suisse
viaggi

i 3 sentieri più belli della Svizzera

suisse

Vi presento i 3 sentieri a lunga percorrenza più belli della Svizzera.

Via Alpina “il classico”

In questa escursione a tappe gli escursionisti scoprono dal vivo il mondo alpino dei libri illustrati. La Via Alpina attraversa 14 dei paesi alpini più belli della Svizzera e porta l’escursionista da Vaduz a Montreux, in 6 cantoni delle Alpi Svizzere settentrionali. Panorami unici, laghi di montagna rinfrescanti, montagne e luoghi di villeggiatura di fama internazionale e tantissime strutture in cui rifocillarsi, rilassarsi e pernottare rendono questo itinerario il classico per escursionisti di montagna esperti.

Lunghezza: 390 km

Numero di Tappe: 20

salite: 23 600 m

Eiger, Mönch, Jungfrau e altro ancora: vacanze all’insegna dell’escursionismo sulla Via Alpina. Il cosiddetto “Bärentrek” è un itinerario unico che attraversa passi spettacolari, gole profonde e ghiacciai grandiosi fino a raggiungere la regione di vacanze di Adelboden-Lenk. Il tour comprende 5 pernottamenti, trasferimenti giornalieri dei bagagli e altro ancora.

Sentiero in cresta del Giura “il moderato”

Con il passaggio giurassiano e la cultura senza pari, il Sentiero in cresta del Giura entusiasma anche gli escursionisti meno esperti. La gastronomia, il fascino dei luoghi isolati, i bei panorami sulle Alpi e le tappe per famiglie contraddistinguono il sentiero a lunga percorrenza più antico della Svizzera.

Lunghezza: 320 km

Numero di tappe: 15

Salite: 13 600 m

Discese: 13 700 m

Questo sentiero con una bellissima vista sulle Alpi, sulla Foresta Nera e sui Vosgi attraversa 2 regioni linguistiche. Quindi anche le culture, le particolarità e le specialità culinarie sono molteplici. Il tour comprende 5 pernottamenti, trasferimenti giornalieri dei bagagli e altro ancora.

Sentiero dei passi alpini “il selvaggio”

Questa avventurosa escursione collega Coira al lago di Ginevra attraversando, in 34 tappe, i tratti più belli delle Alpi grigionesi e vallesane. Gli highlight si susseguono senza sosta, dall’Altopiano della Greina al paesaggio ai piedi dei Dents-du-Midi. Il Sentiero dei passi alpini offre ad escursionisti di montagna esperti, su sentieri e passi spettacolari, una vista indimenticabile sullo scenario unico al mondo del 4000.

Lunghezza: 610 km

Numero di tappe: 34

Salite: 37 500 m

Discese: 37 700 m

Gola Ruinaulta, villaggi di montagna e altro ancora: vacanze escursionistiche sul Sentiero dei passi alpini. L’impressionante gola Ruinaulta e la pittoresca Val Lumnezia con i suoi autentici villaggi di montagna, i suoi tesori culturali di valore storico e pendii assolati incantano ogni volta gli escursionisti, il tour comprende 4 pernottamenti, trasferimenti giornalieri dei bagagli e altro ancora.

Annunci
viaggi

itinerario indro montanelli – tavola dei bringanti

Vi descrivo qui di seguito il primo itinerario del parco della majella. L’itinerario indro montanelli – tavola dei briganti

Sigla sentiero: 22

Località di inizio: Rifugio Pomilio (Maiella)

Località di arrivo: Tavola dei Briganti

Difficoltà: E – Escursionistico

Dislivello in salita: 300 m.

Dislivello in discesa: 300 m.

Lunghezza: km 5,5

Tempo di percorrenza: ore 1.30 circa

Punto Acqua: Rifugio Pomilio

Info: Centro informazioni Pretorio 0871898143

Questa escursione è un ottimo modo per avere un primo impatto con l’alta quota della Majella. Quello del Rifugio Pomilio è infatti l’unico accesso stradale (estivo) all’alta quota. Il primo tratto di sentiero, dal rifugio si svolge su asfalto sulla strada provinciale dismessa, che raggiunge il piazzale della Madonnina del Block Haus oggi chiusa al traffico veicolare. Questa parte di tracciato è ideale per ciclisti, passeggini e diversamente abili. Raggiunta la fine dell’asfalto si continua sul sentiero P. sempre molto evidente e ben segnalato. Da qui si ha una vista panoramica che va dal Mare Adriatico all’Abruzzo interno, con una delle visuali più ampie e spettacolari della regione. Si aggira la cima del Block Haus e si cammina sul crinale di Scrima Cavallo, immersi in una fitta boscaglia di pini mughi. Dopo circa 50 minuti del Blockhaus, un bivio segnalato che conduce con pochi passi fino alla Tavola dei Briganti. Si tratta di formazioni rocciose dove sono riportate incisioni ed iscrizioni di metà ‘800 di briganti e pastori del periodo post unitario. Il ritorno si effettua per lo stesso itinerario dell’andata.

viaggi

sport e natura sul lago di Como

la zona del Lago di Como è caratterizzata da territori molto generosi per tutti coloro che sono amanti della natura e dell’escursionismo. Gli itinerari, variano dal lago alla montagna, dai paesaggi incontaminati circondati dal verde ai centri storici ricchi di architetture e monumenti di forte interesse. La natura e l’ambiente circostante sono quindi in grado di offrire ai propri abitanti e ai propri turisti scenari molto suggestivi in grado di richiamare un gran numero di visitatori.

Parapendio sul lago di Como

La cornice delle alpi e del lago di Como è davvero incantevole; questa zona permette ai propri visitatori di fare parapendio. È il mezzo da volo libero più semplice e leggero esistente; è progettato per decollare, utilizzando la spinta delle gambe del pilota; e per volare utilizzando soltanto l’energia del vento, e quella della gravità. Il parapendio utilizzato è quello tandem, durante il volo sarete infatti accompagnati da un pilota esperto. Dopo una corsetta iniziale con spinta, dovrete solo godervi il vostro volo. Durante questa splendida avventura il vostro peso sarà annullato. Il volo è caratterizzato da una durata di 30 minuti e da dislivelli che vanno ben oltre gli 800 metri. L’atterraggio non è complesso, vista la bassa velocità. Una volta atterrati resterete senza parole e avvertirete una sensazione di disagio nell’essere a terra. Rimanere delusi da questa esperienza è praticamente impossibile.

Alpinismo sulla Grigna 

La Grigna è la vetta più alta del Gruppo delle Grigne, massiccio montuoso alpino situato nei dintorni di Lecco. È collocata a cavallo tra la Valsassina e il ramo orientale del Lago di Como Questa salita rappresenta durante l’estate, una normale escursione caratterizzata da un coesistente dislivello; d’inverno invece diventa una facile arrampicata alpinistica.