viaggi

le migliori terme italiane

Vi presento le migliori terme in cui andare in Italia.

SATURNIA (GROSSETO)

Fra le morbide colline della Maremma, da migliaia di anni le acque sulfuree di Saturnia sgorgano dal cuore della terra a temperatura costante di 37,5°C. Accanto alla sorgente, sono state costruite le terme, con 4 enormi piscine all’aperto, idromassaggi e percorsi vascolari. In un paesaggio senza tempo, ci s’immerge nel tepore dei vapori sulfurei cullati dall’acqua e dai suoni della natura: il corpo si rilassa e la pelle si leviga naturalmente. L’esperienza può arricchirsi con un massaggio o un fango termale. Vale la pena anche visitare le Cascate del Mulino, a valle della sorgente, dove ci si bagna nelle piccole piscine naturali digradanti scavate dall’acqua nella roccia calcarea.

DA NON PERDERE: a 5km, il piccolo, delizioso borgo medievale di Montemerano, in cima a un colle con antiche case in pietra, vicoli acciottolati, ruspanti trattorie di cucina tipica e un ristorante due stelle Michelin, da Caino.

CADERZONE TERME (TRENOTO)

Il borgo è piccolo, ha un caratteristico centro storico e si trova nel cuore verde della Val Rendena, ai piedi delle Dolomiti di Brenta e dei ghiacciai dell’Adamello. Al suo centro, il quattrocentesco Palazzo Lodron Bertelli e alcuni edifici adiacenti sono stati ristrutturati e trasformati nel Borgo Salute, con un hotel, un centro benessere e lo stabilimento delle Terme Val Rendena, dove viene utilizzata l’acqua ferruginosa che sgorga a monte del paese, dalla fonte S’Antonio.

DA NON PERDERE

le ex scuderie del palazzo ospitano il Museo della Malga, che racconta la vita dei contadini nelle malghe e raccoglie gli strumenti che il tempo e l’esperienza hanno perfezionato per la lavorazione del latte e dei suoi derivati.

PREMIA (VERBANO-CUSIO-OSSOLA)

Nei boschi della Valle Antigorio, una vallata collaterale della Val d’Ossola, le Terme di Premia regalano ore di svago nell’acqua calda e con vista sulle montagne. E il divertimento è per tutte le età, visto che l’ingresso alle piscine termali interne ed esterne è consentito anche ai bambini piccoli. I grandi, poi, possono rilassarsi nel centro benessere, con saune, bagno turco e massaggi.

DA NON PERDERE

A 5 km dalle terme, la chiesa di San Gaudenzio a Baceno, costruita sulla roccia, è un bell’esempio di arte romanica, con l’interno a 5 navate con pavimento su livelli diversi. Dalla piazza antistante parte il breve sentiero che porta agli Orridi di Uriezzo, un complesso, di gole formato dall’azione dei torrenti che un tempo scorrevano a valle del ghiacciaio del Toce.

 

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.