lago di como
viaggi

borghi da vedere in lombardia (parte 3)

lago di como

Ultimi due paesi da visitare in Lombardia.

TIGNALE

Si trova in splendida posizione sul lago di Garda, all’interno del Parco Alto Garda Bresciano, su un altopiano di ulivi e frutteti, si compone di 6 frazioni, con scorci sull’ampio panorama del lago. Oltre il capoluogo, una ripida strada porta quasi sulla cima del monte Cas, dove sorge il santuario della Madonna di Monte Castello, noto per la bellezza architettonica e artistica e meta di pellegrinaggio. Dagli uliveti si ottiene, ancora secondo il metodo tradizionale, il tipico olio extravergine di oliva Garda DOP prodotto nel locale oleificio. Il Pra de la Fam, il porto di Tignale, conserva un esempio di limonaia.

DA NON PERDERE

Il Museo del parco che documenta i numerosi motivi di interesse naturalistico e paesaggistico che caratterizzano il territorio. La chiesa di San Pietro, un piccolo museo con tombe altomedioevali. San Giorgio in Varola, sito archeologico in cui sono ancora visibili tracce di affreschi. I mercati medievali si susseguono periodicamente da giugno ad agosto.

TORNO

Conserva le caratteristiche del borgo medievale, con alcune significative sopravvivenze architettoniche: nella parte bassa dell’abitato, affacciata sul grazioso porticciolo, la parrocchia di Santa Tecla, con tratti rinascimentali e un importante affresco del 1500. All’interno, il cosiddetto “Uomo dei dolori”, e un coevo compianto in legno scolpito; nella parte alta invece, la trecentesca chiesa di San Giovanni, con un bel campanile romanico e un portale rinascimentale in marmo con statue e rilievi.

DA NON PERDERE

La Villa Pliniana, elegante costruzione ancorata alla roccia e affacciata sul lago. Sempre il lago di Como offre alcune specialità di pesce assai succulente, come gli agomi, i lavarelli e i persici, cucinati fritti o marinati.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.