porto ceresio
viaggi

alla scoperta del lago di Lugano

porto ceresio

L’itinerario alla scoperta del lago di Lugano (o Ceresio) e dei suoi dintorni inizia dalla pittoresca Lavena Ponte Tresa, proprio al confine con la vicina Svizzera e anche punto di partenza della Via Francisa del Lucomagno. Uno dei luoghi più fascinosi, intriganti e poetici è lo stretto di Lavena con i suoi tipici ristoranti, dal quale proseguire fino a Porto Ceresio, un bel borgo affacciato sulle acque del lago, che vanta architetture di grande fascino e due curiosi musei. Da non perdere la bellissima passeggiata sul lungolago, addentrandosi poi per le stradine del borgo e fermarsi nel dehors di uno dei caratteristici caffè. Oppure si può risalire lungo i sentieri che portano ai punti panoramici e alla scoperta delle trincee della Linea Cadorna. Da qui ci si può dirigere verso nord verso Cuasso al Monte, località immersa nel verde di pinete e castagneti, luogo di partenza per escursioni sul Monte Piambello, che offre scorci paesaggistici di grande bellezza e numerose testimonianze del sistema difensivo della Linea Cadorna. proseguendo verso la Valganna si incrocia il sdelizioso paese dipinto di Boarezzo e a valle lo storico maglio di Ghirla e la Badia di Ganna. Ci si muove poi verso Besano, dove il Museo Civico dei Fossili mostra i più importanti reperti rinvenuti sul monte San Giorgio, sul confine italo-svizzero: si tratta di un sito fossilifero di rilevanza mondiale che ha permesso di studiare l’evoluzione di molti gruppi di organismi vissuti in un ambiente marino risalente a 247-235 milioni di anni fa. oggi il sito – sia il versante svizzero, sia quello italiano – è tutelato dall’Unesco. Questo percorso prosegue poi alla volta di Viggiù, con il suo bellissimo centro storico, caratterizzato da piccole e preziose chiese e da grandi e aperti cortili in cui un tempo lavoravano le maestranze di scalpellini. A loro e alla loro attività è dedicato il Museo dei Picassas. Degni di nota anche i Musei Civici Viggiutesi, tra cui la casa-museo di Enrico Butti. Da Viggiù si può intraprendere la salita al monte Pravello e al monte Orsa, che offrono una vista meravigliosa sulla Valceresio e il Canton Ticino; oppure ci si può spingere fino a Bisuschio per ammirare la rinascimentale villa Cicogna Mozzoni, e passare poi dall’antica pieve di Arcisate fino a Induno Olona, dove si può visitare  il Birrificio Poretti, importante esempio di architettura industriale in stile liberty tedesco e la cappella di S.Pietro in Silvis.

lugano
viaggi

migliori hotel di Lugano

lugano

Ecco tutta per voi una selezione dei migliori hotel di Lugano:

HOTEL PESTALOZZI

Un hotel confortevole nel cuore della città; camere rinnovate e ristorante interno. Tariffe speciali per bambini fino a 12 anni.

Piazza indipendenza, 9

+41919214646

https://www.pestalozzi-lugano.ch

HOTEL GABBANI

Boutique hotel curato e gestito dalla famiglia Gabbani, è un albergo arredato con gusto che gode della vicinanza del ristorante omonimo, un vero salto nei piaceri del palato! Offre l’opportunità di 2 entrate giornalieri presso il centro SPA Splash and SPA & fit Center Rivera.

Piazza Cioccaro, 1

+41919213470

https://www.gabbani.com/hotel/

HOTEL BELLEVUE DU LAC (BET WESTERN)

Si trova lungo la passeggiata sul lago, gode di una vista piacevole sullo specchio d’acqua e sui monti. Ex art-museum, preserva negli arredi e nella struttura lo stile belle époque. Piscina, terrazza, ristorante.

Riva Antonio Caccia, 10

+41919943333

http://www.hotelbellevue.ch/en/index.php

LE RELAIS – GRAND HOTEL VILLA CASTAGNOLA AU LAC

Storico hotel della città di Lugano, accoglie i suoi ospiti dal 1885, affaccia sul lago ed è immerso in un parco verdissimo. Ha annesso un ristorante.

Viale Castagnola, 31

https://www.villacastagnola.com/it

HOTEL THE VIEW LUGANO

Vista mozzafiato dal Monte San Salvatore, 18 suite ed una spa lusso. Questo hotel 5 stelle è quanto si può desiderare per una vacanza romantica.

Via Guidino, 29 – Paradiso

+41912100000

ristoranti
viaggi

ristoranti in cui mangiare a Lugano

ristoranti

COOP RISTORANTE LUGANO

Self  service all’ultimo piano del supermercato Coop, offre cucina svizzero – tedesca e ha una bella terrazza che dà sui tetti di Lugano.

Via Nassa, 22

https://www.coop.ch/it/acquisti/supermercato.html

RISTORANTE MANORA

Ottimo Self service all’interno del supermercato Manor, vi si accede sia dal supermercato sia dalla Salita Chiattone. Vasta scelta di cibi, molti vengono preparati al momento davanti ai clienti che possono scegliere gli ingredienti con cui condire la pasta, decorare la pizza o farcire le piadine personalizzando così il proprio menu. È un locale trendy frequentato anche da persone facoltose.

Salita M. e A. Chiattone, 10

https://www.manor.ch

BOTTEGONE DEL VINO

Locale trendy molto frequentato a pranzo, serve ottimi primi piatti e taglieri di salumi e formaggi accompagnati da vini pregiati serviti anche a bicchiere. Ha la particolarità di avere grandi tavoli comuni a cui fa sedere le persone in modo da occupare tutti i posti. Moto ben frequentato da professionisti, capita di incontrare personaggi famosi e del jet-set.

Via Massimiliano Magatti, 3

IL CLANDESTINO SUSHI

Sushi bar molto elegante dove si mangia in piedi. Per 14 franchi si può gustare un piatto del giorno caldo a base di  riso e servirsi a piacere tè caldo allo zenzero da un samovar. È frequentato da professionisti e da persone dell’alta società luganese.

Corso Elvezia, 13

http://sushiilclandestino.com

MARY

Storica pizzeria di Lugano, con tavolini all’aperto nella bella stagione. Rinomato per le ottime pizze e per la pasta, nel menù non mancano la frittura di pesce, la “viennese”, i bratwurst. Tra le specialità della casa i ditalini dello chef.

Piazza Rezzonico, 2

http://www.ristorantemary.ch

 

viaggi

cosa vedere a lugano (parte 3)

Guglielmo Tell

Vi parlo delle sculture che potete ammirare a Lugano:

OBELISCO piazza indipendenza

Monumento in memoria della battaglia avvenuta nel febbraio 1798 tra i “Volontari Luganesi” e i “Cisalpini”.

SPARTACO

Entrando a Palazzo Civico il visitatore è accolto, gettando lo sguardo sulla sinistra, dall’imponente statua rappresentante Spartaco, opera in marmo scolpita nel 1848 dall’artista di Ligornetto Vincenzo Vela.

EROS BENDATO

Si trova all’ente del turismo in Piazza della Riforma

WILLIAM TELL

All’entrata principale del Parco Civico, sul Lungolago, è collocata la statua del “Guglielmo Tell” di Vincenzo Vela, scolpita dall’artista di Ligornetto.

viaggi

cosa vedere a Lugano (parte 2)

villa ciani

In questo secondo articolo di Lugano, vi propongo i suoi parchi da vedere:

PARCO VILLA NEGONI, VEZIA

Il carattere fondamentale del giardino è la netta divisione dello spazio in sue parti con caratteristiche contrapposte: il giardino all’italiana e il parco all’inglese. Queste due parti si uniscono in modo armonico e offrono al visitatore la possibilità di ammirare scorci diversi in una passeggiata molto varia. L’ingresso è gratuito. Nei giorni festivi l’ingresso è possibile solo dalle entrate laterali a nord e a sud.

PARCO CIVICO CIANI

I sentieri si snodano attraverso lussureggianti aiuole di fiori, fiancheggiati da statue e fontane, nel contesto di un prato all’inglese meticolosamente curato. Il parco si suddivide in due zone. Alla prima, nei pressi di Villa Ciani, si accede attraverso l’ingresso principale alla fine della passeggiata lungolago. Questa zona presenta le caratteristiche di un giardino all’italiana e di un giardino all’inglese: lussureggianti aiuole di fiori si alternano  a superfici verdi, alberi e arbusti provenienti da tutti i paesi. La seconda zona si estende dalla darsena fino al fiume Cassarate ed è più selvaggio e naturale. Qui si trovano querce, tigli, platani e aceri, tutti tipici rappresentanti dei boschi ticinesi. In questa area boscosa potete trovare il parco giochi per bambini con numerose possibilità di gioco per bambini di tutte le età. Nel Parco Ciani sorgono inoltre diversi edifici: Villa Ciani, il Palazzo dei Congressi, la Darsena, il Museo di Storia Naturale e la Biblioteca cantonale. 

PARCO DEL TASSINO

il parco è famoso per la struttura in tipico stile di giardino inglese e per gli innumerevoli giardini di rose che qui vengono coltivate. Sulla cima della collina si trova la torre Enderlin, che deve il proprio nome alla famiglia a cui un tempo apparteneva il parco. Ai tavoli e sulle panchine davanti alla torre i visitatori possono rifocillarsi e fare uno spuntino all’ombra di alberi secolari.

PARCO SAN MICHELE

Il parco è un’area verde naturale di 12.000 mq. ed offre la vista panoramica più affascinante di tutta la città. I suoi sentieri conducono attraverso una tipica vegetazione meridionale.

 

Lac
viaggi

cosa vedere a Lugano (parte 1)

Lac

Vi indico qui di seguito i Musei da vedere a Lugano:

MASI – MUSEO D’ARTE DELLA SVIZZERA ITALIANA

Attualmente il MASI propone ai visitatori, in 2 località diverse, affascinanti viaggi alla scoperta dei mondi culturali radicati nella Regione. Entrambe le sedi rappresentano lo scenario ideale per  valorizzare le collezioni e le mostre temporanee. Nel Palazzo Reali, uno sfarzoso edificio rinascimentale con vivaci facciate gialle, vengono presentate su 3 piani opere che risalgono al periodo dal 1400 al 1850. Il nuovo LAC sul lago, un capolavoro anche dal punto di vista architettonico, si concentra sull’arte dal 1850 a oggi. Qui, grazie al teatro e alla sala concerti, il patrimonio culturale contemporaneo trova un ottimo palcoscenico.

MUSEO D’ARTE DELLA CITTà DI LUGANO

Il museo si trova all’interno di Villa Malpensata, costruita nel XVII secolo. Lo splendido edificio si è assunto la responsabilità di ampliare di continuo la collezione cittadina e di ospitare esposizioni dedicate all’arte e agli artisti del XX e XXI secolo. Un gran finale per ogni visita a Lugano.

EGO GALLERY

È pensata come un punto di incontro, di condivisione e di scambio artistico dove ogni amante dell’arte può trovare stimoli, propulsioni o un confronto emotivo e identitario con la creazione di oggi. È in particolare la street art protagonista di questo disegno, che si concretizza però nella sua più larga accezione. L’attenzione ai giovani artisti contemporanei, emergenti, ma non solo, l’importanza di un sostegno alle nuove generazioni artistiche, sono le preoccupazioni principali di questo progetto. Ego gallery si contraddistingue per l’organizzazione di progetti ad ampio respiro, che coinvolgono sia giovani artisti locali.

lugano
viaggi

escursioni da fare a Lugano

lugano

Eccovi una guida sulle migliori escursioni da fare a Lugano.

MONTE BRÈ

Le funicolari partono dalla periferia di Lugano e circolano in 2 sezioni verso il Monte Brè, montagna panoramica sul bacino del lago e sulla città pullulante. È ritenuta la montagna più soleggiata della Svizzera, probabilmente per questo qui cresce la rosa di natale, un fiore raro e protetto che attecchisce altrimenti solo nell’Europa meridionale. Arrivati in cima, bisognerebbe subito soffermarsi. Le discese al Lago o a Lugano, attraversando sempre il paese di Brè, sono in parte piuttosto ripide, come pure il sentiero didattico “Natura e Archeologia” che porta a Gandria. Il paesino romantico di Brè, con i suoi grotti, ha conservato il carattere di un insediamento rurale e si è arricchito man mano di numerose opere d’arte.

SENTIERO DELL’OLIVO

Un itinerario affacciato sul Lago di Lugano, dove apprezzare un paesaggio già mediterraneo. Il sentiero si snoda tra Castagnola e Gandria e attraversa resti di antichi oliveti e nuove zone dove è stata reintrodotta la coltivazione di questa preziosa pianta.

SAN SALVATORE IL PAN DI ZUCCHERO

Dal 1890 la funicolare della frazione Paradiso agevola il superamento dei 600 m di altezza per raggiungere la vetta. Dal tetto della chiesa, sulla cima del San Salvatore, si può godere di una vista sul Ticino meridionale. Una via ferrata alquanto difficile, dalla stazione intermedia, il museo della ricerca sui fossili e sulle grotte, il giardino di azalee Parco San Grato a Carona nonché la famosa escursione in cresta di 3 ore fino a Morcote completano l’esperienza da vivere sul Monte San Salvatore.

 

 

 

viaggi

Lugano, alcuni spunti di cosa fare

lugano

Lugano è la città più grande della regione di villeggiatura del Ticino, oltre ad essere il terzo polo finanziario e un importante centro  di congressi, banche e d’affari della Svizzera, è anche la città dei parchi e dei giardini fioriti, delle ville e degli edifici religiosi. Dall’alto delle due cime che dominano Lugano, i monti San Salvatore e Brè, si ammira il magnifico panorama sulla città, il lago e le montagne circostanti. Dal Monte Brè un sentiero a piedi scende fino al villaggio di Brè, che ha saputo conservare il suo fascino tipicamente ticinese, e aggiungendovi opere d’arte raffinate. Un’escursione che parte dal San Salvatore porta in basso al delizioso villaggio di Carona sul Lago di Lugano. Altre possibilità di escursioni conducono al villaggio di pescatori di Gandria, sul Monte San Giorgio o sul Monte Generoso, o al mondo lillipuziano di Swissminiatur a Melide.

IL MEGLIO

  • Parco Civico Ciani, affacciato sulle rive del Ceresio, luogo di tranquille passeggiate, dove non si può rimanere impassibili al fascino suscitato dagli imponenti alberi secolari.
  • Monte Brè (925 m), montagna di Lugano, con la funicolare che parte da sobborgo di Cassarate. Magnifica veduta sulla città, il lago e le montagne, fino al di là della frontiera.
  • Monte San Salvatore (912 m), possibilità di scendere dalla cima del “pan di zucchero” di Lugano-Paradiso (funicolare) per il sentiero panoramico fino a Carona e più lontano fino a Morcote.
  • Cattedrale di San Lorenzo, notevole edificio al di là della città vecchia, con facciata in stile rinascimento lombardo; all’interno sono conservati numerosi affreschi e preziose opere barocche.
  • Chiesa di Santa Maria degli Angioli, questa chiesa conventuale costruita verso il 1500 racchiude magnifici affreschi dei maestri del Rinascimento.
  • Museo Hermann Hesse a Montagnola, piccolo museo personale dello scrittore Hermann Hesse; il Ticinese d’adozione visse e scrisse per mezzo secolo nel sud della Svizzera.