viaggi

laghetti alpini da vedere in svizzera

laghetti alpini

Decine di laghetti alpini in Svizzera attendono con la loro bellezza l’escursionista. Eccone alcuni per voi:

Salei

Salire a piedi o in funivia? Non ha importanza, in questo laghetto alpino il tempo sembra fermo e forse lo sono anche i pesci. Pescatore o curioso, una visita a questo laghetto situato in Valle Onsernone lascia incantati. Gli portivi possono salire a piedi da Comologno, chi preferisce una comoda funivia deve prenderla a Vergeletto.

Sfille

Gli ultimi metri del sentiero percorrono il greto del riale e poi, li davanti, appare questo piccolo gioiello alpino della Valle di Campo: un lago incontaminato, magico e decisamente rinfrescante. Fare un tuffo è stata un’idea coraggiosa. Per i più freddolosi meglio osservare gli alberi, il cielo e le mucche che brucano tranquillamente l’erba sulle rive dello specchio d’acqua.

Ritom

Solo un lago artificiale? No, 3 laghetti alpini da vedere assolutamente. Il Ritom, grande e con un sentiero didattico da percorrere tra larici e abeti, il Tom, piccolo e attorniato da pareti più ripide, e il Cadagno che è quasi unicum al mondo: in un solo specchio d’acqua racchiude 2 laghi posti uno sopra l’altro. E l’avventura inizia ancora prima di partire, mettendo piede sulla funicolare che è tra le più ripide al mondo.

Tremorgio

I primi 1.000 metri di dislivello li fa la teleferica che parte da Rodi-Fiesso, per tutti gli altri servono invece le gambe. Nel laghetto alpino i pesci non mancano e sulle sue rive c’è sempre posto per un pescatore. Salendo ancora un po’ si trovano la capanna del Leit e il laghetto del Campolungo con tutto il suo fascino.

Starlaresc

Partire da Brione Verzasca, sbuffare e sudare e poi arrivare a 1.875 metri di quota dove le vette sembrano a portata di mano. Di fronte al piccolo lago incastrato tra rocce stratificate e una vegetazione alpina, si presenta un panorama maestoso con montagne che toccano il cielo.

Annunci