marche
viaggi

cosa vedere a Osimo

marche

Osimo si trova in provincia di Ancona e merita di essere visitate per le sue bellezze architettoniche.

GROTTE DI OSIMO

Il sottosuolo di Osimo è percorso da una fitta rete di cunicoli e gallerie, di origini molto antiche. Di notevole interesse sono le Grotte del Cantinone, che si trovano sotto il convento dei frati francescani, quelle di Piazza Dante al di sotto dell’omonima piazza, e le Grotte Riccioni. Tutte conservano bassorilievi e incisioni che rivelano remote frequentazioni. Mentre le prime, di epoca medievale custodiscono testimonianze di tipo spirituale religioso, le altre celano una simbologia più misteriosa.

SITO ARCHEOLOGICO DI FONTE MAGNA

Conserva i resti di un imponente ninfeo romano dove, secondo la tradizione, Pompeo Magno avrebbe abbeverato i suoi cavalli.

MURA ROMANE

PORTA SAN GIACOMO

È una delle antiche porte della città, inglobata nella Rocca Pontelliana, presenta sui conci dell’arco la scritta Vetus Auximum.

PALAZZO MUNICIPALE CON LAPIDARIUM 

Il complesso architettonico sede del Municipio è composto da 3 elementi eterogenei in perfetta armonia: la Torre Civica; il corpo principale: il loggiato. Nell’atrio d’ingresso e nel cortile è situato il Lapidarium, una collezione di reperti di epoca romana e medievale, comprendente le statue acefale che hanno dato origine all’appellativo rivolto agli osimani di Senza Testa.

CATTEDRALE DI SAN LEOPARDO

L’edificio in pietra, dalle forme romanico-gotiche, sorge su una primitiva chiesa e sopra un preesistente tempio pagano. Degli di nota sono i due preziosi portali lavorati in pietra, la lunetta a destra di questi, il grande rosone adornato. La cripta custodisce i sarcofagi dei principali vescovi e dei martiri osimani.

MUSEO DIOCESANO

Ha il suo ingresso dal cortile dell’Episcopio, accanto alla Cattedrale e al Battistero. Vi sono raccolte numerose testimonianze di storia e di arte religiosa: dipinti e sculture, paramenti sacri e reliquiari.

BATTISTERO

Adiacente alla Cattedrale, la chiesa intitolata a San Giovanni Battista. Di notevole interesse il soffitto a cassettoni del Sarti e la pregevole Fonte Battesimale in bronzo.

BELVEDERE

Dai giardini pubblici di Piazzanova in via Saffi si gode una magnifica vista panoramica che in giornate particolarmente limpide si estende dal litorale Adriatico al Gran Sasso e dai Monti Sibillini a San Marino.

PORTA MUSONE

Resti di una porta romana, antico ingresso sud della città, su cui è sovraimposta una torre medievale. Sotto l’arco è visibile un dipinto su ceramica chiamato Madonna dell’Arco.

BASILICA SAN GIUSEPPE DA COPERTINO

Chiamata Chiesa di San Francesco. Custodisce opere pittoriche di indubbio valore ed è importante meta di pellegrinaggio  dei devoti a San Giuseppe da Copertino, protettore degli studenti e Santo dei Voli, le cui reliquie sono custodite nella cripta. Sono pure visitabili le stanzette in cui egli trascorse gli ultimi anni della sua vita e che contengono oggetti ed ex voto legati al Santo.

TEATRO LA NUOVA FENICE

PALAZZO CAMPANA

Sulla scenografica Piazza Dante si affaccia il settecentesco Palazzo Campana, in origine sede di collegio e seminario. Ospita oggi il Museo Civico e la Sezione Archeologica, l’Archivio e la Biblioteca storici. È sede dell’istituto per Istruzione Permanente.

PORTALE E PORTONE DELLA CHIESA DI S. GREGORIO

Si distingue per la ricchezza delle decorazioni ispirate alla simbologia religiosa intagliate a bassorilievo.

CHIESA DI SAN MARCO

Ammirata soprattutto per la presenza di alcune opere d’arte di pregevole fattura come la tela del Guercino posta sopra l’altare maggiore.

SANTUARIO DI CAMPOCAVALLO

A 3 km dalla città si trova il Santuario di Campocavallo, dedicato alla Beata Vergine Addolorata.

Annunci