viaggi

cosa vedere a Larnaka (parte 4)

cipro

La Moschea di Kepir

È la prima mosche ottomana di Cipro.

Museo Municipale di Storia Naturale

Espone una vasta collezione di rettili locali, insetti rari, uccelli e animali vari, come pure fossili e specie di vita marina di Cipro e di paesi vicini. Di particolare interesse le collezioni di insetti e piante.

La Moschea di Tusla

Si trova nella città vecchia, dietro le rovine dell’antica Kition, è una delle più antiche moschee di Larnaka. Di fronte alla moschea c’è una fontana pubblica del periodo veneziano.

La Moschea di Zachouri

Si trova tra la Moschea di Kepir e la Chiesa di Agios Lazaros, su Nicolaou Rossou Street.

La Cappella di “Agios Georgios Makris”

Questa cappella, costruita in pietra, si trova su una collina che domina dall’alto il Lago Salato.

La Chiesa Cattolica di “Terra Santa”

Lo stile architettonico del convento mescola caratteristiche del Rinascimento e del Barocco. La chiesa è anche nota come “Santa Maria delle Grazie”.

L’acquedotto di Kamares

Questo acquedotto è composto da una serie di archi, ha dato il suo nome all’intera area. L’acquedotto è stato abbandonato nel 1939 e rimpiazzato da una moderna conduttura elettrica.

 

Annunci
viaggi

regione Andalusia

Spagna

Siviglia

L’affascinante capoluogo dell’Andalusia, situato sulle rive del fiume Guadalquivir ha ereditato il ricco patrimonio arabo e l’antica condizione di prospero porto commerciale con le colonie d’America. La città sprizza di allegria e vitalità in ciascuna delle vie e delle piazze che conformano il vastissimo centro storico, al cui interno è racchiuso un interessante complesso di edifici dichiarati Patrimonio dell’Umanità tra cui l’immensa cattedrale gotica e i quartieri dal profondo sapore come Santa Cruz, Triana e la Macarena. Un’altra buona ragione per visitare la città sono le sue feste, dichiarate di interesse Turistico Internazionale, come la Settimana Santa e la Feria de Abril.

Cordova

Questa città millenaria, dichiarata Patrimoni dell’Umanità, è un’eredità vivente delle diverse culture che si susseguono nel corso della sua storia. Passeggiare per il centro storico di Cordova significa scoprire una bella trama di strette vie, piazze e cortili imbiancati a calce distribuiti intorno alla Moschea-Cattedrale, simbolo della città e testimone della sua importanza in epoca medievale.

Úbeda-Baeza 

Spostandoci sulla superstrada da Cordova a Granada, fra gli estesi campi di ulivi, non potremmo fare a meno di visitare le cittadine Úbeda e Baeza, due gioielli rinascimentali di chiaro influsso italiano, con le loro strade disseminate di chiese, palazzi e dimore nobiliari.

Granada

Ai piedi della Sierra Nevada, si estende una delle città più interessanti dell’Andalusia orientale. Ultima città riconquistata dai Re Cattolici nel 1492, ha mantenuto proprio per questo motivo un’inconfondibile atmosfera araba. Non è un caso che uno dei quartieri più antichi di questa città, l’Albaicín, sia stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità insieme alla reggia dell’Alhambra e i giardini di El Generalife.