viaggi

mete invernali da sogno (parte 2)

Mete imperdibili per chi cerca il caldo in inverno.

SEYCHELLES

Sulle isole di Praslin o Mahé, spiagge da record, relax totale e immersioni, escursioni nella foresta, esperienze gourmet.

Cento ettari di paradiso sull’isola di Praslin, l’unico luogo al mondo dove crescono i Coco de Mar, i giganteschi semi voluttuosi delle palme seicellesi e dove nidificano le tartarughe giganti di Aldabra: qui si adagia il Constance Lemuria. Un gong è il rito di ospitalità, che apre l’immensa porta del resort, famoso per il suo green a picco sul mare e il suo insuperabile servizio, tra piscine e palafitte, i 5 ristoranti, la maestosa Spa, suite e ville immerse fra monti e colline fino alle 3 spiagge, una delle quali, Anse Georgette è considerata la perla dell’arcipelago. A pochi minuti di volo, nell’isola di Mahé, si trova il suo gemello, Costance Ephelia, un gioiello naturale con spiagge candide lambite dal parco nazionale marino di Port Launay, fondali da sogno e le foreste di mangrovie che circondano suite e ville con patio e piscina privata.

DA NON PERDERE

Una visita alla capanna ecologica, sulla spiaggia del Constance Lemuria, dove Robert Matombe, il manager delle tartarughe, svela i segreti della nidificazione; al Costance Ephelia, l’esperienza wellness e beauty nella più grande Spa dell’oceano Indiano. Per chi ama l’avventura, arrampicate sui monti e tra le foreste di cannella per un bagno nelle cascate.

POLINESIA FRANCESE

È la meta marina più ambita e sognata da tutti: più di cento isole e un paesaggio che è la quintessenza del paradiso.

Per arrivarci occorrono 23 ore di volo, ma ci ricompensa con un paesaggio unico, che regala emozioni vibranti. 5 arcipelaghi con 118 isole, immerse tra spiagge borotalco, percorsi di trekking, foreste e un mare che non si dimentica. Come l’isola maggiore Tahiti dove si trova la vivace capitale Papeete, perfetta per fare incetta di souvenir, perle nere e olio di monoi, nello scenografico mercato coperto. Sull’isola, divisa in Nui e Iti, con alte e verdi montagne a far da quinta, si mescolano spiagge bianche e nere, calette solitarie, e la baia di Vairao dove si avvistano balene. A Moorea, nello stesso arcipelago oltre a spiaggiarsi, si va in vetta alla Magic Mountain per godersi un colpo d’occhio pazzesco sul mare e sull’entroterra e con la Route des Ananas si penetra nell’anima agreste dell’isola. Altra perla è Tikehau, 27 km di laguna turchese con il reef a pochi metri dalle rive.

DA NON PERDERE

Di sera a Papeete in place Vaiete si gusta lo street food locale, proposto da decine di roulotte con tavoloni e panche collettive.

Annunci