viaggi

il meglio di Lugano

lugano

Tutto ciò che voi dovete vedere se andate a Lugano.

LAC 

Inaugurato nel 2015, lo spazio polifunzionale di Lugano Arte e Cultura è una fucina di idee, progetti ed eventi, divenuto pinto di riferimento per la città e per la Svizzera.

LUNGOLAGO

Uno dei lungolaghi più estesi d’Europa, offre un’impagabile vista sul Ceresio e sui monti circostanti. Ideale dopo cena, per fare running o semplicemente godere di un po’ di fresco durante la calura estiva.

CENA IN UN GROTTO

Non sottovalutare l’esperienza di cenare in un grotto: simile alle nostre vecchie osterie, è però un ambiente tutto locale, autentico e genuino.

VIA NASSA

È la via dello shopping ma non solo: è molto gradevole e rilassante passeggiare lungo la via più importante della città e gustare un aperitivo o un gelato in piazza della Riforma.

CHIESA DI SANTA MARIA DEGLI ANGIOLI

Si trova in piazza Bernardino Luini, questo edificio cinquecentesco ospita il prezioso affresco dell’artista lombardo cui è intitolata la piazza.

ARCHITETTURE DI MARIO BOTTA

Un itinerario attraverso le sue opere, come per esempio la bella biblioteca del convento dei frati cappuccini nella Salita di Frati 4 e la fattoria Moncuchetto in via Crivelli Torricelli, nel quartiere Besso.

CASINÒ

Una delle attrazioni maggiori della città di Lugano, solo per maggiorenni.

SENTIERO DI GANDRIA

Un sentiero lungo il lago, con partenza da Monte Brè. Un tuffo nella macchia mediterranea.

MUSEO HERMAN HESSE

A Montagnola, ricavato nell’antica Torre Camuzzi, questo museo dedicato ad una delle personalità letterarie più controverse del Novecento, è parte integrante della storiza Casa Camuzzi di Montagnola, dove lo scrittore visse tra gli anni 1919 e 1931.

GRANDI MAGAZZINI MANOR

Un’esperienza tutta locale, con prodotti ticinesi e italiani. Vale la pena farci un giro per andare alla ricerca di leccornie made in Switzerland.

Annunci
viaggi

cosa vedere a Lugano (parte 2)

villa ciani

In questo secondo articolo di Lugano, vi propongo i suoi parchi da vedere:

PARCO VILLA NEGONI, VEZIA

Il carattere fondamentale del giardino è la netta divisione dello spazio in sue parti con caratteristiche contrapposte: il giardino all’italiana e il parco all’inglese. Queste due parti si uniscono in modo armonico e offrono al visitatore la possibilità di ammirare scorci diversi in una passeggiata molto varia. L’ingresso è gratuito. Nei giorni festivi l’ingresso è possibile solo dalle entrate laterali a nord e a sud.

PARCO CIVICO CIANI

I sentieri si snodano attraverso lussureggianti aiuole di fiori, fiancheggiati da statue e fontane, nel contesto di un prato all’inglese meticolosamente curato. Il parco si suddivide in due zone. Alla prima, nei pressi di Villa Ciani, si accede attraverso l’ingresso principale alla fine della passeggiata lungolago. Questa zona presenta le caratteristiche di un giardino all’italiana e di un giardino all’inglese: lussureggianti aiuole di fiori si alternano  a superfici verdi, alberi e arbusti provenienti da tutti i paesi. La seconda zona si estende dalla darsena fino al fiume Cassarate ed è più selvaggio e naturale. Qui si trovano querce, tigli, platani e aceri, tutti tipici rappresentanti dei boschi ticinesi. In questa area boscosa potete trovare il parco giochi per bambini con numerose possibilità di gioco per bambini di tutte le età. Nel Parco Ciani sorgono inoltre diversi edifici: Villa Ciani, il Palazzo dei Congressi, la Darsena, il Museo di Storia Naturale e la Biblioteca cantonale. 

PARCO DEL TASSINO

il parco è famoso per la struttura in tipico stile di giardino inglese e per gli innumerevoli giardini di rose che qui vengono coltivate. Sulla cima della collina si trova la torre Enderlin, che deve il proprio nome alla famiglia a cui un tempo apparteneva il parco. Ai tavoli e sulle panchine davanti alla torre i visitatori possono rifocillarsi e fare uno spuntino all’ombra di alberi secolari.

PARCO SAN MICHELE

Il parco è un’area verde naturale di 12.000 mq. ed offre la vista panoramica più affascinante di tutta la città. I suoi sentieri conducono attraverso una tipica vegetazione meridionale.

 

Lac
viaggi

cosa vedere a Lugano (parte 1)

Lac

Vi indico qui di seguito i Musei da vedere a Lugano:

MASI – MUSEO D’ARTE DELLA SVIZZERA ITALIANA

Attualmente il MASI propone ai visitatori, in 2 località diverse, affascinanti viaggi alla scoperta dei mondi culturali radicati nella Regione. Entrambe le sedi rappresentano lo scenario ideale per  valorizzare le collezioni e le mostre temporanee. Nel Palazzo Reali, uno sfarzoso edificio rinascimentale con vivaci facciate gialle, vengono presentate su 3 piani opere che risalgono al periodo dal 1400 al 1850. Il nuovo LAC sul lago, un capolavoro anche dal punto di vista architettonico, si concentra sull’arte dal 1850 a oggi. Qui, grazie al teatro e alla sala concerti, il patrimonio culturale contemporaneo trova un ottimo palcoscenico.

MUSEO D’ARTE DELLA CITTà DI LUGANO

Il museo si trova all’interno di Villa Malpensata, costruita nel XVII secolo. Lo splendido edificio si è assunto la responsabilità di ampliare di continuo la collezione cittadina e di ospitare esposizioni dedicate all’arte e agli artisti del XX e XXI secolo. Un gran finale per ogni visita a Lugano.

EGO GALLERY

È pensata come un punto di incontro, di condivisione e di scambio artistico dove ogni amante dell’arte può trovare stimoli, propulsioni o un confronto emotivo e identitario con la creazione di oggi. È in particolare la street art protagonista di questo disegno, che si concretizza però nella sua più larga accezione. L’attenzione ai giovani artisti contemporanei, emergenti, ma non solo, l’importanza di un sostegno alle nuove generazioni artistiche, sono le preoccupazioni principali di questo progetto. Ego gallery si contraddistingue per l’organizzazione di progetti ad ampio respiro, che coinvolgono sia giovani artisti locali.

viaggi

Lugano, alcuni spunti di cosa fare

lugano

Lugano è la città più grande della regione di villeggiatura del Ticino, oltre ad essere il terzo polo finanziario e un importante centro  di congressi, banche e d’affari della Svizzera, è anche la città dei parchi e dei giardini fioriti, delle ville e degli edifici religiosi. Dall’alto delle due cime che dominano Lugano, i monti San Salvatore e Brè, si ammira il magnifico panorama sulla città, il lago e le montagne circostanti. Dal Monte Brè un sentiero a piedi scende fino al villaggio di Brè, che ha saputo conservare il suo fascino tipicamente ticinese, e aggiungendovi opere d’arte raffinate. Un’escursione che parte dal San Salvatore porta in basso al delizioso villaggio di Carona sul Lago di Lugano. Altre possibilità di escursioni conducono al villaggio di pescatori di Gandria, sul Monte San Giorgio o sul Monte Generoso, o al mondo lillipuziano di Swissminiatur a Melide.

IL MEGLIO

  • Parco Civico Ciani, affacciato sulle rive del Ceresio, luogo di tranquille passeggiate, dove non si può rimanere impassibili al fascino suscitato dagli imponenti alberi secolari.
  • Monte Brè (925 m), montagna di Lugano, con la funicolare che parte da sobborgo di Cassarate. Magnifica veduta sulla città, il lago e le montagne, fino al di là della frontiera.
  • Monte San Salvatore (912 m), possibilità di scendere dalla cima del “pan di zucchero” di Lugano-Paradiso (funicolare) per il sentiero panoramico fino a Carona e più lontano fino a Morcote.
  • Cattedrale di San Lorenzo, notevole edificio al di là della città vecchia, con facciata in stile rinascimento lombardo; all’interno sono conservati numerosi affreschi e preziose opere barocche.
  • Chiesa di Santa Maria degli Angioli, questa chiesa conventuale costruita verso il 1500 racchiude magnifici affreschi dei maestri del Rinascimento.
  • Museo Hermann Hesse a Montagnola, piccolo museo personale dello scrittore Hermann Hesse; il Ticinese d’adozione visse e scrisse per mezzo secolo nel sud della Svizzera.

 

sport adrenalinici
viaggi

sport adrenalinici da fare in ticino

sport adrenalinici

Il Ticino è un paradiso per gli sportivi che cercano emozioni e adrenalina. Dai fiumi alle pareti rocciose, dal cielo al lago, qualsiasi sia lo sport estremo qui si trova lo scenario giusto. Basta non dimenticarsi della sicurezza e tenere d’occhio acqua, fiumi e rocce.

Paracadute

Giacca, zaino, cintura, occhiali, casco e tanto coraggio. Cos’altro serve? Un aereo. E poi su, fino a 4.000 metri di quota, sopra le montagne, prima del salto che impaurisce e meraviglia contemporaneamente. Si sentiranno così anche gli uccelli?

Canyoning

Grazie ai suoi impetuosi fiumi e torrenti, il Ticino è ritenuto dagli specialisti uno fra i più bei luoghi al mondo.

http://ticino.ch/gole

Kayak

Vuoi affrontare un fiume senza paura tra spruzzi e rapide, facendo slalom tra i sassi? Seduto in un kayak potrai scoprire il nuovo volto di un fiume. Che sia il Ticino, la Verzasca o la Maggia qui ti attende tanta acqua fresca. Fissi la GoPro sull’elmetto: ti serviranno delle belle immagini per raccontare la tua esperienza.

Parapendio

Chi non si è mai chiesto cosa si prova a volare? Basta salire su una montagna ticinese, trovare un istruttore e via: con un volo in tandem anche i principianti possono scoprirlo. Agli esperti, invece, non dobbiamo dire niente: loro sanno che il Ticino è il luogo ideale per spiccare il volo.

Arrampicata

Non solo bouldering: il Ticino è ricco di pareti che aspettano soltanto di essere scalate. I Denti della Vecchia in Val Colla o le rocce sopra Ponte Brolla: la location c’è, bisogna portare soltanto la corda da arrampicata, i morsetti, il casco, le scarpe e la prudenza.

viaggi

cosa comprare assolutamente in Ticino

3 prodotti da avere

lago, bosco, montagna. Sono gli ingredienti principali del Ticino e anche dei sapori naturali Soalp. 3 distinti saponi a base di olio extravergine di oliva e olio di cocco per catturare le essenze e i profumi del territorio grazie al miele di castagno, al rosmarino biologico e agli oli essenziali di lavanda e abete rosso.

http://soalp.ch

“Al cent per cent malcantones!” Lo sono le rose prodotte nel Malcantone. Oggi a Neggio, nel negozio dove il nonno teneva le motociclette, si trovano fiori stagionali a km 0.

http://www.rosemalcantone.ch

Officine federali: nome che richiama alla mente la  resistenza, la praticità e la precisione delle ferrovie federali elvetiche. Da Genestrerio però non parte nessun treno, bensì borse e zaini in cuoio, costruiti artigianalmente per resistere al tempo portando eleganza e funzionalità.

https://officinefederali.com

5 prodotti da gustare

chi non ha mai bevuto uno sciroppo di sambuco? E se ci aggiungessimo una lieve gradazione alcolica, se mettessimo la bottiglietta al fresco e la bevessimo in una bella giornata di sole?  Sambì rivisita la ricetta dello sciroppo che ogni nonna ticinese ha preparato almeno una volta.

http://sambi.bio

Volete un dolce capace di sintetizzare Ascona e Locarno fin dal primo morso? Ecco il Praliné Camelia. Il cioccolatino creato dalla pasticceria Marnin in città vecchia a Locarno racchiude un cuore di tè verde del Monte Verità, dove c’è l’unica piantagione in Europa. Arte da gustare.

https://www.marnin.ch

Il tofu ticinese? Esiste e viene prodotto sul Piano di Magadino con soja al 100% ticinese. L’azienda TiGusto di Gerra Piano è un laboratorio di artigianato alimentare ed è l’unica a creare tofu e altri prodotti bio con materie prime del territorio.

https://www.tigusto.ch

Melissa, menta e salvia: le erbe del Ticino in una bevanda digestiva e rinfrescante. La Tisana Olivone racchiude la qualità e la freschezza delle erbe aromatiche. Coltivate seguendo l’agricoltura naturale, vengono poi raccolte, essiccatem tagliate e miscelate.

http://www.erbeticino.ch/erbe/

Bacche fresche, marmellate di mirtilli, more e ribes oppure aceto di lamponi e liquori. Bert’s Berries è un’azienda bilogica di piccoli frutti di Sessa. Dal Malcantone fornisce bacche fresche (in estate) e prodotti trasformati in Ticino e in Svizzera.

http://www.bertsberries.ch