giordania
viaggi

Giordania: cosa vedere a Umm qais e Ajlun

giordania

Vi indico posti unici ed esclusivi da vedere in Giordania. Specificamente a Umm qais e Ajlun.

UMM QAIS

Vanta una splendida terrazza colonnata e le rovine di 2 teatri. Concedetevi una cena sulla terrazza di un ottimo ristorante e godetevi la vista mozzafiato su 3 nazioni diverse.

DA VEDERE

I principali punti d’interesse sono le rovine della città romana, con il Teatro Occidentale, la strada colonnata, il mausoleo e i bagni termali. Il Museo di Umm Qais custodisce manufatti, mosaici e statue.

AJLUN

Il suo castello costruito per sorvegliare le miniere di ferro di Ajlun e di fronteggiare l’avanzata dei crociati, grazie al controllo delle 3 principali rotte che conducono alla Valle del Giordano e proteggendo le vie di comunicazione tra Giordania e Siria. Uno splendido esempio di architettura islamica, la fortezza domina un’ampia striscia di terra nella zona settentrionale della Valle del Giordano. Nelle vicinanze di Ajlun si trova Anjara, luogo di pellegrinaggio cristiano dove Gesù Cristo, i suoi discepoli e sua madre Maria soggiornarono in una grotta, ora commemorata dalla Chiesa di Nostra Signora della Montagna.

terra santa
viaggi

riserve naturali da vedere in Giordania

terra santa

In Giordania gli amanti della natura possono scegliere tra numerose destinazioni da scoprire, grazie all’ampia scelta di riserve naturali.

LA RISERVA PALUDOSA DI AZRAQ

Oasi paludosa unica nel suo genere situata nel cuore del deserto orientale della Giordania, dove ogni anno stormi di uccelli sostano per riposare nel lungo viaggio migratorio tra Asia e Africa. Alcuni si fermano per tutto l’inverno, altri scelgono di riprodursi nelle aree protette della palude. Le sue attrazioni comprendono specchi d’acqua naturali e bacini di antica costruzione, una palude inondata stagionalmente e una vasta pianura fangosa nota come Qa Al-Azraq.

LA RISERVA DI SHAWMARI

Orici, struzzi, gazzelle e onagri stanno ripopolando questo angolo di paradiso protetto. La riserva, che si estende per 22 km, ospita e protegge alcune tra le specie animali più rare del Medio Oriente.

LA RISERVA BIOSFERA DI DANA

Caratterizzata da una catena di vallate e montagne. Chi visita questo luogo resterà stupefatto dalla bellezza del Monte Rummana, dalla serenità senza tempo del villaggio di Dana, dalla maestosità delle rupi in arenaria rosse e bianche di Wadi Dana, e da mistero racchiuso tra le rovine di Feynan, dove le stelle brillano più che in ogni altra parte del mondo.

LA RISERVA NATURALE DI AJLUN

Zona collinare ricoperta di boschi di querce sempreverdi inframezzate da piante di pistacchi, carrube e fragole. In primavera, ci sono molti fiori multicolori.

LA RISERVA DELLA FORESTA DI DIBEEN

Si estende su un’area di 60 km, e ospita un habitat incontaminato prevalentemente occupato da querce. L’intera foresta di Dibeen si estende su ripidi perndii do rocce calcaree o gessose.

terra santa
viaggi

cosa vedere a Madaba Monte Nebo

terra santa

Madaba è uno dei posti più suggestivi della Terra Santa. Qui troverete numerosi monumenti da ammirare, dalla Chiesa Greco Ortodossa di San Giorgio, al Parco Archeologico che ospita il Madaba Institute for Mosaic Art and Restoration, l’accademia che forma artigiani in grado di realizzare, riparare e restaurare mosaici.

DA VEDERE

  • St.George’s Church/Chiesa di San Giorgio;
  • Madaba Archeological Museum/Museo Archeologico di Madaba;
  • Madaba Folkloric Museum/Museo del Folclore di Madaba;
  • Madaba Archeological Park/Parco Archeologico di Madaba;
  • Church of the Apostles/Chiesa degli Apostoli;
  • Madaba Institute for Mosaic Art and Restoration.

MONTE NEBO

Si pensa che qui fu seppellito Mosè; sicuramente è il luogo sacro più venerato della Giordania. Una volta giunti in cima, è possibile ammirare, il vasto panorama che comprende la Valle del Giordano, il Mar Morto, Gerico e Gerusalemme. La prima chiesa sul Monte Nebo è stata costruita per segnalare il luogo della morte di Mosè.

DA VEDERE

Nella basilica del memoriale di Mosè è possibile ammirare un gran numero di mosaici. La Croce in ottone con il serpente, che si erge fuori del santuario, simboleggia il serpente che Mosè forgiò nel deserto e la croce su cui fu crocifisso Gesù.

girodania
viaggi

cosa vedere in Amman capitale della Giordania

girodania

Amman è una città vasta e cosmopolita con un ampia scelta di ristoranti.

SITI STORICI

La cittadella è il luogo dove sorgeva l’antica Rabbath-Ammon. Gli scavi in questo sito hanno riportato alla luce resti romani, bizantini, e del primo periodo islamico. Situata su una montagna, non solo fornisce al visitatore una prospettiva dell’incredibile storia della città, ma regala anche una visita mozzafiato all’intera zona.

DA VEDERE

  • Jordan Archeological Museum/ Museo Archeologico della Giordania;
  • Children’s Museum/Museo dei bambini; 
  • Jordan Museum/ Museo della Giordania; 
  • Jordan Folklore Museum/ Museo del Folklore Giordano; 
  • Jordan Museum of Popular Traditions/ Museo Giordano delle tradizioni popolari; 
  • Jordan National Gallery of Fine Arts/ Galleria nazionale giordana di Belle Arti;
  • Martyr’s Memorial and Military Museum/ Memoriale dei martiri e museo militare;
  • The Royal Automobile Museum/ Museo Reale dell’Automobile; 
  • Jordan Hejaz Railway Station/ Stazione ferroviaria di hejaz.
viaggi

i migliori posti da vedere a cuba (parte 2)

cuba

Contino la descrizione dei posti da vedere a Cuba.

CIENFUEGOS

Questa città possiede un notevole retaggio francese che si può apprezzare in molte delle sue costruzioni. Fortezze, magnifici palazzi, edifici neoclassici, parchi, teatri e chiese, adornano le piazze della città. Ha un bel centro storico urbano. Visite consigliate: Arco di Trionfo, Cattedrale di Nuestra Senora de la Purísima Concepción. Teatro Tomás Terry. Palazzo Ferrer. Plaza de Armas. Casa del Fundador. Paseo del Prado. Bulevar. Scuola di San Lorenzo. Palazzo di Valle. Fortezza di Nuestra Senõra de los Àngeles de Jagua. Giardino Botanico. Delfinario. Santa Isabel de las Lajas. Sierra del Escambray. Laguna di Guanaroca. Grotta Martín Infierno. Salto di El Nicho. Guajimico Terme Ciego Montero.

VILLA CLARA

Ha numerose attrazioni naturali, tra cui il massiccio montagnoso Guanuhaya dove si trova il paesaggio Naturale Protetto Hanabanilla, fin alle sue incantevoli spiagge vergini in canyos di una bellezza incredibile. Affascinante come destinazione, Villa Clara possiede tra i suoi tesori: città con tradizioni secolari; musei di alta rilevanza storica; acque termali che aumentano la qualità della vita e, al nord e una serie di cayos. Visite consigliate: Mausoleo e il monumento al Treno Blindato, Teatro la Caridad, Museo di arti decorative, Parco Leoncio Vidal, Boulevard.

TRINIDAD

È considerata la città museo, conserva la magia coloniale. Il centro storico è formato da piazze, piazzette e strade selciate, sulle quali si ergono maestose costruzioni ora adibite a musei. Visite consigliate: museo Romanico e Archeologico, piazza Mayor, Taberna la Canchánchara, chiesa parrocchiale Santísima Trinidad, Piazzetta di Segarte, chiesa di Santa Anna, Ciudad de Sancti Spíritus, Valle de Los ingenios, Paesaggio Naturale Protetto Topes de Collantes, Salto del Caburní, Hacienda Codina, Parco La Represa, Area Protetta di Gestione delle Risorse Jobo Rosado, Riserva Ecologica Alturas de Banao, San José del Lago e il Parco Nazionale Caguantes.

CAMAGÜEY – SNATA LUCIA

Ha 21 km di spiagge dalle acque limpide e calde, e un’ampia fascia di sabbia fine. Si distingue per la sua leggera pendenza e l’incredibile banco corallino che la protegge, in cui abbonda una sorprendente biodiversità. ha 35 punti di immersione in cui vedere la flora e la fauna del posto. Visite consigliate: Piazza di San Juan de Dios, La Soledad, La Merced, La Cattedrale.

 

 

 

cuba
viaggi

i migliori posti da vedere a Cuba

cuba

Vi faccio una specie di elenco/descrizione dei posti assolutamente da vedere se andate a Cuba!!

L’AVANA

Capitale della Repubblica di Cuba, in cui si trovano palazzetti e ville, piazze, strade lastricate, chiese, antiche fortezze e frammenti delle antiche mura. Visite consigliate: L’Avana Vecchia e il suo sistema di fortificazioni. Il Templete. Le piazze: di Armas, della Cattedrale dell’Avana, di San Francisco e la Piazza Vecchia. Palazzo de los Capitanes Generales. Malecón Habanero. Gran Teatro dell’Avana. Museo Nazionale di Belle Arti. Parco Morro-Cabana. Cristo dell’Avana. Spiagge del Este. Marine di Tarará e Hemingway.

PINAR DEL RIO

Qui si produce il miglior tabacco del mondo, ha dei paesaggi stupendi che includono valli, monti, caverne, fiumi, faraglioni e terra fertile. Tra i suoi tesori si trovano due Parchi Nazionali, una Riserva della Biosfera e la Valle di Vinales. L’architettura del centro storico è eclettica e le sue case, basse e dai colori tenui, sono di una semplicità incantevole e ispiratrice. Visite consigliate: Area Protetta di Gestione delle Risorse Mil Cumbres. Grotta del Indio. Murales della Preistoria. Palenque de los Cimarrones. Terme curative di San Vicente. Riserva della Biosfera Penisola di Guanahacaribes. Cayon Levisa e Jutías. Fabbrica di tabacco Francisco Donatién. Palazzo Guash.

ARTEMISA

Qui si trova la Sierra del Rosario, prima delle Riserve della Biosfera di Cuba. Occupa la metà orientale della catena montagnosa di Guaniguanico, tra la provincia di Pinar del Río e l’Avana. Tra i suoi paesaggi più affascinanti si trovano il Complesso Las Terrazas e Soroa. Oltre alla sua bellezza paesaggistica, questa regione possiede altri valori storici e culturali tra cui le rovine di piantagioni di caffè francesi e alcune vestigia di insediamenti aborigeni. Visite consigliate: Bagni di acque termali sulfuree e naturali presso le sorgenti del fiume San Juan. Rovine di antiche piantagioni di caffè francesi. Orchideario di Soroa. Il Pan de Guajaibón, che si trova nell’Area protetta di Gestione delle Risorse Mil Cumbres.

VARADERO

È la più splendida delle spiagge cubane, spicca per la sua costa che si addentra nell’Atlantico a forma di penisola. Affascina il visitatore con il suo litorale di 22 km di spiaggia, la trasparenza delle sue acque, la finissima sabbia, i tramonti e le sue notti festose. Offre anche gite in catamarano, immersioni contemplative, pesca sportiva e yacht. Visite consigliate: Parco Josone, ottimo ritiro campestre per contemplare la natura. Centro Commerciale e di Congressi Plaza America. Porti turistici Gaviota Varadero e Darsena di Varadero e la Base Nautica Chapelin. Grotte: Nettuno, Los Musulmanes e di Ambrosio; quest’ultima conserva al suo interno pittografie indigene. Parco turistico Río Canímar. Valle di Yumurí. Parco Nazionale Ciénaga de Zapata.

CAYO LARGO

Splendido isolotto di origine corallina. Ha sabbie molto fini che non si riscaldano mai. I fondali marini, formati da incredibili banchi corallini e una spettacolare biodiversità di flora e fauna. Le spiagge sono adatte alle immersioni, alle camminate, ai bagni e alle attività nautiche.

 

guatemala
viaggi

cinque motivi per visitare il Guatemala (parte 2)

guatemala

Secondo articolo sui motivi per cui visitare il Guatemala.

SEMUC CHAMPEY

Questo impressionante sistema di piscine naturali si trova all’interno della densa foresta tropicale. È formato da un ponte naturale di pietra calcarea, lungo 500 m, sotto il quale scorre il potente fiume Cahabón, mentre sopra si formano spettacolari pozze di color turchese. Questo impressionante scenario può essere meglio apprezzato da un osservatorio sull’alto di una collina. L’intenso caldo della regione induce i visitatori ad immergersi in queste straordinarie pozze per rinfrescarsi.

QUIRIGUA

Questo parco archeologico fa la guardia alle maestose vestigia di ciò che una volta fu una possente città Maya. Possiede le stele più alte e meglio conservate di tutta la regione Maya, le quali si distinguono per le loro bellissime incisioni. La maggior parte di queste stele furono erette durante il regno di Cielo Cauac, il quale liberò Quiriguá dal dominio di Copán.

QUETZALTENANGO

Questo magnifico centro urbano si trova nella regione montuosa dell’altopiano occidentale ed è conosciuto anche con il nome di “Xela”. L’impressionante fusione tra urbanistica e natura, così come la forte presenza dell’eredità Maya apprezzabile nelle sue stoffe colorate e nella squisita gastronomia, trasformano Xela in un destino obbligatorio del Guatemala. Questa città è famosa per lo studio dello spagnolo, giacché possiede centri di studio di alto livello. La città conta con un’ampia offerta di hotel, bar e ristoranti, che la converte nell’area ideale dove stabilirsi prima di scalare alcune delle cime più alte dell’America centrale.

RIO DULCE E LIVINGSTON

Questa è l’impressionante porta d’ingresso verso il Guatemala Caraibico. Rio Dulce serve da collegamento tra il Lago di Izabal e l’Oceano Atlantico. Grazie alla sua importante funzione di “corridoio biologico” e alla gran biodiversità che salvaguarda, è stato dichiarato Parco Nazionale. Le sponde di questo fiume offrono un paesaggio spettacolare di esuberante foresta tropicale, ideale per l’osservazione degli uccelli. Tutta questa bellezza naturalistica serve come antipasto prima di penetrare nel Livingston, colorito territorio dei Garifunas.

CITTà DEL GUATEMALA

È la principale porta di accesso al paese. È una metropoli cosmopolita, tra le più estese della regione centro americana. Fondata sulla grande città Maya, Karminal juyú, conta con un importante passato. Oggi giorno offre ai visitatori una diversa gamma di attività da svolgere come, ad esempio, la visita ai siti archeologici o agli impressionanti percorsi del centro storico, oppure una visita ai musei che offrono spettacolari reperti archeologici e dell’arte contemporanea.

guatemala
viaggi

5 motivi per visitare il Guatemala

guatemala

Ecco i primi 5 motivi per cui dovete per forza andare in Guatemala:

  1. LA ANTIGUA  GUATEMALA

Tre impressionanti vulcani circondano la meravigliosa città coloniale di La Antigua Guatemala. Si trova in una valle dove si produce il miglior caffè del mondo, le strade acciottolate della città ti invogliano a percorrerla a piedi. Spettacolari monumenti si trovano praticamente in ogni angolo di questa fantastica città. La vallata che circonda questa meravigliosa città è considerata una delle migliori aree dove praticare la mountain bike e l’osservazione degli uccelli caratteristici della regione.

2. PARCO NAZIONALE DI TIKAL

Spettacolari templi Maya protetti dall’esuberante foresta tropicale stupiscono il visitatore. La squisita architettura del periodo Classico Maya può essere ammirata qui nel suo massimo splendore. Il frastuono delle scimmie urlatrici, il canto degli uccelli e le truppe di scimmie ragno vi danno il benvenuto in questo luogo paradisiaco. Non sarà sufficiente un giorno per scoprire pienamente la magia di questo posto.

3. LAGO ATITLÁN 

Considerato uno dei laghi più belli del mondo, è circondato da 3 vulcani impressionanti e da pittoreschi villaggi indigeni di origine Maya. Questo è il posto ideale per sperimentare la sorprendente fusione tra la visione del mondo Maya e la fede cattolica. I 3 vulcani che circondano il lago si possono scalare durante tutto l’anno e offrono vedute  spettacolari. Per gli amanti della natura e gli osservatori degli uccelli, si raccomanda la scalata del vulcano San Pedro, il quale fa la guardia nella parte più alta al formidabile Pavo de Cacho.

4. CHICHICASTENANGO

Il mercato di questo piccolo paese è lo scenario ideale dove ammirare la sorprendente cultura Maya. Considerato il mercato indigeno più grande di tutta la regione, è famoso per i suoi svariati colori e la diversità dei prodotti che si possono acquistare, dalle verdure, fiori e artigianato fino agli animali d’allevamento. Il sincretismo religioso tra la fede cattolica e la visione del mondo Maya si può sperimentare nella chiesa di Santo Tomás, nel centro del paese, e nel Cerro Pasqual Abaj dove giornalmente si realizzano cerimonie Maya.

5. PARCO NAZIONALE VULCANO DI PACAYA

È il vulcano più conosciuto e scalato del Guatemala e non smette mai di impressionare i suoi visitatori. Dovuto alla frequente attività eruttiva, la sua morfologia cambia costantemente garantendo un’esperienza diversa di volta in volta. Durante la scalata, si possono ammirare impressionanti panorami verso altri vulcani come quello di Agua, di Fuego e Acatenango. Dalla meravigliosa città di La Antigua Guatemala si possono prenotare facilmente diversi percorsi verso il vulcano.

guatemala
viaggi

i migliori 5 parchi nazionali da vedere in Guatemala

guatemala

Il Guatemala è il cuore del mondo e qui vi parlo dei 5 migliori parchi nazionali da vedere.

PARCO NAZIONALE DI TIKAL

Si trova nel cuore della Riserva della Biosfera Maya. Il Parco Nazionale ospita una delle città Maya più importanti di tutto il Periodo  Classico, con costruzioni e monumenti impressionanti, dal punto di vista architettonico. La monumentalità dei suoi edifici si può apprezzare passeggiando per la “Grand Plaza”. La città è circondata da un maestoso bosco tropicale che ospita centinaia di specie locali e di flora e fauna. La visita al Parco Nazionale di Tikal garantisce al turista un’esperienza magica e indimenticabile.

PARCO NAZIONALE MIRADOR – RIO AZUL

La capitale del possente Regno Kan, è una delle città più antiche della civiltà Maya. L’architettura raffinata dei monumenti contrasta con quella delle altre città del periodo Classico, dove ci sono addirittura resti di scrittura. Alcune delle strutture monumentali caratteristiche sono la ” Piramide Danta”, il complesso chiamato “El Tigre” ed il tempio “Garra de Jaguar”, il quale possiede due splendide maschere che fiancheggiano la scalinata. Un’altra opera importante è il fregio rappresentante Huanahpú e Ixbalanqué. Il Regno Kan ebbe una grande influenza e la sua dinastia durò a lungo. Dopo aver dominato la regione per vari anni la città fu abbandonata cedendo il dominio a Tikal.

PARCO NAZIONALE YAXHÁ – NAKUM – NARANJO

Il Parco Nazionale Yaxhá – nakum – naranjo si trova nella zona-nucleo della Riserva della Biosfera Maya. Questa zona ospita 4 città Maya che ebbero grande rilievo nella storia di questa civiltà: Yaxhá, Naranjo, Nakum e Topoxté. Il sito archeologico di Topoxté si trova all’estremo sud-ovest della Laguna di Yaxhá ed è raggiungibile soltanto in barca. Il parco conserva importanti resti di bosco tropicale che ospita centinaia di specie di flora e fauna. Esistono all’incirca 300 specie di uccelli, 42 di mammiferi, 22 di pesci, 42 di rettili e 14 di anfibi.

PARCO ARCHEOLOGICO TAK’ALIK AB’AJ

Questo è un sito archeologico molto interessante dove si evidenzia la transizione storica tra la cultura Olmeca e quella Maya. Il parco, si trova nella savana tropicale del pacifico, ed è circondato da piantagioni di caffè biologico, caucciù e canna da zucchero. Una delle caratteristiche di questa città è la grande quantità di sculture intagliate in pietre rotonde, che includono numerose rappresentazioni di animali ed esseri “panciuti”. Il parco possiede un importante significato per i sacerdoti Maya dell’altipiano che visitano regolarmente il luogo per celebrare cerimonie sacre.

PARCO ARCHEOLOGICO QUIRIGUÁ

La piccola città del periodo Classico, possiede una delle piazze più grandi di tutto il mondo Maya. La mancanza di architettura monumentale è sostituita da un gruppo di sculture affascinante ed è dotata del monumento scultoreo più alto di tutta la regione, la famosa “Estela E”. Grazie agli impressionanti monumenti commemorativi e l’influenza dell’antica città.

croazia
viaggi

parco nazionale Krka (cosa fare e cosa vedere) parte 3

croazia

Terza parte delle cose da vedere nel Parco nazionale Krka.

CASCATE DI MANOJLOVAC

A poche centinaia di metri dal sito archeologico di Burnum, si trovano le cascate di Manojlovac, la terza località di cascate in ordine di grandezza e, secondo molti, la più bella sul fiume Krka. Le cascate sono costituite da una serie di barriere tufacee. Il canyon ai lati delle cascate è ricoperto da una ricca vegetazione sub-mediterranea ed è interrotto da campicelli e piccoli pascoli. Nel periodo di acque alte il fiume che precipita dalla cascata produce un rumore assordante e nuvole di goccioline simili al pizzo finissimo nei colori d’arcobaleno. Durante la stagione calda le acque del fiume vengono deviate per alimentare la vicina centrale idroelettrica di Miljacka, per cui il letto del fiume a valle diventa secco. Fu eretta anche la lapide commemorativa in onore dell’imperatore austriaco Francesco Giuseppe I, il quale, insieme alla moglie Elisabetta, da quel luogo ammirava il panorama circostante e le cascate in occasione della loro visita alla località.

LOCALITÀ ARCHEOLOGICA DI BURNUM

Nascosto nel cuore dell’entroterra dalmata, tra rocce e massicci, coperta da macchia robusta, si trova questa perla del patrimonio storico risalente all’antichità. nella posizione che permette il controllo di spostamenti attraverso il fiume Krka. Sul lato Est era stato costruito un altro accampamento di dimensioni minori, in cui erano state stazionate le coorti. I visitatori possono vedere gli archi del palazzo del comando nell’accampamento, l’unico anfiteatro militare sul territorio croato e alcune e alcune mura del campo di addestramento militare. I reperti archeologici rinvenuti nel sito (armi, utensili, oggetti di uso quotidiano) si trovano esposti nella raccolta archeologica di Burnum esposta in Ecocampus Puljane. Il sito e la raccolta archeologica sono aperti ai visitatori durante tutto l’anno. La località di Burnum può essere raggiunta solamente per via terrestre.