lisbona
viaggi

quartieri di barrio alto e Chiado a Lisbona

lisbona

Due quartieri, due personalità diverse. Il Chiado invita a fare shopping nelle boutique, a passare da una galleria d’arte all’altra e a indugiare nei caffè letterari. Il Barrio Alto, più sbarazzino e festaiolo, è un groviglio di vicoli con decine di negozietti, bistrò aperti fino a notte fonda e minuscoli bar.

DA VEDERE

CONVENTO DO CARMO

Oggi archi e pilastri in rovina sono completamente esposti alle intemperie, come un’ossatura nuda. la passione ottocentesca per le rovine romaniche ha fatto sì che il convento non venisse mai restaurato, come era invece nei piani originari, e il complesso è diventato l’affascinante museo archeologico che si può ammirare oggi.

MIRADOURO DE SÃO PEDRO DE ALCÂNTARA

prendete lo storico elevador da Glória dalla Praça dos Restauradores o affrontate a piedi la ripida salita in Calçada da Glória per arrivare a questo magnifico punto panoramico, cui donano un’aria regale fontane e busti greci.

MUSEU DO CHIADO

Le esposizioni temporanee del Museu do Chiado, mostrano una preferenza per le installazioni multimediali interattive, mentre nella collezione permanente trovano posto i pezzi del XIX e XX secolo.

ELEVADOR DA GLÓRIA

La seconda funicolare più antica della città trasporta i lisbonesi da Praça don Restauradores a Rua São Pedro de Alcantâra. In cima il panorama è mozzafiato.

IGREJA E MUSEU SÃO ROQUE

La facciata lineare della cinquecentesca Igreja de São Roque, ha un interno in oro, marmo e azulejos fiorentini. Il suo elemento di spicco è la Capela de São João Baptista, una sontuosa creazione di ametista, alabastro, lapislazzuli e marmo di Carrara. Il museo annesso alla chiesa custodisce arte sacra e reliquie.

ELEVADOR DA BICA

Questa cigolante funicolare risale faticosamente la ripida e stretta Rua da Bica de Duarte Belo. Salite a bordo per risparmiarvi la sfacchinata e godervi gli scorci del Tago e delle case dai colori pastello.

MIRADOURO DE SANTA CATARINA

Studenti con i bonghi, hippy che fumano, genitori he spingono i passeggini, coppie di innamorati: tutti si danno appuntamento in questo vertiginoso punto panoramico a Santa Catarina. Il favoloso panorama abbraccia il fiume.

lisbona
viaggi

Lisbona da non perdere

lisbona

Se vi trovate solo un weekend a Lisbona, ci sono cose che assolutamente non dovete perdervi!!!

MOSTEIRO DOS JÉRONIMOS

Questo monastero di Belém è un’opera di straordinaria complessità.

TRAM 28

Non potete dire di essere stati a Lisbona se non avete fatto un giro sul tram 28, cogliendo scorci del fiume, della Sé (cattedrale) e della cupola perlacea della Basilica da Estrela.

CASTELO DE SÃO JORGE

Ci sono castelli e castelli, e nessuno lo sapeva meglio dei mori, che costruirono questa fortezza alta e impenetrabile. Godetevi la vista aperta sulla città e sul fiume dei suoi bastioni.

OCEANÁRIO

Pensate che, visto un acquario, sia come averli visti tutti? Niente affatto. Squali, pinguini sul ghiaccio e lontre marine che fanno capriole sono solo la punta dell’iceberg della ricchissima varietà di creature acquatiche del gigantesco Oceanário.

PRAÇA DO COMÉRCIO

Cuore della capitale portoghese, questa piazza con vedute sul fiume, su palazzi porticati, un arco di trionfo e sferraglianti tram gialli è la Lisbona che avete sempre sognato.

MUSEU CALOUSTE GULBENKIAN

Vasto e interessante, questo museo consente di spaziare nel tempo grazie  tesori che vanno dai quadri dei maestri olandesi ai rilievi egizi, dai dipinti di Monet ai gioielli di René Lalique.

CONVENTO DO CARMO

Né il tempo né i disastri naturali sono riusciti a dissolvere l’atmosfera di questo convento gotico, ridotto a un cumulo di macerie dal terremoto del 1755.

MUSEU NACIONAL DE ARTE ANTIGA 

La collezione di arte antica più interessante di Lisbona è custodita in un palazzo del XVII secolo. Il San Girolamo  di Albrecht Dürer, l’opera magna di Nuno Gonçalves Painéis de São Vicente e l’ostensorio d’oro di Belém sono le stelle della raccolta.

MUSEU COLECÇÃO BERARDO

Che cosa fareste se foste un collezionista d’arte milionario? Berardo ha costruito una delle principali gallerie d’arte contemporanea di Lisbona. L’ha riempita di capolavori di  Warhol, man Ray, Picasso e Miró e ha lasciato l’ingresso gratuito.

MUSEU NACIONAL DO AZULEJO

Questo museo in un convento manuelino meticolosamente restaurato è un’ode agli azulejos, con una collezione di piastrelle a motivi geometrici ispano-moreschi, scene di caccia rinascimentali e un pannello barocco che raffigura Lisbona prima del 1755.

PALÁCIO NACIONAL DE SINTRA

Il palazzo di Sintra, è un luogo da fiaba. Gli stili moresco, manuelino e rinascimentale italiano si fondono in sale sgargianti adorne di azulejos, affreschi e intagli di squisita fattura.

polonia
viaggi

castello di Malbork: un posto da favola in Polonia

polonia

Il castello di Malbrok va assolutamente visitato se si desidera compiere un indimenticabile viaggio nel passato, circondati dagli spiriti dei cavalieri medievali e da un’architettura imponente. Sulla riva del fiume Nogat svetta la più imponente fortezza medievale d’Europa che, allo stesso tempo, è anche la più grande costruzione in mattoni di questo tipo al mondo. Oltre alle mura monumentali sono stati costruiti il convento, la caserma e un centro di comando per le campagne militari. Sorprendono le dimensioni delle 3 parti della fortezza: il Castello Alto, costruito con 4.500.000 mattoni, ospita la sala capitolare, la sala del tesoro, il refettorio, la Chiesa della Beata Vergine Maria e la Cappella di Sant’Anna, luogo di sepoltura dei Grandi Maestri. Ci sono poi il Castello Medio, con uno dei più imponenti refettori dell’Europa medievale, e il palazzo del Grande Maestro, una delle più interessanti costruzioni medievale di carattere non religioso; poi la Cappella di San Bartolomeo e l’infermeria per frati anziani e malati. In ultimo c’è il Castello Basso che ospita l’arsenale, la fonderia del bronzo, le stalle, un birrificio e la Chiesa di San Lorenzo. L’intero complesso è circondato da un ampio fossato e dai resti delle imponenti mura difensive.

 

siti unesco
viaggi

riserve naturali polacche

siti unesco

Tuteliamo l’ambiente naturale, della cultura e dell’educazione ecologica proteggendo queste riserve naturali in Polonia.

RISERVA DELLA BIOSFERA DELLE FORESTE DI TUCHOLA

È la più grande riserva polacca di questo tipo ed è composta da un vasto ecosistema acquatico, da foreste e torbiere.

http://www.borytucholskie.pl

RISERVA DELLA BIOSFERA SLOWINSKI

Comprende laghi che si trovano nei pressi del mare ma anche paludi, prati naturali, torbiere, foreste marine e soprattutto le dune mobili della Mierzeja Lebska.

https://slowinskipn.pl/en

RISERVA DELLA BIOSFERA POLESIE ZACHODNIE

Protegge anch’essa diverse foreste naturali, paludi e torbiere.

http://www2.poleskipn.pl

RISERVA DELLA BIOSFERA DEL LAGO LUKNAJNO

Presenta un habitat intatto ecologicamente di 175 specie di uccelli. È la più grande dimora del cigno reale e di altre specie rare o in via di estinzione in Europa.

http://parkikrajobrazowewarmiimazur.pl

RISERVA DELLA BIOSFERA DELLA FORESTA KAMPINOSKA

Ospita ampi spazi con foreste e terreni rurali e vari monumenti frutto dell’opera della natura e della storia. All’interno dei suoi confini, precisamente a Zelanowa Wola, si trova la casa natale di Chopin.

https://www.kampinoski-pn.gov.pl

RISERVA DELLA BIOSFERA DI BIALOWIEZA

Ospita le parti più preziose dell’unica foresta vergine d’Europa.

RISERVA DELLA BIOSFERA DEL KARKONOSZE

Include la più alta catena montuosa dei Sudeti, chiamata appunto “karkonosze”. Si estende al confine tra Polonia e Repubblica Ceca.

https://kpnmab.pl

RISERVA DELLA BIOSFERA DI BABIA GÓRA

Comprende un’area montagnosa dalle preziose caratteristiche naturali e culturali e si estende al confine tra Polonia e Slovacchia. 

http://www.bgpn.pl

RISERVA DELLA BIOSFERA DEI TATRA

Include l’unica catena montuosa dei Carpazi di carattere alpino e si estende al confine tra Polonia e Slovacchia.

LA RISERVA INTERNAZIONALE DELLA BIOSFERA DEI CARPAZI ORIENTALI

Ospita terreni montuosi ed è la prima area iscritta nella lista UNESCO ad estendersi al confine tra ben 3 paesi: Polonia, Ucraina e Slovacchia.

http://www.bgpn.pl/

 

acne
consigli di salute

come e quando utilizzare l’olio essenziale di lavanda

acne

L’olio essenziale di lavanda è portentoso!!! ed ha molteplici usi per il nostro benessere psicofisico e corporeo.

  1. AROMATERAPIA 

versate nella vaschetta del diffusore di oli essenziali un po’ d’acqua e una goccia di olio essenziale di lavanda per ogni metroquadro della stanza in cui vi trovate. In questo modo la fragarnza dell’olio essenziale di lavanda si spargerà nell’ambiente donandovi relax.

2. SONNI SERENI

Per dormire meglio e sereni appoggiate sul comodino un fazzolettino imbevuto con olio essenziale di lavanda.

3. PUNTURE DI INSETTI

Versate 1 o 2 gocce di olio essenziale di lavanda in un cucchiaino di gel di aloe vera per facilitarne l’applicazione sulla pelle.

4. SALI DA BAGNO E PER IL PEDILUVIO

Un bel bagno caldo o un pediluvio con l’olio essenziale di lavanda vi aiuteranno a sciogliere le tensioni. Nel catino per il pediluvio versate 2 cucchiai di sale grosso e 4 gocce di olio essenziale di lavanda. Invece per un bel bagno rilassante mettete un bicchiere di sale grosso e 10-15 gocce di olio essenziale di lavanda nell’acqua della vasca da bagno.

5. DEODORANTE ECOLOGICO

Per preparare un deodorante ecologico mescolate con 1 cucchiaio 2 cucchiai di bicarbonato di sodio e 4 gocce di olio essenziale di lavanda. Conservate in un barattolino e utilizzatelo al momento del bisogno applicandolo sulla pelle come fosse un talco. Per un deodorante ancora più profumato, potete aggiungere 2 gocce di olio essenziale di geranio.

6. MASSAGGI

L’olio essenziale di lavanda è utile per  massaggi rilassanti, decontrattuanti e antistress. Lo potete utilizzare puro o miscelato in piccole quantità con gel di aloe vera o con un olio vegetale di base, tipo quello di mandorle dolci.

7. ELIMINARE LA FORFORA

Massaggiare con regolarità il cuoio capelluto con olio essenziale di lavanda aiuta ad attivare la circolazione a rilassarsi e può essere utile per eliminare la forfora.

8. SUFFUMIGI

Fai suffumigi con l’olio essenziale di lavanda in caso di raffreddore e sinusite. versate 5 gocce di olio essenziale di lavanda in una pentola con 1 litro d’acqua bollente insieme a un cucchiaino di bicarbonato. Mescolate e respirate i vapori che si sprigionano coprendovi la testa con un asciugamano.

9. IMPACCHI ALLA LAVANDA

Potete effettuare impacchi di lavanda caldi o freddi a seconda del tipo di dolore. Gli impacchi freddi sono utili per i lividi, mentre gli impacchi caldi, sono consigliati per i dolori cervicali e le contratture muscolari. Immergete un panno o una garza in acqua calda o fredda e applicate qualche goccia di olio essenziale di lavanda prima di posizionarlo come un impacco sulla zona da trattare.

10. ACNE

Questo olio essenziale è l’ideale per curare l’acne, secondo l’aromaterapia. Inibisce i batteri che possono causare le infezioni della pelle e aiuta a bilanciare le secrezioni di sebo, oltre a ridurre il rischio di cicatrici. Potete aggiungere una piccola quantità di olio essenziale di lavanda al gel di aloe vera o a una crema base per il viso prima di applicarli sulla pelle nei punti critici colpiti dall’acne.

DOVE COMPRARLO

Olio essenziale di Lavanda: https://www.vknatura.it/product/15484183/olio-essenziale-di-lavanda-10-ml-vegan-ok-

Olio essenziale di lavanda bio: https://www.vknatura.it/product/15484182/olio-essenziale-di-lavanda-bio-10-ml-vegan-ok-

Olio di mandorle dolci: https://www.vknatura.it/product/15484163/olio-di-mandorle-dolci-purissimo-100-ml-vegan-ok-

 

toscana
viaggi

cosa vedere a Castelnuovo di Val di Cecina

toscana

Il territorio del comune di Castelnuovo Val di Cecina occupa il lembo meridionale della provincia di Pisa, al confine con le province di Siena e Grosseto. Qui, il paesaggio delle Colline Metallifere, si fa più aspro: fitti boschi ricoprono i rilievi e la vegetazione mediterranea lascia il posto a quella appenninica (castagni, cerri e carpini). L’insediamento urbano è concentrato nel capoluogo, Castelnuovo e nelle 3 frazioni di Sasso Pisano, Montecastelli Pisano e Leccia: 4 borghi arroccati su altrettante colline secondo una tipologia caratteristica delle antiche rocche di avvistamento di origine longobarda.

CASTELNUOVO

si trova a 576 m di altitudine, ha un clima gradevolissimo nei mesi estivi e freddo d’inverno. Il borgo medievale ancora intatto vanta una particolare omogeneità architettonica tipicamente medievale: con le sue viuzze strette e tortuose lastricate di pietra, le porte medioevali e gli scorci sulla vallata si presenta caratteristico e accogliente, integrato con i boschi circostanti; non essendo percorribile con le auto offre tranquillità e quiete. Grazie ad uno dei 12 percorsi naturalistici segnalati è possibile visitare il borgo cercando ad esempio il piccolo vicolo del Chiassino (largo solo 45 cm) o accedere direttamente ai circostanti boschi di castagni e scendere fino alla Val di Pavone dove è possibile ammirare i resti di 2 ponti rinascimentali.

SASSO PISANO

Si trova su un macigno in prossimità delle sorgenti del fiume Cornia; sulla sommità del borgo, la Chiesa parrocchiale dedicata a San Bartolomeo. Già in prossimità del borgo è possibile osservare putizze e fumarole sparse che si fanno più evidenti seguendo un apposito “percorso segnalato”. Nel Villaggio Boracifero si trova il percorso didattico realizzato da Enel dove sono presenti manifestazioni geotermiche di particolare bellezza. Meritano una visita la piccola cappella e il villaggio stesso. Nel territorio di Sasso, sono presenti sorgenti termali ad alta temperatura che danno vita a piscine naturali e alimentano un lavatoio pubblico nei pressi del campo sportivo, nonché un laghetto termale costituito da 2 vasche a diverse temperature e un bio-lago. Nel borgo è presente il museo Antiquarium “Il Canapaio” all’interno del quale sono custoditi i reperti rinvenuti dalle “Antiche Terme del Bagno” che si trovano sulla strada che dal paese conduce a Leccia.

MONTECASTELLI PISANO

Dalla sommità del paese lo sguardo spazia sulle valli del Pavone e del Cecina offrendo un panorama di suggestiva bellezza. Gli edifici più importanti sono la Torre dei Pannocchieschi e la chiesa romanica dei Santi Filippo e Giacomo. La struttura urbana è tipica dei villaggi medievali: a pianta circolare con strade parallele tra loro e passaggi coperti o scoperti tra casa e casa per collegare una strada all’altra. Allo scopo di raccogliere e conservare attrezzi da lavoro agricolo e domestico usati tra la fine dell’800 e l’inizio del’900, è stato allestito il Museo della Civiltà Contadina. A pochi metri dalla strada provinciale, merita attenzione la tomba etrusca della “Buca delle Fate”. A piedi o a cavallo, è possibile anche qui seguire interessanti percorsi attraverso i boschi circostanti, lungo il torrente Pavone.

LECCIA

Piccolissimo insediamento urbano di origine medievale, posto nella Val di Cornia, sulla strada che collega Sasso Pisano a Larderello. In prossimità del Borgo, presso il cimitero del paese, il Santuario della Madonna del Libro, costruito in stile peruviano da Matteo da Leccia.

 

toscana
viaggi

cosa vedere a Monteverdi Marittimo

toscana

Il comune di Monteverdi Marittimo si estende su un territorio collinare compreso tra la Val di Cornia e l’Alta Val di Cecina, alla quale appartiene dal punto di vista amministrativo. L’abitato sorge a 365m s.l.m; il suo castello è di chiara origine medievale e presenta una pianta a forma circolare che si dispone a cascata lungo il declivio della collina. Una passeggiata per le vie del borgo regala immagini e sensazioni straordinarie.

LUOGHI D’INTERESSE

All’interno del centro storico di Monteverdi Marittimo si trovano  due importanti edifici religiosi: la Chiesa di Sant’Andrea (patrono del paese), con la caratteristica facciata in pietra a faccia vista, con timpano triangolare puntualizzato da una lunetta policroma di scuola robbiana e da un grande occhio lucifero. Al suo interno, la Madonna col Bambino. La Cappella del Santissimo Sacramento, a fianco della stessa Chiesa, per ospitare la tomba di San Walfredo, rimossa e rimpiazzata da un altare in suo onore. Al suo interno è custodito il Cristo Nero, un crocifisso ligneo. la cosa importante è che questo crocifisso viene esposto e portato in processione solo ogni 3 anni, nella prima metà di settembre, in occasione delle Feste Triennali.

IL BORGO DI CANNETO

Antico castello utilizzato come roccaforte difensiva posto tra la Val di Cecina, la Val di Cornia e le Colline Metallifere. Il centro storico è costruito su un piccolo ma suggestivo sperone roccioso circondato da terrazzamenti coltivati ed è percorso da 2 sole strade che disegnano un anello trapezoidale. Molti gli esempi di casa torre nel perimetro murale esterno. Gli scorci visivi tra minuscole piazzette, archi, pietre, sembrano fermare il tempo in una dimensione quasi irreale.

L’ABBAZIA DI SAN PIETRO IN PALAZZOLO

Fra i luoghi di interesse culturale e paesaggistico spicca, senza dubbio, l’Abbazia di San Pietro in Palazzolo. Gli imponenti ruderi tuttora visibili rappresentano ciò che rimane del nucleo fondato dai discendenti di Walfredo.

VILLA LE QUERCIOLAIE

Antica tenuta di 10 ettari alla periferia di Monteverdi di proprietà di un illustre scultore, nel parco della villa è stato allestito un vero e proprio museo a cielo aperto sempre visitabile dal pubblico.

hotel a new york
viaggi

I migliori alberghi di New York

hotel a new york

Vi propongo i migliori hotel in cui alloggiare se andate a New York.

FOUR SEASON

Il lusso all’ennesima potenza, in questa bella torre del colore chiaro. Le camere sono tra le più grandi della città. Il bar e il ristorante sono frequentati dall’èlite.

https://www.fourseasons.com

CARLYLE

Arredamenti antichi in questo lussuoso hotel uptown, preferito dai vip per l’atmosfera tranquilla e le camere spaziose, arredate con gusto raffinato. Il Café Carlyle è il cabaret più esclusivo della città.

https://www.rosewoodhotels.com/en/the-carlyle-new-york

NEW YORK PALACE

Appena ristrutturato con lusso ed eleganza, questo hotel occupa la Villard Houses e un grattacielo di 55 piani. Camere in stile classico e moderno. Il servizio in camera è fornito dal leggendario Le Cirque 2000.

https://www.lottenypalace.com

TRUMP INTERNATIONAL HOTEL AND TOWER

Gli alti soffitti e le grandi finestre significano una favolosa vista su central park. Tutti i confort, vasche idromassaggio, biglietti da visita personalizzati, servizio in camera fornito da Jean Georges o da uno chef personale.

https://www.trumphotels.com/central-park?_ga=2.28079807.287942961.1606056214-904666549.1606056214&__utma=77553030.904666549.1606056214.1606056215.1606056215.1&__utmb=77553030.5.9.1606056349644&__utmc=77553030&__utmx=-&__utmz=77553030.1606056215.1.1.utmcsr=(direct)|utmccn=(direct)|utmcmd=(none)&__utmv=77553030.|4=device=pc=1&__utmk=79379154

PENINSULA

Il gruppo Hong Kong ha trasformato un edificio in un albergo di di lusso fornito dei comfort più moderni, azionati con i pulsanti al bordo del letto. Camere moderne con tocchi Art Nouveau. Piscina e Centro Estetico.

https://www.peninsula.com/en/default

PIERRE

Famoso fin dagli anni Trenta, ottima posizione di fronte a Central Park, fa parte del gruppo Four Seasons. Il servizio personalizzato è il motivo del suo successo presso l’élite.

https://www.fourseasons.com/newyorkdowntown/

ST. REGIS

Camere instile Luigi XVI, tappezzerie di seta, lampadari di cristallo e un maggiordomo personale in questo stupendo hotel in stile Beaux Arts. Nello stesso edificio, il ristorante francese Lespinasse.

https://st-regis.marriott.com

THE MARK

Discreto, ma elegante, questo hotel del prestigioso gruppo Mandarin è un moderno santuario per una clientela internazionale con una predilezione per lo stile Biedemeier, le stampe antiche, la biancheria di lusso e i comfort moderni.

https://www.themarkhotel.com

HOTEL PLAZA ATHÉNÉE

Un intimo hotel in stile parigino con 152 camere su una tranquilla strada dell’Upper East Side. Tra i comfort una palestra. Lo staff è sempre pronto a soddisfare le esigenze della clientela.

REGENCY HOTEL

Il preferito dai Mogol della finanza. Lo stile reggenza ha ispirato nome e dimensioni delle camere. Il ristorante offre una generosa colazione e, la sera, si trasforma nel Feinstein’s.

https://www.loewshotels.com/regency-hotel

 

new york
viaggi

musei da vedere a Midtown, New York

new york

Ecco i Musei principali del quartiere di Midtown a New York.

MORGAN LIBRARY

Contiene una famosa collezione di libri rari , dipinti e manoscritti.

MUSEUM OF MODERN ART

L’edificio rinnovato è all’altezza della collezione in esposizione.

AMERICAN MUSEUM OF FOLK ART

Il nuovo museo dispone di uno spazio 4 volte maggiore per ospitare la vasta collezione di arte popolare.

MUSEUM OF ARTS AND DESIGN

Questa collezione permanente espone 2000 oggetti artigianali.

INTERNATIONAL CENTER OF PHOTOGRAPHY

Due piani di retrospettive e mostre itineranti.

MUSEUM OF TELEVISION AND RADIO

Oltre 60.000 programmi radio e tv. Mostre speciali e proiezioni di classici.

WHITNEY MUSEUM AT PHILIP MORRIS

Una sede del museo a Midtown per piccole mostre e collezioni contemporanee.

NEW YORK PUBLIC LIBRARY GALLERY

Stampe rare, quadri e mostre itineranti.

DAHESH MUSEUM OF ARTS

Una collezione privata di 2000 opere dei secoli XIX e XX.

MUNICIPAL ART SOCIETY GALLERIES

Mostre itineranti dedicate all’architettura della città e dei quartieri circostanti.

new york
viaggi

midtown New York, cosa vedere

new york

Cosa vedere nel quartiere di Midtown a New York.

LEVER HOUSE

24 piani di vetro e acciaio. L’edificio è stata la prima “torre di cristallo”.

GENERAL ELECTRIC BUILDING

Edificio in stile Art Déco, ha un orologio particolare.

CHANIN BUILDING

Bellissimo edificio in stile Art Déco. Spicca per i fregi in terracotta e per la fascia in bronzo nella quale è raffigurata la teoria dell’evoluzione.

DAILY NEWS BUILDING

Bellissimo edificio in Art Déco, è un vero gioiello. Da non perdere il mappamondo girevole al suo interno.

FORD FOUNDATION

Considerato uno dei migliori progetti di design moderno. Tutti gli uffici si affacciano su un atrio di 12 piani con tanto di vegetazione e laghetto.

FRED F. FRENCH BUILDING

L’edificio è sfarzoso all’esterno come all’interno. Da non perdere l’atrio.

TUDOR CITY

Progettato per far capire che progettare residenze per la classe media a midtown era possibile.

NY YACHT CLUB

I bovindi di questo club privato sono una poppa di nave sostenuta da onde scolpite.

AMERICAN STANDARD BUILDING

Primo grattacielo di Raymond Hood, è un’elaborata torre nera. Oggi un Hotel.

CONDÉ NAST BUILDING

Torre di 48 piani alimentata da cellule fotovoltaiche (sulla facciata) e dotata di scivoli integrati per il riciclaggio dei rifiuti.