combatti lo stress
consigli di salute

come combattere lo stress

combatti lo stress
3D render showing a character sitting on a word, with head in hands looking stressed.

Le cause dello stress possono essere molteplici e variano da persona a persona, può infatti essere causato dall’insonnia come dal troppo lavoro, dall’essere continuamente sotto pressione, da un momento psicologico non particolarmente positivo, da periodi intensi o da un evento traumatico. I fattori di stress che possono determinare conseguenze fisiche e psicologiche sono recepiti in maniera diversa a seconda della personale sensibilità.

Ma come fermare gli stimoli negativi che influiscono in modo non sano su di noi?
Innanzitutto, bisogna prendere consapevolezza del proprio stress e poi per prima cosa ritagliarsi un po’ di tempo anche per fare esercizio fisico all’aperto, staccare la spina e recuperare il nostro naturale bioritmo. Anche la gestione dell’ansia è fondamentale nella lotta allo stress, in questo possono aiutare numerose tecniche di rilassamento, la meditazione e training che aiutano il nostro sistema nervoso a combattere le alterazioni e a non essere in un costante stato di agitazione che a volte può portare perfino ad attacchi di panico.

Un altro modo efficace per combattere lo stress è sicuramente lavorare sul nostro modo di guardare a tutto ciò che facciamo durante il giorno: trovare un aspetto positivo anche nelle attività più noiose da eseguire riesce a rendere la situazione meno dannosa per il nostro organismo. I primi segnali di stress sono la mancanza di energia, nervosismo e senso di stanchezza eccessiva e continua scarsa capacità di concentrazione. Ci sono però alcuni consigli e rimedi per la prevenzione di questa condizione. Nello stress cronico e nella stanchezza cronica vanno esclusi:

• Cattiva alimentazione

• Poco riposo

• Poca attività fisica

Vanno eliminati i cibi confezionati ricchi di zuccheri e dolcificanti che favoriscono l’aumento del cortisolo nel sangue. Il cortisolo influisce negativamente su molti aspetti della nostra salute: indebolisce il nostro sistema immunitario, la debolezza muscolare, depressione e alopecia. L’alimentazione dunque dovrà essere la più sana possibile. Ricca di cereali, legumi, pesce di piccola taglia, olio extravergine d’oliva, frutta e verdura in modo da fornire all’organismo tutti i nutrienti, le vitamine e i minerali che gli sono necessari per recuperare l’energia. Durante periodi di stress può manifestarsi anche il problema della disidratazione, pertanto è consigliato aumentare il consumo di acqua lontano dai pasti.
Oltre all’alimentazione anche molte piante sono utili per migliorare le condizioni psicofisiche del nostro organismo favorendo la capacità di recupero. Il poco riposo non aiuta di certo le situazioni di stress ed è sia un sintomo che una causa di questa patologia. Riposare male può portare ad avere frequenti incubi e palpitazioni. Ci sono tanti piccoli trucchi per aiutare il nostro corpo a rilassarsi e ad addormentarsi.
Come per esempio un buon bicchiere di latte caldo, che contiene alti livelli di triptofano, amminoacido che aiuta il nostro cervello. Come detto anche la pratica di un’attività sportiva favorisce e aiuta il nostro riposo.

INTEGRATORI UTILI:

STRESS ALT SCIROPPO: http://www.vknatura.it/product/15484159/stress-alt-veganok-antistress-e-antiossidante-analcolico-in-fluido-concentrato-500-ml

STRESS ALT CAPSULE: http://www.vknatura.it/product/15484215/stress-alt-90-capsule-vegan-ok-antistress

RODIOLA CAPSULE: http://www.vknatura.it/product/15484233/rodiola-forte-60-capsule

 

 

Annunci
consigli di salute

Stop all’ansia e all’insonnia

rimasi naturali

ottimi rimedi per combattere l’ansia e l’insonnia.

L’aiuto dell’omeopatia

Ignavia va bene per combattere le crisi di ansia e l’insonnia legata a sbalzi d’umore, invece Chamomilla per tenere a freno un’ansia che tende a trasformarsi in collera. Quando nervosismo e ansia sono peggiorati da una delusione amorosa va bene Natrum Muriaticum, mentre quando sono amplificati da una cattiva notizia è meglio Galsemium. Se l’ansia si associa a difficoltà di addormentamento o sonno agitato a causa di contrazioni muscolari va bene Zincum valerianicumCoffea cruda è il rimedio più efficace quando l’attività mentale molto intensa, lo stress fisico ed emotivo e l’eccitazione nervosa disturbano il sonno. Può essere utile anche dopo una verifica o un’interrogazione particolarmente difficili per far calare la tensione e favorire il rilassamento.

L’aiuto della fitoterapia

Se le difficoltà di ogni giorno creano agitazione, nervosismo, problemi di insonnia l’ideale è passiflora, indicata in particolare per l’agitazione mentale, caledula e melissa combattono i crampi e gli spasmi di stomaco e intestino, biancospino va bene se l’ansia crea tachicardia. In alternativa, si può ricorrere alla valeriana, che è un ottimo sedativo per il sistema nervoso centrale e diminuisce l’ipersensibilità emotiva: è molto utile per gli stati ansiosi che possono turbare il sonno. Chi presenta una certa tendenza al nervosismo e all’insonnia può usare Rhodiola rosa e ashwaganda, due piante adattogene, che migliorano la risposta allo stress. Combattono la stanchezza, restituiscono tono e vitalità, alzano il tono dell’umore, senza però eccitare. Anche il macerato glicemico di Tilia tormentosa contrasta l’ansia e ha un’azione conciliante il sonno: prendere 50 gocce ogni sera per uno-due mesi.

consigli di salute

più energia con la sequoia

energia naturale

La Sequoia aumenta le difese dell’organismo e ha un’azione tonificante generale, che la rende utile per l’astenia fisica, in particolare per chi lavora molto o è stressato. Questo gemmoderivato stimola la produzione di alcuni ormoni che influenzano il sistema muscolare, fra cui il testosterone. Non provoca tachicardia per cui può essere usato anche da chi soffre d’ansia o di insonnia.