toscana
viaggi

borghi da vedere in toscana (parte 2)

toscana

Eccovi altri stupendi borghi da vedere in Toscana.

CETONA

Immersa nel verde di ulivi e cipressi, alle pendici del monte omonimo, nella bassa val di Chiana. La boscosità e la ricchezza d’argilla vi favorirono precoci insediamenti umani: li documentano il Museo civico per la Preistoria del monte Cetona, dove sono documentate le fasi del popolamento del territorio dal paleolitico all’età del Bronzo. Il percorso museale si estende all’aperto, nel Parco archeologico-naturalistico di Belvedere che comprende una stazione preistorica originata dalla singolare morfologia del luogo con cavità, cunicoli e intersizi. Nel centro storico di notevole importanza sono gli edifici religiosi per le opere che custodiscono al loro interno.

DA NON PERDERE

La collegiata della SS.Trinità al cui interno si possono ammirare affreschi del 400, uno dei quali (l’Assunzione della Vergine) attribuito al Pinturicchio.

COLLODI

Il paese di Pinocchio. Le principali attrazioni dono 3: l’antico borgo, lo storico Giardino Garzoni e il Parco Monumentakle di Pinocchio. L’antico borgo, detto Collodi Castello, sembra una vera e propria cascata di piccole case che scendono lungo il pendio di un colle scosceso, fino a fermarsi dietro l’imponente Villa Garzoni con il suo storico giardino barocco, al cui interno c’è la Collodi Butterfly House. Il Parco di Pinocchio è insieme un museo all’aperto e un luogo di relax per visitatori di ogni età.

DA NON PERDERE

Lo storico giardino di Villa Garzoni, strutturato in verticale e arricchito con statue e giochi d’acqua. La Collodi Butterfly House, un vero e proprio gioiello di cristallo dell’architettura contemporanea, che contiene una foresta tropicale con centinaia di farfalle provenienti da tutto il mondo. Il Parco di Pinocchio, interessante realizzazione di insigni artisti contemporanei, con sculture bronzee dei personaggi fiabeschi e costruzioni, autentici “monumenti per giocare”, riferiti ai celebri episodi del romanzo.

CUTIGLIANO

Conserva uno dei più antichi assetti dell’appennino pistoiese, ed è diventata la sede della Magistratura della Montagna. La chiesa della Madonna di Piazza e la chiesa di San Bartolomeo sono ricche di arredi e opere in terracotta. Tra le mete più suggestive, la Riserva biogenetica di Pian degli Ontani e il laghetto Scaffaiolo.

DA NON PERDERE

Il Palazzo Pretorio o deo Capitani della Montagna con la facciata decorata da 95 stemmi in pietra e in terracotta policroma. Il Museo della Gente dell’Appennino pistoiese, in località Rivoreta, dove si rievoca la vita e il lavoro di un tempo.

FOSDINOVO

Borgo di crinale in bellissima posizione sulla val di Magra, è sovrastato dal castello dei Malaspina. Ed è dal castello che Fosdinovo si sviluppa dando vita ad un nastro di case immerse nella verde collina. La singolare posizione fra il mare e l’interno appenninico ed apuano offre un clima molto vario in grado di favorire colture costiere e colture montane ed una diversificata produzione di vino, olio, miele, frutta, ortaggi, farine nonché i frutti della pastorizia.

DA NON PERDERE

Il Castello dei Malaspina, in cui la tradizione vuole che in una delle stanze abbia trovato ospitalità Dante Alighieri; la parrocchiale, dedicata a San Remigio.

Annunci