ticino
Senza categoria

escursioni in Val di Blenio (parte 2)

ticino

5 escursioni stupende in Val di Blenio.

L’ORRIDO DEL SOSTO

Il percorso parte da Olivone-Posta e sale dalla vecchia mulattiera. Si raggiunge poi il villaggio di Campo di Blenio che in inverno si trasforma in una stazione sciistica ideale per le famiglie e si attraversa tutta la piana fino a raggiungere il nucleo di Aquilesco. Si può tornare fino ad Olivone in bus o percorrendo lo stesso sentiero. Un percorso per stimolare una riflessione su ciò che la gola del Sosto rappresentava ai tempi in cui era l’unico collegamento tra Olivone e il sopra Sosto.

TREKKING DEL SOLE

Un trekking di più giorni che visita incantevoli vallate, capanne, laghetti e si dirama ai piedi di vette e ghiacciai tra i più alti del Ticino, perfettamente servito da belle e curate capanne alpine custodite nel periodo estivo. le difficoltà sono di grado escursionistico; le tappe non sono mai lunghissime e c’è sempre la possibilità di entrare o uscire dal percorso del trekking. Parte di questo itinerario passa dal sentiero degli stambecchi.

VIA ALTA DELLA VAL CARASSINO

Un bellissimo percorso che si snoda interamente sulla cresta ovest della Val Carassino e porta alla capanna Adula CAS, attrezzato in occasione del 150° del CAS dalla sezione Ticino. L’itinerario parte dalla diga di Compietto, all’imbocco della Val Carassino e, seguendo i segnali bianco-blu sale fino alla capanna Adula. Non facile, mai banale, presenta alcuni passaggi esposti e scalini rocciosi più o meno difficili, attrezzati con corde metalliche, scalini e appigli. Il ritorno è previsto lungo la strada sterrata della Val Carassino. La via è percorribile nei due sensi.

ALLA SCOPERTA DI SELVAPIANA

Il nucleo di Selvapiana, dista circa 30 minuti a piedi dai grotti di Ludiano e sorprende per la presenza di diversi edifici di grande volumetria, a differenza dei classici rustici ticinesi, anch’essi presenti in loco. L’itinerario porta alla scoperta delle costruzioni rurali di una volta, raggiungendo poi Navone, antico nucleo di Semione e passando per le rovine del Castello di Serravalle. 

PERCORSO CELTICO IN VALLE MALVAGLIA

Da Malvaglia Chiesa il sentiero panoramico conduce a Montegreco passando per Prestinéi e permette di incontrare alcuni elementi naturali caratteristici come un castagno secolare, uno spruch e un masso arratico. Da Montegreco il sentiero celtico, che permette di congiungersi ed avvicinarsi alla natura, sale fino a Solgone. Sul percorso sono posate delle tavole informative riguardanti le misurazioni in Bovis per determinare la qualità delle fonti energetiche che questi luoghi sprigionano: un invito a chiudere gli occhi e percepire l’armonia. Il ritorno è previsto passando da Pontironetto e dalla vecchia mulattiera.

valle di blenio
viaggi

escursioni in valle di blenio

valle di blenio

Prime 4 escursioni che potrete fare in Valle di Blenio (Svizzera).

IL GIRO DELLA GREINA

Greina: la tundra ticinese. Paesaggio unico di straordinaria varietà di biotopi. Un mosaico naturale che non può lasciare indifferenti chi ama gli scenari alpini e i vasti spazi. L’altopiano si trova a circa 2.300 m, al confine tra Ticino e Grigioni ed è attraversato da sentieri antichi. Nella breve stagione estiva l’altopiano regala splendide fioriture e sono possibili incontri ravvicinati con marmotte e stambecchi. la Greina ha un arco naturale in pietra che si può raggiungere compiendo una deviazione (segnalata) del sentiero principale.

GIRO DEGLI ALPI DEL NARA

Il soleggiato anfiteatro del Nara è un gioiello che si trova nel cuore della Valle di Blenio. Il giro porta alla scoperta delle sue alpi. L’escursione circolare inizia a Cancorì, raggiungibile in seggiovia da Leontica; il sentiero conduce all’Alpe del Gualdo-Tarco per poi proseguire verso nord in località Pian Nara. Da qui, si può salire alla Bassa di Nara, punto di vista unico sulla Valle di Blenio e la Levantina. Il sentiero scende poi verso L’Alpe di Pian laghetto, l’Alpe Piandioss e l’omonima capanna e rientra a Cancorì passando da Gariva, da dove è possibile recarsi all’Alpe di Sorda, e da Pianezza.

SENTIERO DEGLI STAMBECCHI

Questo itinerario panoramico è molto variato e si dirama in un ambiente unico che colpisce l’escursionista per la sua bellezza. Collega le capanne Scaletta e Bovarina. Un passaggio tra le regioni del Luconagno e quelle della Greina e Valli dei Grigioni. Percorre il filo delle creste fino a sfiorare quota 3.000 m. È un sentiero di carattere alpino con un tratto dotato di corde fisse. Non è difficile e non bisogna arrampicarsi, presenta unicamente dei passaggi da affrontare con cautela. Ad inizio e fine stagione è utile informarsi sullo stato d’innevamento, dai giardiani delle capanne Scaletta e Bovarina.

GORDA – PUNTA DI LARESCA O “NIDO D’AQUILA”

È una facile escursione adatta a tutti per la primavera, l’estate e l’autunno. Una classica gita da fare anche con le ciaspole. L’itinerario parte dalla capanna Gorda, raggiungibile in auto in assenza di neve, che sorge su un ampio pascolo soleggiato. Durante l’inverno si parte da Pianezza di Laresca o da Camperio. La vista è spettacolare sul massiccio dell’Adula e su tutto il fondo valle. nel periodo estivo e autunnale si tengono, presso la capanna, delle notti d’osservazione delle stelle e vi è un progetto per la costruzione di un osservatorio astronomico.