viaggi

escursioni parco nazionale d’abruzzo, lazio e molise

Vi illustro qua sotto alcune escursioni da fare nel parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

La Val di Rose

Si tratta senza dubbio di una delle più belle escursioni nel cuore del Parco, con scorci panoramici mozzafiato. Superata la splendida faggeta, tra le rupi sarà possibile avvistare numerosi branchi di camosci. Si prosegue attraverso il valico di Passo Cavuto raggiungendo in breve il rifugio di Foca Resuni, alle pendici del monte Petroso, la vetta più alta del parco, mt 2249. da qui si può decidere se scendere per lo stesso sentiero o di ritornare percorrendo la splendida Valle Jannanghera. Durante tutto il percorso saranno possibili avvistamenti di Lupi, Orsi, Cervi, Caprioli, Aquila Reale.

Civitella – Camosciara 

Breve ma interessante escursione che raggiunge la zona più delicata del Parco, la Riserva Integrale della Camosciara. Il percorso si snoda tra l’altro sul vecchio tratturo Pescasseroli – Candela, e attraversando boschi, radure e piccoli torrenti che formano deliziose cascatelle, si apre con una spettacolare vista sull’anfiteatro della Camosciara, dove lo sguardo spazi tra arditi picchi rocciosi, habitat ideale del camoscio, secolari foreste di faggio e Pino Nero. Volgendo lo sguardo verso le cime sovrastanti non sarà difficile scorgere la sagoma inconfondibile dell’Aquila Reale. L’escursione prosegue percorrendo un facile sentiero che porta alle famose cascate.

La Sorgente Jannanghera 

Facile e gradevole escursione, che raggiunge in circa un’ora una deliziosa sorgente perenne che alimenta anche l’acquedotto di Civitella. Il percorso attraversa prati e boschi di faggio, regalando meravigliosi panorami sul lago di Barrea e sulle montagne l’avvistamento di branchi di cervo, al pascolo nelle radure nei pressi del lago. Raggiunta, la meta, ci si può rinfrescare nelle limpide e freschissime acque del torrente e magari prendere anche la tintarella sul prato antistante la sorgente, ma attenti a non distrarvi troppo, i vostri panini potrebbero far gola alla volpe che vive nei dintorni e che si è specializzata nel furto di panini altrui.

Colle Pizzuto 

Semplice e divertente passeggiata che dal paese porta a Colle Pizzuto. Il percorso, quasi totalmente in piano si sviluppa attraverso ampi prati un tempo coltivati dai Civitellesi. Durante il percorso  il lago di Barrea è sempre visibile, per cui il panorama che si offre alla vista è sempre stupendo. Non sarà difficile scorgere numerosi cervi che pascolano nelle radure, ma non si può escludere anche l’avvistamento di una fauna importante come il lupo o l’orso che si avvicinano alle sponde del lago per abbeverarsi. Giunti alle pendici del colle si può tentare una “scalata” anche con i bambini, che potranno vivere l’emozione della conquista di “Colle Pizzuto”.

Annunci