consigli di salute

rimedio naturale per rilassarsi

cura omeopatia

Se vivete un periodo frenetico io vi consiglio un rimedio naturale per rilassarsi. Il caffè verde (coffea cruda) è questo rimedio, un prodotto omeopatico e quindi naturale al 100% per chi si sente nervoso, agitato, talmente sotto stress da non riuscire a rilassarsi. È indicato anche alle persone che la sera faticano a prendere sonno perché soffrono di iperideazione, ovvero sono incapaci do sgomberare la testa dai pensieri e di prendersi una pausa di “silenzio mentale”.

Come usarla

La cura omeopatica va sempre stabilita con un medico esperto in omeopatia sulla base della persona in linea massima, Coffea cruda va usato a medie-alte diluizioni: 30 200 CH. Prendere 5 granuli 2-3 volte al giorno, prima dei pasti principali. Se si soffre di insonnia si possono prendere cinque granuli anche prima di andare a dormire e ogni volta che ci si sveglia.

Comunque il caffè verde viene venduto anche nei supermercati bio e si fa a tisana, io ve la consiglio molto visto che fa anche dimagrire.

 

Annunci
consigli di salute

Stop all’ansia e all’insonnia

rimasi naturali

ottimi rimedi per combattere l’ansia e l’insonnia.

L’aiuto dell’omeopatia

Ignavia va bene per combattere le crisi di ansia e l’insonnia legata a sbalzi d’umore, invece Chamomilla per tenere a freno un’ansia che tende a trasformarsi in collera. Quando nervosismo e ansia sono peggiorati da una delusione amorosa va bene Natrum Muriaticum, mentre quando sono amplificati da una cattiva notizia è meglio Galsemium. Se l’ansia si associa a difficoltà di addormentamento o sonno agitato a causa di contrazioni muscolari va bene Zincum valerianicumCoffea cruda è il rimedio più efficace quando l’attività mentale molto intensa, lo stress fisico ed emotivo e l’eccitazione nervosa disturbano il sonno. Può essere utile anche dopo una verifica o un’interrogazione particolarmente difficili per far calare la tensione e favorire il rilassamento.

L’aiuto della fitoterapia

Se le difficoltà di ogni giorno creano agitazione, nervosismo, problemi di insonnia l’ideale è passiflora, indicata in particolare per l’agitazione mentale, caledula e melissa combattono i crampi e gli spasmi di stomaco e intestino, biancospino va bene se l’ansia crea tachicardia. In alternativa, si può ricorrere alla valeriana, che è un ottimo sedativo per il sistema nervoso centrale e diminuisce l’ipersensibilità emotiva: è molto utile per gli stati ansiosi che possono turbare il sonno. Chi presenta una certa tendenza al nervosismo e all’insonnia può usare Rhodiola rosa e ashwaganda, due piante adattogene, che migliorano la risposta allo stress. Combattono la stanchezza, restituiscono tono e vitalità, alzano il tono dell’umore, senza però eccitare. Anche il macerato glicemico di Tilia tormentosa contrasta l’ansia e ha un’azione conciliante il sonno: prendere 50 gocce ogni sera per uno-due mesi.

consigli di salute

combatti l’insonnia con la lattuga

riposo tranquillo

Ecco un rimedio efficace contro l’insonnia: lavate con cura un cespo di lattuga e versatevi sopra un litro si acqua bollente. Coprite il contenitore e lasciate in infusione per circa 10 minuti. Filtrate il liquido ottenuto attraverso un colino a maglia fitta e bevete l’infuso prima di coricarvi, dopo averlo addolcito con un cucchiaino di miele.