rilassamento
consigli di salute

rimedi naturali per l’insonnia

rilassamento

In caso di insonnia, di qualunque tipo essa sia, sono molto utili le erbe in grado di abbassare il tono del sistema nervoso e di indurre uno stato di rilassamento.

IDEALI SONO:

Camomilla: ha un effetto calmante e rilassante. Va bene soprattutto quando si fa fatica ad addormentarsi o si è ansiosi per qualcosa;

Tiglio: ha proprietà calmanti, rasserena la mente e ritempra l’organismo;

Passiflora: ha un’azione sedativa e ansiolitica sul sistema nervoso centrale;

Biancospino: indicato in caso di agitazione associata non solo a insonnia, ma anche a disturbi del ritmo cardiaco, come tachicardia ed extrasistolia;

Valeriana: ottimo sedativo per il sistema nervoso centrale, diminuisce l’ipersensibilità emotiva ed è quindi, molto utile per gli stati ansiosi che possono turbare il sonno;

Escolzia: induttore del sonno e un calmante ad azione rapida;

Luppolo: ha un’azione calmante e soporifera.

CONSIGLI D’USO

L’ideale è utilizzare la pianta più adatta al proprio caso 25 gocce al mattino e 50 gocce la sera verso le 22 (indicazioni sulle confezioni).

PRODOTTI CONSIGLIATI

Dormibene goccehttp://www.vknatura.it/product/15484109/dormibene-integratore-in-gocce-tintura-in-alcool-bio-senza-conservanti

Dormibene capsulehttp://www.vknatura.it/product/15484270/dormibene-60-capsule-

Tisana dormi benehttp://www.vknatura.it/product/19856546/tisana-dormi-bene-100-grammi

Tisana Dolcerelax: http://www.vknatura.it/product/15484229/tisana-dolce-relax-100-grammi

Tintura di biancospinohttp://www.vknatura.it/product/15484108/biancospino-integratore-in-gocce-tintura-in-alcool-bio-senza-conservanti

Valeriana in capsulehttp://www.vknatura.it/product/15484267/valeriana-60-capsule-rilassamento-e-sonno-

 

Annunci
combatti lo stress
consigli di salute

come combattere lo stress

combatti lo stress
3D render showing a character sitting on a word, with head in hands looking stressed.

Le cause dello stress possono essere molteplici e variano da persona a persona, può infatti essere causato dall’insonnia come dal troppo lavoro, dall’essere continuamente sotto pressione, da un momento psicologico non particolarmente positivo, da periodi intensi o da un evento traumatico. I fattori di stress che possono determinare conseguenze fisiche e psicologiche sono recepiti in maniera diversa a seconda della personale sensibilità.

Ma come fermare gli stimoli negativi che influiscono in modo non sano su di noi?
Innanzitutto, bisogna prendere consapevolezza del proprio stress e poi per prima cosa ritagliarsi un po’ di tempo anche per fare esercizio fisico all’aperto, staccare la spina e recuperare il nostro naturale bioritmo. Anche la gestione dell’ansia è fondamentale nella lotta allo stress, in questo possono aiutare numerose tecniche di rilassamento, la meditazione e training che aiutano il nostro sistema nervoso a combattere le alterazioni e a non essere in un costante stato di agitazione che a volte può portare perfino ad attacchi di panico.

Un altro modo efficace per combattere lo stress è sicuramente lavorare sul nostro modo di guardare a tutto ciò che facciamo durante il giorno: trovare un aspetto positivo anche nelle attività più noiose da eseguire riesce a rendere la situazione meno dannosa per il nostro organismo. I primi segnali di stress sono la mancanza di energia, nervosismo e senso di stanchezza eccessiva e continua scarsa capacità di concentrazione. Ci sono però alcuni consigli e rimedi per la prevenzione di questa condizione. Nello stress cronico e nella stanchezza cronica vanno esclusi:

• Cattiva alimentazione

• Poco riposo

• Poca attività fisica

Vanno eliminati i cibi confezionati ricchi di zuccheri e dolcificanti che favoriscono l’aumento del cortisolo nel sangue. Il cortisolo influisce negativamente su molti aspetti della nostra salute: indebolisce il nostro sistema immunitario, la debolezza muscolare, depressione e alopecia. L’alimentazione dunque dovrà essere la più sana possibile. Ricca di cereali, legumi, pesce di piccola taglia, olio extravergine d’oliva, frutta e verdura in modo da fornire all’organismo tutti i nutrienti, le vitamine e i minerali che gli sono necessari per recuperare l’energia. Durante periodi di stress può manifestarsi anche il problema della disidratazione, pertanto è consigliato aumentare il consumo di acqua lontano dai pasti.
Oltre all’alimentazione anche molte piante sono utili per migliorare le condizioni psicofisiche del nostro organismo favorendo la capacità di recupero. Il poco riposo non aiuta di certo le situazioni di stress ed è sia un sintomo che una causa di questa patologia. Riposare male può portare ad avere frequenti incubi e palpitazioni. Ci sono tanti piccoli trucchi per aiutare il nostro corpo a rilassarsi e ad addormentarsi.
Come per esempio un buon bicchiere di latte caldo, che contiene alti livelli di triptofano, amminoacido che aiuta il nostro cervello. Come detto anche la pratica di un’attività sportiva favorisce e aiuta il nostro riposo.

INTEGRATORI UTILI:

STRESS ALT SCIROPPO: http://www.vknatura.it/product/15484159/stress-alt-veganok-antistress-e-antiossidante-analcolico-in-fluido-concentrato-500-ml

STRESS ALT CAPSULE: http://www.vknatura.it/product/15484215/stress-alt-90-capsule-vegan-ok-antistress

RODIOLA CAPSULE: http://www.vknatura.it/product/15484233/rodiola-forte-60-capsule

 

 

viaggi

ecoturismo in repubblica dominicana

Vi illustro i posti in cui andare se volete fare ecoturismo in Repubblica Dominicana.

LA RUTA DEL CAFFÈ – BONAO E SALCEDO

Lungo la ruta vivono comunità agricole perfettamente integrate con il territorio, con gli animali e con le piante. Ci sono due rute in questa zona, quella del Café Atabey e del Café Jamao. Lungo la ruta potete incontrare e vivere l’esperienza di queste comunità e delle coltivazioni.

EL ZORZAL – FONDAZIONE LOMA QUITA ESPUELA

Una riserva privata dove i visitatori possono vedere da dove proviene il cioccolato e che incoraggia la produzione di cacao biologico ed equo solidale nelle comunità locali. Inoltre, la fondazione cerca di preservare le foreste dove nascono molti importanti fiumi dominicani con un modello di conservazione che favorisce un’occupazione positiva della terra per trasformare gli abitanti in protettori delle foreste.

https://zorzalcacao.com/visit-zorzal/

TERRANOVA RANCH – MICHES

UN’impresa ecologica a conduzione familiare immersa nel verde, che offre al visitatore un’ospitalità accogliente fatta di capanne e bungalow che possono ospitare fino a 170 persone con la possibilità di vivere la campagna circostante, tra allevamenti di cavalli e pascoli.

https://www.terranovaranch.com

HELPA – MONTE PLATA

Un eco-hotel situato a Bayaguana, a Monte Plata. Un luogo eccellente per le famiglie con bambini. Le case sono state costruite artigianalmente da lavoratori della zona e ci sono varie tipologie. Tra le attività che si possono fare: falò, zipline, arrampicata, trekking, equitazione, mountain bike, percorsi naturalistici e tanti altri.

TUBAGUA ECOLODGE – PUERTO PLATA

Luogo ideale per viaggiatori indipendenti nella Repubblica Dominicana. Situato nella spettacolare catena montuosa del Nord che corre lungo tutta la costa settentrionale dominicana. Circondato da una natura incontaminata ma comunque vicino a tutto.

ECO DEL MAR – CABO ROJO

È un esclusivo eco glam camp sulla spiaggia di Cabo Rojo a Pdernales con sistemazioni in confortevoli suite ecologiche e tende in riva al mare.

http://www.ecodelmar.com.do

DOMINICAN TREE HOUSE

Nella foresta, appena fuori Samanà, troverete una struttura a basso impatto ambientale, accanto a spiagge paradisiache, paesaggi montani e che vanta persino una cascata privata! Potete scegliere di soggiornare in 4 tipi diversi di case sull’albero.

https://www.ranchoplaton.com

SPA E BENESSERE

Oggi i viaggiatori hanno un reale bisogno di svagarsi, voglia di ritrovarsi, di rigenerarsi e di sbarazzarsi delle tensioni accumulate, prendere un po’ di tempo per sé, rendere al proprio corpo tutto ciò di cui è stato privato nel tumulto e nella febbre delle città: la dolcezza, il relax, la bellezza e la serenità, il benessere… Fra le più belle Spa dell’isola, bisogna citare quelle degli Paradigus Palmar Real, Punta Cana Resort & Club, Casa Colonial a Playa Dorada, Maia nel The Gran Reserve at Paradisus Palma Real y Six Senses nel Punta Cana Resort. 

 

san valentino
viaggi

cosa fare a san valentino

san valentino

Almeno per un week end bisogna ritagliarsi degli attimi di intimità, sfuggire alla quotidianeità, proteggendosi da ogni incombenza di lavoro, figli e genitori. Eccovi delle idee per passare un fantastico San Valentino:

AL MARE

Bed & Boat un’esperienza unica nel suo genere, passerete una notte su una barca da sogno contando le stelle e poi al mattino colazione guardando la scogliera Sorrentina. Letyourboat seleziona e affitta yacht, barche a vela o caicchi ormeggiati nelle marine più belle del Mediteraneo. Un’esperienza indimenticabile anche per chi soffre il mal di mare, visto che si resta comodamente in banchina, con la città e le spiagge a portata di passeggiata, tra i colori e i suoni del Tirreno e il viavai del porto. Con ogni confort. A Sorrento, per esempio, si noleggia la Princess V55, ariosa e spaziosa: 3 cabine, 2 bagni e 2 cucine, riscaldamento, impianto HI-Fi, tv, zona pranzo. All’arrivo è l’armatore stesso a consigliare dove mangiare e cosa vedere in zona.

https://www.letyourboat.com

IN MONTAGNA

2 cuori e uno chalet, con la neve fuori e, dentro, il camino scoppiettante. Un piccolo sogno di coppia da provare a Méribel, nella Savoia francese dove Meriski seleziona le più belle case immerse nel silenzio dei boschi. In Trentino, esalta tutti i sensi il nuovo Lefay Resort & Spa Dolomiti di Pinzolo, nella skiarea di Madonna di Campiglio, con suite pensate come appartamenti privati, alcune con Spa privata e vasca idromassaggio riscaldata in terrazzo, con vetrate sulle cime innevate. I menu del ristorante puntano sul Bio, la salite, i colori dei boschi. E la Spa di 5.000 mq. offre trattamenti di coppia come il massaggio della fata Nardis, all’olio di fiori alpini.

https://www.lefayresorts.com/it

https://www.meriski.co.uk

 

viaggi

nuove spa per rilassarsi

le migliori Spa in cui bisogna andare almeno un volta.

LA BAGNAIA (SIENA)

La Bagnaia Golf & Spa Resort

La sorpresa de La Bagnaia, borgo medioevale tra le colline senesi, è la Buddha Spa, ovvero pace e tranquillità, interrotta solo dal sottofondo sonoro della cascata di 4 metri, che riempie la piscina di acqua termale. È aperta anche a chi non soggiorna al resort (ingresso da 30 euro) e può godersi anche la piscina interna, sauna, bagno turco, idromassaggi e regalarsi un trattamento Clarins con prodotti naturali.

Da provare: il Massaggio Equilibrio, basato su sei movimenti per rilassare e lenire le tensioni (50 minuti, 97 euro).

 

MONTEGROTTO TERME (PADOVA)

Basta indossare un morbido accappatoio per godersi bagni in piscina, percorso tra saune e hammam, impacchi di fango, e trattamenti antietà. Per esplorare i vicini Colli Euganei non mancano le bici e il nuovo ristorante Ginco propone anche menù light.

Da provare: Rituale Terme Relilax Corpo, revitalizza, idrata e leviga la pelle con un aromatico massaggio esfoliante.

 

SERRALUNGA D’ALBA (CUNEO)

Si vedono solo vigneti dalle vetrate che circondano la piscina con idromassaggio de il Boscaretto. Il benessere con vista continua nella sauna e nelle cabine de La Sovrana, centro aperto agli ospiti esterni (ingresso, 70 euro), che propone trattamenti d’ispirazione ayurverica e orientali a base di oli naturali dal potere medicale.

Da provare: Anti – luce blu, una nuova terapia viso con sieri antiossidanti (140 euro, 60 minuti) per combattere le macchie.

 

MONTEGROTTO TERME (PADOVA)

Nella sauna della superpanoramica Spa & RoofTop54 si provano le gettate di vapore (augfuss) e all’hammam gli scrub aromatici. Il benessere continua nelle cabine del Well54, con trattamenti termali d’ispirazione orientale e medicina estetica. Nelle piscine l’acqua ha temperatura tra i 34 e i 36°C in ogni stagione per momenti di relax.

Da provare: Impacco Fango Uniko Bio detossina la pelle e combatte cellulite, edemi e gonfiori (50 minuti, 90 euro).

 

SARNICO (BG)

Non occorre un lungo viaggio per provare il vero benessere thailandese. Al Cocca Hotel tutto è originale: gli arredi, la cucina, i cosmetici, come oli e fagottini alle erbe. Le terapiste sono diplomate nelle migliori scuole del paese asiatico e specializzate in massaggi sportivi, antistress.

Da provare: Trattamento Completo Thai al viso (75 minuti, 80 euro).

 

FAI DELLA PAGANELLA (TRENTO)

Profumi di fiori, fieno, frutta negli ambienti del Solea Boutique & Spa, al cospetto delle Dolomiti del Brenta (ingresso per esterni 30 euro). Piscine, saune e hammam, docce emozionali, fontane di ghiaccio e trattamenti con nuove tecnologie, come gli infrarossi per contrastare inestetismi e cellulite.

Da provare: Harmony Dorsalis, massaggio decontratturante alla schiena con peeling ai fiori di fieno e albicocca e impacco al fango alpino (60 minuti, 99 euro).

 

PORRETTA TERME (BOLOGNA)

La detossinazione è uno dei fiori all’occhiello della Spa dell’Halvetia (ingresso per gli esterni 34 euro) e si ottiene con alimentazione sana e trattamenti con fanghi, alghe e acqua termale di Porretta salsobromoiodica e solfurea.

Da provare: Rituale viso con acqua termale, con esfoliazione e massaggio con crema dell’Officina Farmaceutica Lapi creato in esclusiva per la Spa.

 

sicilia
viaggi

messina, cosa vedere nella perla della sicilia

sicilia

Messina, in bilico tra isola e Continente, è la città dove l’essenza sicura la si manifesta, per contrasto, in tutta la sua forza. Dal Belvedere di Cristo Re, sacrario che domina la parte alta dell’abitato, sembra di poter sfiorare la Penisola, tra il viavai di navi e traghetti e il profilo delle Eolie. Affacciati su piazza Duomo, ecco i monumenti più famosi: la Basilica che tra gotico, barocco e neogotico racconta le epoche e le storie dell’isola; la Fontana di Orione, “la più bella del cinquecento europeo”, e poi il campanile con l’unico orologio astronomico meccanico in Italia, intorno al quale, alle 12, 5 figure di bronzo si animano al suono dell’Ave Maria di Schubert. La loro danza racconta la Guerra del Vespro del 1282, momento fondante della storia locale che si chiuse con la cacciata degli Angioini. È pura devozione la Festa dell’Assunzione della Vergine del 15 agosto, quando i fedeli trascinano un carro alto più di 15 metri. Sono un culto i cannoli, le cassate e le granite di cui Messina è la capitale assoluta, da provare al mattino con la brioche calda. Una Sicilia da mordere e da gistare: indimenticabile come la focaccia messinese con scarola, tuma, sarde salate e pomodoro, come i pidoni, calzoni fritti farciti con indivia e tuma. Sono veri riti locali anche il tuffo a Capo Peloro, che qui chiamano Il Faro, davanti alla Laguna oggi Riserva naturale orientata e sotto l’enorme traliccio che un tempo portava l’elettricità dal continente. Di rito anche la visita al villaggio di Ganzirri, dove i pescatori intrecciano ancora nasse e coltivano i mitili; il giro sulle loro feluche con pranzo finale di pesce. O la gita a sud verso Taormina e le memorie della Sicilia greca e romana. Poi al fresco di Castelmola, sopra la città, per un’ora di riposo davanti al Duomo, romanico e gotico, con tocchi arabi ed echi normanni. Un canto alle tante anime di questa terra.

mauritius
viaggi

cosa vedere nell’isola di Mauritius (parte 1)

mauritius

Mauritius non è solo sport e relax al sole, hanno anche molte cose culturali da vedere.

Blue Penny Museum

È stato aperto nel 2001  a Le Caudan Waterfront di Port Louis ed è dedicato alla storia e all’arte mauriziane. Collezioni prestigiose, lavori di alta qualità e documenti interessanti ti trasportano, attraverso mappe e monete antiche, indietro nel tempo fino alla navigazione marina e all’esplorazione dell’Oceano Indiano e alla storia coloniale dell’isola. Il patrimonio del museo conta tra i vari reperti la statua originale degli eroi del romanzo romantico Paul e Virgine, ed i rarissimi francobolli Blue Penny e Red Penny. 

L’Avventure du Sucre 

Si trova vicino al Giardino Botanico Pomplemousses, ed è un museo dedicato alla produzione dello zucchero a Mauritius. Lungo tutto il percorso interattivo che coinvolge visitatori di tutte le età, ambientato tra antichi macchinari da fabbrica dello zucchero e cespugli di canna da zucchero, si sviluppa la storia ed il racconto del puro “oro mauriziano”. Alla fine dell’itinerario, è possibile assaggiare l’ottimo liquore ricavato dallo zucchero e dalla canna da zucchero, il rum. I turisti possono poi attraversare il Villaggio Boutik per comprare souvenir e pranzare al ristorante Le Fangourin che si trova in un bellissimo giardino dell’antico campo di zucchero.

Aapravasi Ghat (Patrimonio Unesco)

Situato a Port Louis, questo è il luogo che servì dal 1834 al 1910, come zona d’immigrazione per i lavoratori della servitù debitoria provenienti sull’isola dall’India. Afroca dell’Est, Madagascar, cIna e Sud-est asiatico, per lavorare nei campi di canna da zucchero. Il vecchio deposito, costruito nel 1849, è tutto ciò che resta di questa particolare diaspora dei tempi moderni.

Le Morne Brabant (Patrimonio Unesco)

Si innalza a 55 metri di altezza sulla costa sud-ovest dell’isola ed è per questo che è diventato un simbolo mondiale della libertà dalla schiavitù. Oggi rappresenta un monumento commemorativo per tutti gli schiavi di quel periodo, come rappresentato dalla targa in onore de “lo schiavo sconosciuto”. Come l’Aapravasi Ghat a Port Louis, documenta le pagine dolorose della storia di Mauritius segnata da schiavitù e servitù debitoria. Un altro dettaglio importante: Le Morne è anche il solo habitat naturale rimanente del fiore trochetia  o fiore “orecchino”, emblema nazionale di Mauritius dal 1992.

viaggi

sport acquatici a Mauritius

mauritius

Ci sono due sport acquatici principali da fare nell’isola di Mauritius.

Big-game fishing

Mauritius è una meta famosa per il Big-game fishing e prescelta dagli amanti degli sport adrenalitici in mare alla ricerca di avventura. Oltre la maestosa barriera corallina che incornicia le lagune, si estendono le tiepide profondità dell’Oceano Indiano. Queste acque pullulano di specie ed esemplari pregiati. Gli imperatori e padroni del mon do marino sono i marlin neri e blu; gli squali mako e tigre; i tonni, dogtooth, gialli e bonito; barracuda sphyraenca e orate. Durante queste battute di pesca, ambientate nello scenario stupendo delle isolette tropicali che brillano al sole, i visitatori possono a volte godere della simpatica compagnia dei delfini.

Canoe-Kayak

Andare in canoa o kayak attraverso il rigoglioso labirinto di mangrovie che popola le foci dei fiumi e le coste degli isolotti solitari è la maniera ideale per esplorare questo speciale ecosistema. Gli esperti di kayak possono avventurarsi in mare oltre la barriera corallina attraverso i suoi passaggi naturali.

viaggi

terme di Sirmione

lago di garda

A pochi km da Desenzano, sulla sponda Lombarda del lago di Garda, una striscia si terra si protende nel lago per 4 km ed è qui che vi trovate a Sirmione, la perla del Garda, con le sue torri merlate e le mura sull’acqua, i piccoli negozi, i wine bar e i ristorantini romantici, le terme e i trattamenti benessere, il posto giusto per un week-end all’insegna del relax. Il consiglio è di dedicare la prima parte del vostro soggiorno alla visita dei luoghi storici, perché una volta entrati alle terme potrebbe essere difficile volerne uscire! Se siete appassionati di archeologia andate alle Grotte di Catullo. Se volete onorare il mito della Callas, chiedete della Villa dove visse, ma soprattutto concedetevi una pausa nel Parco di cedri e cipressi che porta il suo nome. Per una passeggiata lungolago, partite dalla spiaggia delle Muse, all’ombra del Castello. Per una vista mozzafiato, salite in cima al Mastio: i giardini sono 146, ma ne vale la pena! Poi, però, non indugiate oltre. Ci sono piscine vista lago, centro benessere epicureo, idromassaggi, lettini effervescenti, getti a collo di cigno, docce aromo-cromatiche, percorsi vascolari completi di cabine benessere e una palestra dotata delle più moderne attrezzature. Inoltre ci sono due stabilimenti che offrono il meglio in fatto di cure inalatorie, riabilitazione motoria, fanghi, bagni e massaggi.

viaggi

terme di Trescore Balneario

Le Terme di Trescore Balneario hanno una storia millenaria. Sono un paradiso naturale alimentate da 3 sorgenti d’acqua sulfurea che già gli antichi Romani e i Galli apprezzavano e sfruttavano per stare bene. Le acque di Trescore Balneario sono ricche di idrogeno solforato e di cloruri di calcio e magnesio e quindi sono indicate per curare malattie dell’orecchio e delle vie respiratorie, patologie dermatologiche, reumatiche e osteoarticolari, ma sono anche impiegate in trattamenti estetici di notevole efficacia. La struttura è dotata di  diversi centri specializzati, tra cui uno di flebologia, uno di riabilitazione motoria, uno di dermatologia e un centro di medicina estetica termale, dove si affrontano in maniera “dolce”, utilizzando tecniche non invasive, i principali inestetismi della pelle del viso e delle gambe. Oltre all’acqua le Terme di Trescore hanno anche un altro asso nella manica: uno straordinario fango naturale. Prelevato direttamente dalla cava che si trova sulle falde di acqua sulfurea, è carico di minerali e oligoelementi che fanno bene alla pelle e danno sollievo a chi soffre di dolori articolari. Alle gambe, in particolare, sono inoltre dedicati i percorsi vascolari, corridoi acquatici che con potenti getti idromassaggio riattivano la circolazione, rassodano e tonificano la muscolatura.