ticino
Senza categoria

escursioni in Val di Blenio (parte 2)

ticino

5 escursioni stupende in Val di Blenio.

L’ORRIDO DEL SOSTO

Il percorso parte da Olivone-Posta e sale dalla vecchia mulattiera. Si raggiunge poi il villaggio di Campo di Blenio che in inverno si trasforma in una stazione sciistica ideale per le famiglie e si attraversa tutta la piana fino a raggiungere il nucleo di Aquilesco. Si può tornare fino ad Olivone in bus o percorrendo lo stesso sentiero. Un percorso per stimolare una riflessione su ciò che la gola del Sosto rappresentava ai tempi in cui era l’unico collegamento tra Olivone e il sopra Sosto.

TREKKING DEL SOLE

Un trekking di più giorni che visita incantevoli vallate, capanne, laghetti e si dirama ai piedi di vette e ghiacciai tra i più alti del Ticino, perfettamente servito da belle e curate capanne alpine custodite nel periodo estivo. le difficoltà sono di grado escursionistico; le tappe non sono mai lunghissime e c’è sempre la possibilità di entrare o uscire dal percorso del trekking. Parte di questo itinerario passa dal sentiero degli stambecchi.

VIA ALTA DELLA VAL CARASSINO

Un bellissimo percorso che si snoda interamente sulla cresta ovest della Val Carassino e porta alla capanna Adula CAS, attrezzato in occasione del 150° del CAS dalla sezione Ticino. L’itinerario parte dalla diga di Compietto, all’imbocco della Val Carassino e, seguendo i segnali bianco-blu sale fino alla capanna Adula. Non facile, mai banale, presenta alcuni passaggi esposti e scalini rocciosi più o meno difficili, attrezzati con corde metalliche, scalini e appigli. Il ritorno è previsto lungo la strada sterrata della Val Carassino. La via è percorribile nei due sensi.

ALLA SCOPERTA DI SELVAPIANA

Il nucleo di Selvapiana, dista circa 30 minuti a piedi dai grotti di Ludiano e sorprende per la presenza di diversi edifici di grande volumetria, a differenza dei classici rustici ticinesi, anch’essi presenti in loco. L’itinerario porta alla scoperta delle costruzioni rurali di una volta, raggiungendo poi Navone, antico nucleo di Semione e passando per le rovine del Castello di Serravalle. 

PERCORSO CELTICO IN VALLE MALVAGLIA

Da Malvaglia Chiesa il sentiero panoramico conduce a Montegreco passando per Prestinéi e permette di incontrare alcuni elementi naturali caratteristici come un castagno secolare, uno spruch e un masso arratico. Da Montegreco il sentiero celtico, che permette di congiungersi ed avvicinarsi alla natura, sale fino a Solgone. Sul percorso sono posate delle tavole informative riguardanti le misurazioni in Bovis per determinare la qualità delle fonti energetiche che questi luoghi sprigionano: un invito a chiudere gli occhi e percepire l’armonia. Il ritorno è previsto passando da Pontironetto e dalla vecchia mulattiera.

valle di blenio
viaggi

escursioni in valle di blenio

valle di blenio

Prime 4 escursioni che potrete fare in Valle di Blenio (Svizzera).

IL GIRO DELLA GREINA

Greina: la tundra ticinese. Paesaggio unico di straordinaria varietà di biotopi. Un mosaico naturale che non può lasciare indifferenti chi ama gli scenari alpini e i vasti spazi. L’altopiano si trova a circa 2.300 m, al confine tra Ticino e Grigioni ed è attraversato da sentieri antichi. Nella breve stagione estiva l’altopiano regala splendide fioriture e sono possibili incontri ravvicinati con marmotte e stambecchi. la Greina ha un arco naturale in pietra che si può raggiungere compiendo una deviazione (segnalata) del sentiero principale.

GIRO DEGLI ALPI DEL NARA

Il soleggiato anfiteatro del Nara è un gioiello che si trova nel cuore della Valle di Blenio. Il giro porta alla scoperta delle sue alpi. L’escursione circolare inizia a Cancorì, raggiungibile in seggiovia da Leontica; il sentiero conduce all’Alpe del Gualdo-Tarco per poi proseguire verso nord in località Pian Nara. Da qui, si può salire alla Bassa di Nara, punto di vista unico sulla Valle di Blenio e la Levantina. Il sentiero scende poi verso L’Alpe di Pian laghetto, l’Alpe Piandioss e l’omonima capanna e rientra a Cancorì passando da Gariva, da dove è possibile recarsi all’Alpe di Sorda, e da Pianezza.

SENTIERO DEGLI STAMBECCHI

Questo itinerario panoramico è molto variato e si dirama in un ambiente unico che colpisce l’escursionista per la sua bellezza. Collega le capanne Scaletta e Bovarina. Un passaggio tra le regioni del Luconagno e quelle della Greina e Valli dei Grigioni. Percorre il filo delle creste fino a sfiorare quota 3.000 m. È un sentiero di carattere alpino con un tratto dotato di corde fisse. Non è difficile e non bisogna arrampicarsi, presenta unicamente dei passaggi da affrontare con cautela. Ad inizio e fine stagione è utile informarsi sullo stato d’innevamento, dai giardiani delle capanne Scaletta e Bovarina.

GORDA – PUNTA DI LARESCA O “NIDO D’AQUILA”

È una facile escursione adatta a tutti per la primavera, l’estate e l’autunno. Una classica gita da fare anche con le ciaspole. L’itinerario parte dalla capanna Gorda, raggiungibile in auto in assenza di neve, che sorge su un ampio pascolo soleggiato. Durante l’inverno si parte da Pianezza di Laresca o da Camperio. La vista è spettacolare sul massiccio dell’Adula e su tutto il fondo valle. nel periodo estivo e autunnale si tengono, presso la capanna, delle notti d’osservazione delle stelle e vi è un progetto per la costruzione di un osservatorio astronomico.

 

treno panoramico
viaggi

ferrovia Vigezzina – Centovalli (treno panoramico)

treno panoramico

Uno dei treni panoramici da fare assolutamente è quello della Ferrovia Vigezzina – Centovalli. Lungo i binari ci si gode il risveglio della natura che nasconde anche piccoli borghi storici. All’arrivo, il Lago Maggiore si schiude alla vista come un fiore. Un viaggio lento e dolce attraverso la Valle Ossola, la Valle Vigezzo, Centovalli sui treni bianco e blu della storica ferrovia Vigezzina – Centovalli di uno spettacolo speciale. Scorrono davanti agli occhi i colori del risveglio della natura e i borghi storici come Orcesco, abbarbicato alla montagna, Gagnone e Santa Maria Maggiore, uno dei borghi più belli d’Italia per il suo centro storico, e Re, noto per il santuario della Madonna del Sangue. Si arriva a Locarno, sulla sponda svizzera del Lago Maggiore. 

IL VIAGGIO

52 km in circa 2 ore, biglietto a/r, valido 2 giorni, 25 euro, con possibilità di uno stop all’andata e uno al ritorno.

https://www.vigezzinacentovalli.com

 

viaggi

cosa fare a lugano con i bambini

Dovete andare a Lugano con dei bambini? Eccovi delle dritte, per sapere cosa fare!!!

BATTELLO

Lugano in battello è una bella alternativa alla passeggiata. Con i bambini, da non perdere è la fermata Melide, dove si trova Swissminiatur; in battello si può arrivare anche a Gandria e da qui esplorare il sentiero del lungolago, una camminata facile e adatta anche ai più piccoli.

SWISSMINIATUR

A Melide 14.000 mq di parco, raggiungibili in auto, treno o battello fanno la felicità dei più piccoli. Nel parco sono riprodotti fedelmente oltre 120 modelli in scala dei principali edifici e monumenti svizzeri. Inoltre, sfrecciano tra i monumenti trenini in miniatura che si alternano su 18 binari per un totale di 3.560 metri di ferrovia. I bimbi possono anche prendere parte ad una gita in treno per visitare alcuni laboratori; per i più piccini c’è un’area giochi.

FUNICOLARE

Un buon modo di visitare i dintorni di Lugano è una salita in funicolare: il monte Brè, per esempio, può essere un bel punto panoramico per guardare alla città, al lago e ai monti circostanti.

TRENINO TURISTICO FRECCIA ROSSA

Un divertente giro della città a bordo del trenino turistico La Freccia Rossa permette alle famiglie di ammirare comodamente seduti la città di Lugano e i suoi dintorni.

MUSEO IN ERBA

Riva Antonio Caccia 1, Central Park Galleria 1° piano

Interessantissimo museo per bambini che propone le mostre ideate da istituzioni svizzere ed europee attraverso percorsi didattici progettati su misura. Ai bambini dai 2 agli 11 anni è dedicato lo spazio atelier: qui si impara a familiarizzare con tecniche e materiali diversi, sotto la guida professionale di animatori specializzati. Nello spazio aggregativo genitori e figli possono godere momenti relax altamente educativi, grazie a giochi e libri a disposizione. Dalla collaborazione con Madamadoré, Motoperpetuo e Teatro d’Emergenza, nello spazio KidsArti le famiglie possono prendere parte a percorsi di cucina, musica, danza contemporanea e recitazione; per bambini da 1 anno in su.

lugano
viaggi

migliori hotel di Lugano

lugano

Ecco tutta per voi una selezione dei migliori hotel di Lugano:

HOTEL PESTALOZZI

Un hotel confortevole nel cuore della città; camere rinnovate e ristorante interno. Tariffe speciali per bambini fino a 12 anni.

Piazza indipendenza, 9

+41919214646

https://www.pestalozzi-lugano.ch

HOTEL GABBANI

Boutique hotel curato e gestito dalla famiglia Gabbani, è un albergo arredato con gusto che gode della vicinanza del ristorante omonimo, un vero salto nei piaceri del palato! Offre l’opportunità di 2 entrate giornalieri presso il centro SPA Splash and SPA & fit Center Rivera.

Piazza Cioccaro, 1

+41919213470

https://www.gabbani.com/hotel/

HOTEL BELLEVUE DU LAC (BET WESTERN)

Si trova lungo la passeggiata sul lago, gode di una vista piacevole sullo specchio d’acqua e sui monti. Ex art-museum, preserva negli arredi e nella struttura lo stile belle époque. Piscina, terrazza, ristorante.

Riva Antonio Caccia, 10

+41919943333

http://www.hotelbellevue.ch/en/index.php

LE RELAIS – GRAND HOTEL VILLA CASTAGNOLA AU LAC

Storico hotel della città di Lugano, accoglie i suoi ospiti dal 1885, affaccia sul lago ed è immerso in un parco verdissimo. Ha annesso un ristorante.

Viale Castagnola, 31

https://www.villacastagnola.com/it

HOTEL THE VIEW LUGANO

Vista mozzafiato dal Monte San Salvatore, 18 suite ed una spa lusso. Questo hotel 5 stelle è quanto si può desiderare per una vacanza romantica.

Via Guidino, 29 – Paradiso

+41912100000

viaggi

bar di Lugano

Vi parlo dei bar in cui fermarvi per un caffè o una merenda a Lugano.

RISTORANTE GRAN CAFFÈ AL PORTO

Per un caffè “da signori”, il Gran Cafè al Porto garantisce un tuffo nella storia e nell’eleganza. Ottimi i dolci e il caffè.

Piazza Bernardino Luini, 6

LAC CAFé BY GABBANI

Inaugurato nel 2015 al piano terra del LAC della famiglia Gabbani, già proprietaria di attività gastronomiche a Lugano, il caffè offre anche servizio di ristorante in pausa pranzo. Nei periodi estivi si può sostare all’esterno per un aperitivo vista lago.

Piazza Bernardino Luini, 6

https://www.gabbani.com

MÜNGER 

Tra le migliori pasticcerie storiche della città, il locale è anche tea-room. Ottimi i dolci anche in vetrina in eleganti confezioni.

Via Giacomo Luvini, 4

http://www.munger.ch/it_IT/

VANINI 1871 “DOLCE E CAFFÈ”

La storia della pasticceria Vanini risale alla fine dell’Ottocento e perdura tutt’oggi a testimonianza della qualità e del riconoscimento di cui ha sempre goduto; la sede di piazza Riforma venne aperta nel 1939, nel cuore del centro storico. Fiore all’occhiello della produzione sono il cacao e il cioccolato di alta qualità.

Piazza Riforma, 1

http://www.vanini1871.ch/it/home/

 

ristoranti
viaggi

ristoranti in cui mangiare a Lugano

ristoranti

COOP RISTORANTE LUGANO

Self  service all’ultimo piano del supermercato Coop, offre cucina svizzero – tedesca e ha una bella terrazza che dà sui tetti di Lugano.

Via Nassa, 22

https://www.coop.ch/it/acquisti/supermercato.html

RISTORANTE MANORA

Ottimo Self service all’interno del supermercato Manor, vi si accede sia dal supermercato sia dalla Salita Chiattone. Vasta scelta di cibi, molti vengono preparati al momento davanti ai clienti che possono scegliere gli ingredienti con cui condire la pasta, decorare la pizza o farcire le piadine personalizzando così il proprio menu. È un locale trendy frequentato anche da persone facoltose.

Salita M. e A. Chiattone, 10

https://www.manor.ch

BOTTEGONE DEL VINO

Locale trendy molto frequentato a pranzo, serve ottimi primi piatti e taglieri di salumi e formaggi accompagnati da vini pregiati serviti anche a bicchiere. Ha la particolarità di avere grandi tavoli comuni a cui fa sedere le persone in modo da occupare tutti i posti. Moto ben frequentato da professionisti, capita di incontrare personaggi famosi e del jet-set.

Via Massimiliano Magatti, 3

IL CLANDESTINO SUSHI

Sushi bar molto elegante dove si mangia in piedi. Per 14 franchi si può gustare un piatto del giorno caldo a base di  riso e servirsi a piacere tè caldo allo zenzero da un samovar. È frequentato da professionisti e da persone dell’alta società luganese.

Corso Elvezia, 13

http://sushiilclandestino.com

MARY

Storica pizzeria di Lugano, con tavolini all’aperto nella bella stagione. Rinomato per le ottime pizze e per la pasta, nel menù non mancano la frittura di pesce, la “viennese”, i bratwurst. Tra le specialità della casa i ditalini dello chef.

Piazza Rezzonico, 2

http://www.ristorantemary.ch

 

viaggi

il meglio di Lugano

lugano

Tutto ciò che voi dovete vedere se andate a Lugano.

LAC 

Inaugurato nel 2015, lo spazio polifunzionale di Lugano Arte e Cultura è una fucina di idee, progetti ed eventi, divenuto pinto di riferimento per la città e per la Svizzera.

LUNGOLAGO

Uno dei lungolaghi più estesi d’Europa, offre un’impagabile vista sul Ceresio e sui monti circostanti. Ideale dopo cena, per fare running o semplicemente godere di un po’ di fresco durante la calura estiva.

CENA IN UN GROTTO

Non sottovalutare l’esperienza di cenare in un grotto: simile alle nostre vecchie osterie, è però un ambiente tutto locale, autentico e genuino.

VIA NASSA

È la via dello shopping ma non solo: è molto gradevole e rilassante passeggiare lungo la via più importante della città e gustare un aperitivo o un gelato in piazza della Riforma.

CHIESA DI SANTA MARIA DEGLI ANGIOLI

Si trova in piazza Bernardino Luini, questo edificio cinquecentesco ospita il prezioso affresco dell’artista lombardo cui è intitolata la piazza.

ARCHITETTURE DI MARIO BOTTA

Un itinerario attraverso le sue opere, come per esempio la bella biblioteca del convento dei frati cappuccini nella Salita di Frati 4 e la fattoria Moncuchetto in via Crivelli Torricelli, nel quartiere Besso.

CASINÒ

Una delle attrazioni maggiori della città di Lugano, solo per maggiorenni.

SENTIERO DI GANDRIA

Un sentiero lungo il lago, con partenza da Monte Brè. Un tuffo nella macchia mediterranea.

MUSEO HERMAN HESSE

A Montagnola, ricavato nell’antica Torre Camuzzi, questo museo dedicato ad una delle personalità letterarie più controverse del Novecento, è parte integrante della storiza Casa Camuzzi di Montagnola, dove lo scrittore visse tra gli anni 1919 e 1931.

GRANDI MAGAZZINI MANOR

Un’esperienza tutta locale, con prodotti ticinesi e italiani. Vale la pena farci un giro per andare alla ricerca di leccornie made in Switzerland.

viaggi

cosa vedere a lugano (parte 3)

Guglielmo Tell

Vi parlo delle sculture che potete ammirare a Lugano:

OBELISCO piazza indipendenza

Monumento in memoria della battaglia avvenuta nel febbraio 1798 tra i “Volontari Luganesi” e i “Cisalpini”.

SPARTACO

Entrando a Palazzo Civico il visitatore è accolto, gettando lo sguardo sulla sinistra, dall’imponente statua rappresentante Spartaco, opera in marmo scolpita nel 1848 dall’artista di Ligornetto Vincenzo Vela.

EROS BENDATO

Si trova all’ente del turismo in Piazza della Riforma

WILLIAM TELL

All’entrata principale del Parco Civico, sul Lungolago, è collocata la statua del “Guglielmo Tell” di Vincenzo Vela, scolpita dall’artista di Ligornetto.

viaggi

cosa vedere a Lugano (parte 2)

villa ciani

In questo secondo articolo di Lugano, vi propongo i suoi parchi da vedere:

PARCO VILLA NEGONI, VEZIA

Il carattere fondamentale del giardino è la netta divisione dello spazio in sue parti con caratteristiche contrapposte: il giardino all’italiana e il parco all’inglese. Queste due parti si uniscono in modo armonico e offrono al visitatore la possibilità di ammirare scorci diversi in una passeggiata molto varia. L’ingresso è gratuito. Nei giorni festivi l’ingresso è possibile solo dalle entrate laterali a nord e a sud.

PARCO CIVICO CIANI

I sentieri si snodano attraverso lussureggianti aiuole di fiori, fiancheggiati da statue e fontane, nel contesto di un prato all’inglese meticolosamente curato. Il parco si suddivide in due zone. Alla prima, nei pressi di Villa Ciani, si accede attraverso l’ingresso principale alla fine della passeggiata lungolago. Questa zona presenta le caratteristiche di un giardino all’italiana e di un giardino all’inglese: lussureggianti aiuole di fiori si alternano  a superfici verdi, alberi e arbusti provenienti da tutti i paesi. La seconda zona si estende dalla darsena fino al fiume Cassarate ed è più selvaggio e naturale. Qui si trovano querce, tigli, platani e aceri, tutti tipici rappresentanti dei boschi ticinesi. In questa area boscosa potete trovare il parco giochi per bambini con numerose possibilità di gioco per bambini di tutte le età. Nel Parco Ciani sorgono inoltre diversi edifici: Villa Ciani, il Palazzo dei Congressi, la Darsena, il Museo di Storia Naturale e la Biblioteca cantonale. 

PARCO DEL TASSINO

il parco è famoso per la struttura in tipico stile di giardino inglese e per gli innumerevoli giardini di rose che qui vengono coltivate. Sulla cima della collina si trova la torre Enderlin, che deve il proprio nome alla famiglia a cui un tempo apparteneva il parco. Ai tavoli e sulle panchine davanti alla torre i visitatori possono rifocillarsi e fare uno spuntino all’ombra di alberi secolari.

PARCO SAN MICHELE

Il parco è un’area verde naturale di 12.000 mq. ed offre la vista panoramica più affascinante di tutta la città. I suoi sentieri conducono attraverso una tipica vegetazione meridionale.