slovenia
viaggi

Pirano itinerario religioso (parte 2)

slovenia

Vi continuo ad illustrare l’itinerario religioso di Pirano.

BATTISTERO DI SAN GIOVANNI BATTISTA

Il battistero ha una forma ottagonale ed è l’elemento di dotazione più recente del complesso della chiesa. L’elemento più antico è la vasca battesimale. Sui fianchi più lunghi è scolpito un putto alato che cavalca un delfino.

CHIESA DELLA MADONNA DELLA SALUTE

CHIESA DI SANTO STEFANO E PIAZZA DEGLI EBREI

Una delle chiese più antiche di Pirano. Dietro all’altare maggiore, una scala di pietra conduce al solaio dove erano ubicate le stanze in cui membri della confraternita trascorrevano gli ultimi istanti felici della loro vita. Piazza degli ebrei è sorta sul modello del ghetto di Venezia. In uno dei 3 atrii era stato scavato  un grande pozzo sotterraneo dove confluiva l’acqua piovana che scendeva dai tetti vicini.

CHIESA PARROCCHIALE MADRE DEL ROSARIO, PORTOROSE

Edificio moderno con croce e arcate del tetto che ricordano un albero maestro e una nave. nella chiesa si possono ammirare la scultura dell’altare in terracotta, le vetrate dai colori vivaci e i quadri a olio che raffigurano la via crucis.

CHIESA E CONVENTO DI SANTA MARIA DELLA VISIONE, STRUGNANO

La chiesa e il convento torreggiano in cima alla collina a picco sul mare.

slovenia
viaggi

Pirano itinerario religioso

slovenia

Nel vostro itinerario religioso a Pirano, non possono certo mancare queste tappe:

CHIESA DI SAN ROCCO

L’interno è dominato dall’altare marmoreo, sul quale si trovano le statue lignee della Madonna, San Sebastiano e San Rocco, originariamente dipinte ad imitazione del marmo bianco.

CHIESA DI SAN PIETRO

La chiesa neoclassica ha un portale d’ingresso con un bassorilievo che raffigura la consegna delle chiavi a San Pietro.

CHIESA DI SAN FRANCESCO

Degni di nota sono l’edicola rinascimentale di Vittore Carpaccio, il pulpito magnificamente modellato, numerosi altari e quadri di pittori veneziani. La pavimentazione della chiesa custodisce numerose tombe, incluse quelle della famiglia Tartini.

CONVENTO DEI FRATI MINORI DI SAN FRANCESCO E CHIOSTRO

Il convento conserva una ricca collezione di letteratura musicale. Il chiostro rappresenta uno degli ambienti dotati della migliore acustica della Slovenia e già da diversi anni è sede di numerosi eventi musicali. Dal chiostro si accede alla pinacoteca del convento dove si possono ammirare opere di pittori veneziani.

EX CHIESA DI SANTA CATERINA D’ALESSANDRIA

Al suo interno furono scoperte 3 tombe di importanti cittadini Piranesi, una delle quali era probabilmente appartenuta alla fraternita di Santa Caterina.

CHIESA DELLA MADONNA DELLA NEVE

Sopra l’ingresso è appeso il quadro della Madonna della Neve che raffigura il miracolo della nevicata che avvenne a Roma nel mese d’agosto e che ricorda il nome della chiesa. Qui è conservato un ciclo di opere pittoriche a olio, dotate di cornici intagliate.

CHIESA DELLA BEATA VERGINE DELLA CONSOLAZIONE

La chiesa conserva quadri raffiguranti scene tratte dalla leggenda di Sant’Agostino, ricchi intarsi di legno e cornici intagliate.

CHIESA PARROCCHIALE COLLEGIATA SAN GIORGIO

È la più grande di tutte le chiese di Pirano, si trova su un’altura da dove lo sguardo abbraccia un panorama che si estende su ben 3 strati. L’interno della chiesa è abbellito da 7 altari, dalle 2 statue di San Giorgio e di San Nicola, dal soffitto riccamente decorato, dai quadri da parete della scuola veneziana.

CAMPANILE DI SAN GIORGIO

Il campanile è la copia ridotta di quello di San Marco a Venezia, in cima sono presenti 4 campane. Sulla sommità del campanile torreggia l’Arcangelo Michele che si muove a seconda del vento, indicando il tempo che farà.

MUSEO PARROCCHIALE DI SAN GIORGIO

Al pianoterra della sacrestia sono esposti oggetti che fanno parte dell’allestimento e del vasellame della chiesa, mentre nello spazio sotto alla navata centrale sono stati scoperti i resti più antichi di strutture edilizie di epoca romana. In quest’area si possono ammirare la statua di San Giorgio a cavallo e un reliquiario a gamba. Meritano una visita anche il lapidario e la fossa archeologica.