viaggi

scoprire la Bardenas Reales. La Monument Valley europea

grand canyon

C’è chi lo paragona al far-west o al Maghreb. Ma la Bardenas Reales è un paesaggio che non permette di distinguere il reale dall’irreale, in cui la creazione si rinnova ogni ora. È grande 420 km quadrati e si trova nel cuore della Valle dell’Ebro, in Navarra, è ancora poco conosciuta dal turismo internazionale. Sono state scolpite in milioni di anni dall’acqua e dal cierzo, il vento del nord, calde e secche in estate,  umide e verdi in primavera. Las Bardenas sono una fila di canyon, camini delle fate, steppe a perdita d’occhio, dove cimentarsi lungo itinerari scenografici. A piedi, in mountain bike, a cavallo o, per i più pigri a bordo dei quad e dei fuoristrada 4×4.

IN CAMMINO, IN BICI

Da soli, seguendo le mappe e le informazioni del centro all’ingresso del parco, oppure affidandosi a José Maria Samares e alle altre guide di Bardenas Adventure, si scoprono gli angoli più sorprendenti di questa Monument Valley spagnola. A disposizione dei camminatori ci sono più di 700 km di sentieri segnalati, mentre i biker possono contare su 190 km di ciclabili senza salite troppo ardue. La star è la Bardena Blanca, sconfinata distesa di sale e gesso, un paesaggio lunare annunciato dal Cabezo de Castindetierra, spettacolare camino delle fate, emblema del parco. Mentre nella Bardena Negra, con zone verdi pnteggiate di pini d’Aleppo si possono sfidare il Cabezo del Fraile, una collina dall’aspetto di un vascello che naviga su un mare d’argilla e calcare; il Barranco de Las Cortinas, un lungo rilievo roccioso; il Cabezo de las Cortinillas, piramide quasi perfetta usata, a volte, dall’esercito spagnolo come poligono e zona di esercitazioni. A Bardenas Reales si fanno incontri ravvicinati con le molte vite del grande nulla: gufi e aquile reali, avvoltoi, volpi, gatti selvatici. Basta raggiungere le 3 cime di Piskera, Ralla e Rallon, dove si pssrvano i nidi gelosamente difesi dai rapaci, o Los Hermanos, la montagna arcobaleno, per le sfumature rossastre del ferro, il verde della malachite, il bianco del calcare. Dalla cima del Balcón de Pilato, straordinario belvedere naturale che emerge accanto alla riserva naturale Ricón del Bu, rifugio di uccelli, lo sguardo abbraccia l’intero profilo delle colline della Bardena Blanca, dalle mille forme e colori differenti.

NOTTI STELLATE

L’emozione più forte è arrampicarsi a cavallo verso il Paso de los Ciervos, una valle incastonata tra pareti di argilla, e trascorrere la notte in un bivacco per ammirare il tramonto, perdersi nel cielo stellato e attendere poi l’alba tra i picchi rossastri. avamposto del deserto, base per le escursioni, il borgo di Tudela è un gioiellino dove i segni di 3 culture, ebrea, cristiana e araba, si scoprono nel labirinto dei vicoli, tra plaza de Los Fueros e la cattedrale di Santa Maria, in stile tardoromanico circestense, sorta sui resti di una moschea. A una quarantina di km a nord, Olite è un villaggio medioevale irto di torri e guglie, dove il castello del XIII secolo, labirinto di merli e torrioni, fu residenza della famiglia reale di Navarra.

Annunci
appenzeller
ricette

cheeseburger di pollo e appenzeller

appenzeller

Ingredienti per 4 persone:

4 hamburger di pollo; 4 fette di appenzeller; 4 panini da hamburger; 2 cucchiai di majonese; 4 foglie di lattuga.

Preparazione:

Preriscaldare la griglia. Cuocere sulla griglia gli hamburger per 3 minuti su ogni lato. Dopo averli cotti, ricoprire ogni hamburger con le fettine di Appenzeller. Coprire gli hamburger e continuare la cottura a griglia spenta per altri 3 minuti. Tagliare i panini a metà, spalmare la majonese su un lato e aggiungere la lattuga. Aggiungere poi gli hamburger ricoperti su un lato con l’Appenzeller fuso. Chiudere i panini e metterli nei piatti pronti per essere serviti.

piatto svizzero
ricette

crema di patate viola con tête de moine

piatto svizzero

Ingredienti per 4 persone:

8 rosette di tête de moine; 80 cl di acqua; 400 g di patate viola; 2 cucchiai di olio di semi di girasole; pepe; 4 scalogni grandi; 1 foglia di alloro; 1 dado vegetale; 4 cucchiai di panna.

Preparazione:

Sbucciare gli scalogni e le patate viola e tagliarli a pezzi. Rosolarli nell’olio per circa 5 minuti. Aggiungere l’acqua, il dado vegetale e la foglia di alloro. Coprire e far cuocere a fuoco lento per 25 minuti. Eliminare la foglia di alloro, aggiungere la panna, preparare e ridurre a purea con un frullatore a immersione. Versare nelle ciotole. Lasciar raffreddare leggermente e decorare ogni piatto con 2 rosette di Tête de Moine.

beauty

tonico fresco da fare a casa

capelli lucenti

Per fare un tonico a casa spendendo pochissimo procuratevi uno spruzzino per fiori, meglio se trasparente, versate nella bottiglietta mezzo bicchiere di latte intero, mezzo di acqua gassata e mezzo di succo di mirtillo. Chiudete bene e agitate per almeno un minuto per emulsionare perfettamente il contenuto. Conservate in frigo per una settimana max e shakera con cura prima di ogni utilizzo.

beauty, i segreti della nonna

bagno al latte per una pelle morbida

pelle vellutata

Grazie agli acidi grassi e alle proteine di cui è composto, il latte svolge una azione esfoliante sull’epidermide, che diventa subito vellutata al tatto. Il bagno è il top se hai la pelle secca e denutrita e si fa così: amalgama in una ciotola una tazza di panna liquida fresca, 4 cucchiai da tavola di miele millefiori e mezzo chilo di sale grosso, creando un composto omogeneo. Tenetene da parte una piccola quantità e il resto scioglietelo sotto il getto dell’acqua calda, mentre riempite la vasca. Poi massaggiate sul corpo il prodotto rimanente e immergetevi per 20 minuti.

capelli lucenti
beauty, i segreti della nonna

maschere homemade per il viso

capelli lucenti

Vi indico due maschere da fare a casa per avere la pelle del viso perfetta.

Coccole per il viso

Lasciate a riposo per una notte in una tazzina un cucchiaio di latte e 8 foglie di menta. Prima di applicare la maschera tagliate a listarelle altre due foglie di menta e aggiungile al liquido. Passate il composto sul viso con un batuffolo di cotone. Non risciacquare. Avrete una pelle più pura e una sensazione di freschezza estrema.

Maschera per una pelle pura

Mescolate un paio di cucchiai di latte intero (meglio se fresco) con 2 di miele, succo di limone e un pizzico di bicarbonato di sodio. Incorporate nel composto il contenuto di una capsula di vitamina E liquida, oppure polverizza una compressa di vitamina E che amplifica le performance detossinanti. Ora stendetela sul viso aiutandovi con un pennello (potette applicarla anche su smagliature fresche) e lasciate che si compatti bene, il tempo di posa è di circa 20 minuti. Poi risciacquate con acqua tiepida. Sentirete la pelle levigata, pura e i pori rinserrati.

medaglioni di broccoli
ricette

medaglioni di merluzzo, broccoli e porri

medaglioni di broccoli

Ingredienti per 4 persone:

600 g di filetto di merluzzo; 500 g di cimette di broccoli; 1 patata bollita; 1 porro fresco; 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva; sale fino quanto basta; pepe nero quanto basta.

Preparazione:

Cuocere per circa 10 minuti a vapore i filetti di merluzzo con le cimette di broccoli. Nel frattempo rosolate il porro precedentemente privato della cuticola esterna e tagliato a rondelle sottili all’interno di una casseruola antiaderente con olio d’oliva. All’interno di un bicchiere per mixer riporre il merluzzo e i broccoli cotti a vapore, la patata lessa priva della buccia, il porro stufato ed un pizzico di sale e pepe, azionare per qualche minuto fino ad ottenere un composto cremoso ed omogeneo. Con l’aiuto di stampini rotondi formare dei medaglioni e cuocere in padella antiaderente 3 minuti per lato così da renderli croccanti.

chip di carote
ricette

chips di arance e carote al forno

chip di carote

Ingredienti:

6 arance, 6 carote, 1 lime.

Preparazione:

Lavate le arance e pelate le carote. Tagliare le carote a fette nel verso della lunghezza e le arance a rondelle mantenendo uno spessore di circa mezzo centimetro per entrambe. Fare attenzione a non sovrapporre le fette, posizionarle su una teglia foderata con carta da forno e cuocere in forno ventilato preriscaldato a 40°C per circa 3 ore. A circa 20 minuti dalla fine della cottura,  cospargere le carote e le arance con la buccia grattugiata di lime. A completo raffreddamento, porre le chips di carote e arancia all’interno di un sacchetto, possibilmente a chiusura ermetica, per evitare scambi indesiderati di umidità.

ricette

mini muffin di zucca con cannella e arancia

Ingredienti per 4 persone:

150 g di farina 0; 50 g di fecola di patate; 70 g di farina di mandorle; 40 ml di olio extravergine di oliva; 2 cucchiai di miele millefiori; 2 uova intere; 200 g di polpa di zucca; 2 arance; 1 cucchiaino di lievito per dolci; mezzo cucchiaino di cannella in polvere.

Preparazione:

Cuocere la polpa di zucca tagliata a pezzetti in forno ventilato a 180°C per 20 minuti all’interno di un tegame coperto e foderato con carta da forno. Montare i tuorli con il miele fino ad ottenere un composto dalla consistenza spumosa, aggiungere mescolando dall’alto verso il basso la farina 0, quella di mandorle e la fecola, e per ultimo l’olio. Fare raffreddare e frullare con il succo e la buccia grattugiata delle arance. Unire la crema di zucca all’arancia al composto di uova e farina, poi aggiungere gli albumi montati a neve, la cannella in polvere ed il lievito per dolci. Mescolare con cura tutti gli ingredienti e riempire gli stampini in silicone per muffin, cuocere in forno ventilato a 180°C per 20 minuti e servire.