza, un’opera pubblica che tutt’ora si ammira.

 

Annunci