beauty

i migliori solari per proteggere la pelle al sole

solari

Cercate dei buoni prodotti per proteggere la vostra pelle dai raggi solari? Io vi consiglio i prodotti That’so, sono i migliori sul mercato. La linea solari è composta da:

ALL IN ONE SPF 20-30-50+

È un olio secco protettivo a spray continuo. Spruzza 1, 2 o 3 volte per passare da
una protezione 20 a 30 a 50+.  Si crea una super stimolazione di melanina grazie a
TYR-EXCELTM (attivazione attraverso raggi UV) e MELANUP+TM (anche senza raggi UV).

ALL IN ONE SPF 20-30-50+

È un olio secco protettivo a spray continuo per proteggere i tatuaggi dai raggi solari. Ha la Tecnologia TATTOO-GUARDIANTM per preservare il colore dei tatuaggi dallo sbiadimento causato dal sole.

ALL IN ONE SPF 50-80-100

È un olio secco protettivo a spray continuo per pelli sensibili. Spruzza 1, 2 o 3 volte per passare da una protezione 50 a 80* a 100*. Da una super stimolazione di melanina grazie a
MELANUP+TM (anche senza raggi UV). Primo
e unico SPF 100* multistrato, privo di allergeni,
ideale per le  pelli dei bambini che sono super sensibili e che hanno bisogno di avere una protezione totale dai raggi UV .

ALL IN ONE AFTER SUN

È un dopo sole a spray continuo. Un fantastico dopo sole che può essere utilizzato anche come pre sun, poichè contiene MELANUP+TM (che stimola la melanina anche senza raggi UV). Ricco di principi attivi idratanti, lenitivi e antieritema, intensifica l’abbronzatura e ripara la pelle dai danni causati dal sole.

ALL IN ONE SHOWER GEL

È un gel doccia riparatore, Super efficace e multifunzionale, molto piacevole, fresco, intensifica l’abbronzatura (grazie al MELANUP+TM) e ti protegge dal fastidioso morso delle zanzare grazie al repellente inodore MOSQUITO-GUARDIANTM.

Li trovate sul sito: http://www.vknatura.it/shop/category/15484092?sort-order-field=&sort-order-type=&product-page=9&page=3

 

Annunci
viaggi

viaggio di coppia a koufonissi

grecia

Koufonissi la chiamano piscina. Perché è uno spazio di mare delimitato da una scogliera chiusa, scolpita dalle onde del mare nel corso dei secoli. Molto più di una semplice piscina naturale: qui si nuota in un angolo di cristallo liquido al riparo dal mondo. Koufonissi, isola arcipelago delle piccole Cicladi. Poco nota al turismo, pianeggiante quindi ricca di approdi al mare, con un solo ranquillo paesino affacciato su una spiaggia. Koufonissi è l’ideale per le coppie alla ricerca di intimità e di romantiche baie. Alle quali si arriva grazie al capitano Kostas, un arzillo lupo di mare che, con la sua barca taxi, ogni giorno fa la spola fra il paese e i luoghi più amati dagli intenditori, come la mezzaluna candita di Pori, giustamente inclusa fra le più belle spiagge di sabbia della Grecia. È questo l’unico posto dell’isola in cui rischiate di trovare la “folla”, cioè una dozzina di bagnanti, solitamente ipnotizzati dall’acqua trasparente e quasi immobile. Ma se anche questo per voi è troppo, con pochi euro in più il capitano Kostas può portarvi alla scoperta dell’altra Koufonissi, la sorella più selvaggia e ancora più affascinante: Kato Koufonissi, totalmente disabitata, separata dalla “sorella civilizzata” da uno stretto braccio di mare. Non c’è nessuna comodità a Kato Koufonissi, nemmeno un baracchino per l’acqua potabile e tanto basta a tenere lontani i turisti. Qui non c’è proprio nulla se non faraglioni spettacolari, rocce dalle forme mitologiche e uno dei mari più belli della Grecia. È il fascino assoluto, primordiale, di un ambiente che è rimasto uguale dai tempi di Ulisse. La sera, tornati in paese con la barca-taxi, fermatevi a bere un bicchiere di ouzo fresco.

viaggi

Porto Santo

portogallo

Da Madeira ci vogliono meno di 20 minuti di volo per arrivare a Porto Santo, isola di sole, mare, spiagge dorate, dal cuore europeo e sguardo africano. La piccola dell’arcipelago Madeira, infatti, dista 900 chilometri dalle coste del Portogallo e 730 da quelle del Marocco, una posizione ottimale per beneficiare tutto l’anno del clima caldo-secco, dove anche d’inverno la temperatura diurna non scende mai sotto i 18 gradi. Porto Santo, di origine vulcanica e accarezzata dal vento che stempera le ore più calde, è la destinazione privileggiata per immergersi in scenari unici e diversificati. Gli stessi che affascinarono anche Cristoforo Colombo, che qui soggiornò prima del mitico viaggio verso il Nuovo Mondo. Oggi la sua casa trasformata in museo è visitabile a Vila Baleira, il capoluogo e unico paese. Volgendo lo sguardo al mare, si rimane impressionati dalla spiaggia lunga ben 9 chilometri del versante orientale, con sabbia fine e dune, considerata tra le più belle del Portogallo. Per un’escursione stupefacente vi sono poi gli scenari de Pedreira  do Ana Ferreira, formazione vulcanica che richiama un gigantesco organo, e Dunas, zona desertica con rocce dorate dalle forme bizzarre.

ricette

succo green

Ingredienti per 4 persone:

8 grossi cuori di finocchio, 10 gambi di sedano, 4 mele verdi, il succo di 2 lime.

Preparazione:

Lavate e tritate i cuori di finocchio e i gambi di sedano. Togliete i torsoli alle mele e tritatele con la buccia. Trasferite il tutto nel bicchiere della centrifuga o, se l’avete, dell’estrattore. Raccogliete il succo. Aggiungete il succo di lime e lasciate in frigorifero fino al momento di servire, freddo, nei bicchieri.

ricette

sorbetto alla fragola

Ingredienti:

500 g di fragole, 300 g di zucchero, 1 bacca di vaniglia, 300 ml di acqua.

preparazione:

Preparate le sciroppo: in un pentolino riempito con 300 ml di acqua, versate tutto lo zucchero e fatelo sciogliere sul fuoco; spegnete la fiamma appena lo zucchero si è sciolto. Fate raffreddare bene. Frullate le fragole, unite i semi di una bacca di vaaniglia, poi lo sciroppo ottenuto. Versate la purea di fragole in un contenitore di acciaio e mettete in freezer. Rimestate con una frusta fino a quando il composto non appare omogeneo e della giusta consistenza. Potete servirlo come un gelato.

ricette

brazilian flair al frutto della passione

Ingredienti:

3 dl di latte di cocco, 1,5 dl di panna di soia, 1,5 dl di yogurt di soia, sciroppo di agave, succo di limone, 1 dl di succo 100% frutta esotica, 4 passion fruit

Preparazione:

Mettete il latte di cocco nel freezer per 2 ore. Versate in una ciotola la panna di soia e lo yogurt ben freddi, aggiungete un cucchiaio di succo di limone e mescolate. Versate il mix preparato nel recipiente del mixer insieme al latte di cocco gelato, 6-7 cucchiai di sciroppo di agave e il succo di frutta esotica e frullate per montare il composto. Suddividetelo in 4 ciotole, copritele e mettetele in freezer per 2 ore. Servite le mousse ghiacciate con la polpa dei passion fruit.

consigli di salute

lipstick protettivo handmade

balsamo per le labbra

Ingredienti:

10 g di cera d’api, 5 g di burro di karité, 10 g di olio di jojoba, 6 gocce di olio essenziale di eucalipto, 1 cucchiaio di ombretto in polvere.

Preparazione:

Mettete tutti gli ingredienti, tranne l’ombretto in polvere, in un bicchiere di vetro e ponetelo a bagnomaria per far sciogliere la cera d’api e il burro di karité. Mescolate energicamente per accelerare lo scioglimento degli ingredienti e amalgamare bene il tutto. Quando il composto sarà sciolto, aggiungete l’ombretto in polvere e mescolate il tutto per ottenere una certa omogeneità. Infine, versate il composto liquido in un contenitore per stick ben pulito. Lasciate solidificare per circa 30 minuti. Questo lipstick si conserva fino a 4 mesi a temperatura ambiente.

viaggi

zanzibar

africa

Agosto è un ottimo momento per rilassarsi a Zanzibar, la grande isola-giardino, di origine corallina, al largo della Tanzania: non c’è rischio di pioggia, né di eccessiva umidità, e gli alisei rinfrescano la temperatura. Le spiagge sono lunghe, di sabbia finissima, bordate dalle palme di cocco in gran parte protette dalla barriera. Fra le più belle, Kendwa, di un bianco abbagliante e un mare turchese, la lunga Kiwengwa, su cui affaccia eleganti resort, e la laguna di Kizimkazi, dove al largo si possono avvistare i delfini. Quella del villaggio di pescatori di Nungwi è punteggiata di ristoranti e baretti bohème, molto frequentati per l’aperitivo con tramonto sul mare. L’entroterra è ricco di piantagioni di cannella, pepe e chiodi di garofano, che profumano l’isola e colorano i mercati.

Da non perdere:

Stone Town, centro commerciale in epoca coloniale.

Sulle spiagge, con la bassa marea, si crea un ambiente ideale per passeggiare “sospesi” sull’acqua.

viaggi

cannero riviera

castelli di cannero

A Cannero Riviera la vacanza è un’esperienza unica: un piccolo paese di poco più di mille abitanti, con un lungolago intimo e romantico, una spiaggia sabbiosa ampia e ben attrezzata e piccole calette da scoprire una ad una, il tutto immerso in una natura rigogliosa e lussureggiante tra cedri, limoni, azalee e camelie. Le acque antistanti, dominate dai Castelli di Cannero, sono tra le più pulite del Lago Maggiore. Eventi e manifestazioni animano l’intera stagione turistica, ed è possibile praticare sport d’acqua e di terra. Cannero Riviera deve in suo nome al clima mediterraneo che lo contraddistingue. Fu residenza estiva di Massimo D’Azeglio, uomo politico piemontese, che nella sua villa affacciata sul lago scrisse l’opera “i miei ricordi”. Oggi Cannero Riviera è una deliziosa località turistica, con un centro storico e un lungolago che invogliano alla tranquillità, a piacevoli passeggiate e rilassanti momenti seduti al tavolino di un bar ammirando il panar,a circostante, e un’area più prettamente a vocazione balneare, con una spiaggia attrezzata e presidiata, accessibile a passeggini e carrozzine e dotata di svariati servizi. Nelle giornate in cui la nebbia è particolarmente fitta, si narra che dalle acque del lago, nei pressi dei Castelli di Cannero, emerga un antico veliero fantasma. Sarebbe li a reclamare un tesoro sommerso, gettato dai briganti per non consegnarlo al Duca Filippo Ma ria Visconti. Questa è solo una delle leggende che aleggiano attorno ai Castelli di Cannero, i cui resti dominano i due isolotti, abitati nel 1200 dai cinque fratelli Mazzarditi che riuscirono, con il sangue e la repressione, a mantenere il potere in questo lembo di terra e a opporsi al Ducato di Milano. Oggi i Castelli, che hanno visto fino al 1500 le tormentate vicende della storia, sono stati restaurati e pur non potendo scendere sugli isolotti, è possibile ammirarli dal lago con mini crociere in battellino. I fondali attorno ai Castelli sono particolarmente amati dai sommozzatori: durante l’estate vengono organizzate, da scuole dei dintorni di Cannero, immersioni guidate al chiaro di luna. Il centro storico di Cannero Riviera svela gioielli artistiche architettonici di grande fascino. Il lungolago, un susseguirsi di ville e antichi palazzi, conduce all’antico porto, edificato nel corso dell’ottocento per il ricovero delle barche degli abitanti. L’attività di barcaiolo, per la pasca o per il trasporto delle merci, era infatti molto diffusa a Cannero. L’antico porto si trova a pochi passi dall’imbarcadero, realizzato nella seconda metà dell’ottocento con una tipica tettoia in ferro in stile liberty e da cui è possibile imbarcarsi sulle motonavi della Navigazione Lago Maggiore per splendide escursioni. Risalendo dal lungolago verso la parte più alta del paese, nei pressi della sede del Municipio, la piazzetta di Togliano, o degli Affreschi, è un delizioso angolo storico dove è possibile ammirare affreschi che rievocano alcuni momenti storici del luogo, realizzati dal pittore Enzo Tipaldi a metà degli anni ottanta. Nei pressi della chiesa Parrocchiale, infine, è possibile ammirare una riproduzione della Grotta di Lourdes. La cultura e la storia anche sociale di Cannero Riviera, si possono conoscere visitando il Museo Etnografico e della Spazzola presso Villa Laura. All’interno delle sale del Museo è possibile ammirare le scene di vita passata sapientemente ricostruite: la cucina con gli antichi attrezzi e le stoviglie, il lavoro del falegname, la scuola, i giochi e i passatempi. Un’apposita sezione è poi dedicata all’industria della spazzola, che fino alla prima metà del XX secolo fu molto attiva  Cannero Riviera. Mostra della Camelia e Festa degli Agrumi inaugurano la stagione turistica a Cannero Riviera ma lungo l’estate le associazioni locali organizzano numerosi eventi, iniziative e manifestazioni per regalare agli ospiti una vacanza indimenticabile. Concerti, feste in piazza, serate musicali e i mercatini tipici sul lungolago consentono di scoprire le tradizioni, anche gastronomiche, di questo territorio. Particolarmente suggestiva, a Luglio, la Luminaria con la tradizionale processione della Madonna del Carmine: un momento di fede e devozione reso ancora più suggestivo dai lumini che brillano sul lago.

viaggi

Benguela

Angola

La provincia del Benguela è situata nella zona centro-litorale dell’Angola. Amministrativamente, oggi, comprende 9 municipi. Benguela è una città affascinante, nota per le sue acacie porpora, gli ampi vitali e i bei parchi. L”ex-libris della provincia sono le magnifiche spiagge, vaste distese di sabbia bianca e acque limpide, tra cui Caota, Caotinha, Restinga, Baía Azul e Praia Morena. È abituale la pratica degli sport nautici, del kitesurf, della pesca artigianale e subacquea o del semplice piacere del relax in uno degli eccellenti complessi alberghieri e turistici che esistono lungo la costa di Benguela. Si può inoltre approfittare della vasta offerta di pesce e frutti di mare freschi, comprare articoli di artigianato locale come i cesti, le sculture, i cappelli e i sandali di cuoio, tra le altre cose, al mercato di Benguela o a Ponta da Restinga (Lobito). Benguela è considerata il secondo polo commerciale del paese, per ordine di importanza. A ciò hanno contribuito le ferrovie di Benguela e il Porto di Lobito, nonché tutta la zona del centro e del sud dell’Angola. Altrettanto importanti sono i due aeroporti principali, di Catumbela e Lobito, in particolare quello di Catumbela, concepito per accogliere aerei di grande portata. Visitando la provincia, non si può non andare a vedere la chiesa della Senhora do Pópulo, la cappella della Madonna dei naviganti, la chiesa della Madonna della Grazia, il palazzo del Governo, il Museo Nazionale di Archeologia (Benguela) e di Etnografia (Lobito), Ponta do Sombreiro, il parco nazionale di Chimalavera e le varie riserve della provincia. Il 17 Maggio si celebra la giornata della città e il carnevale di Lobito che gode di grande fama.