lombardia
viaggi

alla scoperta del lago maggiore

lombardia

La prima tappa del percorso è rappresentata dall’eremo di Santa Caterina del Sasso Ballaro. Dalla roccia a picco sul Lago Maggiore l’eremo gode di una posizione privilegiata ed è un connubio di arte, tradizione, storia e bellezza naturale. Procedendo verso nord si incontra il Museo Internazionale del Design Ceramico, sul lungolago di Cerro. Situato nello storico palazzo Perabò, di epoca cinquecentesca, custodisce una pregevole raccolta di opere dal 1895 al 1935 e di maestri ceramisti di fama internazionale. Dopo una passeggiata sul lungolago, si riparte per Laveno Mombello, con un’elegante via pedonale che costeggia il lago. Dal centro storico si può prendere la funivia, che conduce al monte Sasso del Ferro: lasciatevi incantare dal panorama dei laghi, delle valli, delle Alpi e Prealpi. Altrettanto pittoresca è la frazione di Caldè a Castelvecchia, conosciuta come la “Portofino del Lago Maggiore” per le sue  spiagge e i localini del porticciolo. Dirigendosi verso la Valcuvia, a Gemonio ricordiamo l’antica chiesa di S.Pietro, in stile romanico e il Museo Bodini in centro al paese; a Coquio Trevisago il Museo Salvini, un mulino ben conservato che ospita le opere del pittore Innocente Salvini. Nel comune di Casalzuigno due mete ambite sono Villa Della Porta Bozzolo, dimora  settecentesca con uno spettacolare giardino all’italiana, e Arcumeggia, paese dipinto che ospita affreschi di pittori contemporanei, autori anche della Via Crucis a lato della chiesa. Per gli amanti del trekking e della storia, interessanti cono gli itinerari lungo la Linea Cadorna, di cui di ha una ricostruzione al Centro Documentale di Cassano Valcuvia. 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.