aldo baglio
cultura

recensione scappo a casa

aldo baglio

Vi racconto un po’ del film che ho visto per voi stamattina, Scappo a Casa.

Scappo a Casa tratta la storia di Michele (Aldo Baglio), un uomo a cui conta solo apparire, far colpo sulle belle donne (tramite app), guida macchine di lusso (solo perché lavora come meccanico nella concessionaria che le vende) e cura maniacalmente il suo corpo e la propria energia psicofisica (usando parrucchino e delle pasticchine). Insomma è il tipico uomo che frequenta assiduamente i social network, che gli permettono di diffondere l’immagine irreale ma tanto desiderata di se stesso. Il classico italiano medio schiavo degli status symbol, che disprezza tutto ciò che non appartiene al suo (seppur falsificato) mondo. Per Michele se un uomo non è un maschio alfa, non frequenta donne bellissime e non ha un rolex (finto) e una macchina di lusso è da allontanare come la peste. Ma il destino le giocherà un brutto scherzo divertentissimo: quando Michele andrà a Budapest per lavoro al posto del suo collega e con un bolide fiammante per rimorchiare di brutto, sarà vittima di alcuni incidenti tragicomici da cui ne usciranno incontri bizzarri, avventure impreviste e fughe roccambolesche destinate a stravolgere  la sua vita per sempre. Scappo a Casa è un film con degli incroci inaspettati e sentimenti fortissimi, raccontata attraverso la grande comicità e la stralunata delicatezza umoristica che caratterizzano da sempre la vena esilarante di Aldo Baglio.

Il prodotto finale è una commedia divertente con un fondo umano e sociale profondo. Un road movie girato tra Budapest e Milano, ricco di incontri sorprendenti e toccanti.

IL PERSONAGGIO DI MICHELE

Michele è un uomo superficiale, vive di apparenza e disprezza tutto ciò che è diverso dal suo mondo. L’unica cosa che lo stimola  è il mantenimento del suo status symbol. Il destino però decide di metterlo davanti a ciò che nessun uomo al mondo vorrebbe, cioè ciò che è diverso da lui. All’inizio lo muove solo l’opportunismo, ma poi si scopre un Michele sconosciuto, si mette in gioco, cambia e questo lo fa star bene. Lungo la storia, avventurosa e movimentata da tantissimi incontri, Michele verrà scambiato per un immigrato, non riesce nemmeno a superare il test vocale per provare che è Italiano. Si trova all’estero, senza documenti, senza cellulare, insieme ad altri immigrati.

In Scappo a casa Aldo Baglio ha voluto raccontare la storia di un uomo superficiale, che scopre quanto è bello guardare oltre le proprie paure e le proprie resistenze. Fino a rischiare la vita per gli altri. Non si sà se diventerà un uomo migliore, ma credo diventi un uomo più felice. Per fortuna, come dice il film “Solo gli imbecilli non cambiano mai idea”.

LA MUSICA 

La colonna sonora del film è una canzone scritta dagli Oblivion che si chiama CHIEDIMI COME con gli arrangiamenti di Fabrizio Mancinelli. Il brano, ha un anima pop, hip hop, disco e funk, segna il debutto cinematografico degli Oblivion. C’era proprio bisogno di un brano che descrivesse il protagonista del film e i suoi interessi, le sue passioni, le sue giornate si dividono tra selfie, palestra, donne, nel trionfo della superficialità. La colonna sonora del film doveva raccontare la sua vita fatta di apparenza: Rolex ma tarocco, auto di lusso ma guidate solo perché le ripara, belle donne ma conosciute sui social e conquistate grazie a un parrucchino.

In somma: un film assolutamente da vedere!!!

Annunci
cultura

recensione modalità aereo

commedia italiana

Ho visto in anteprima il film Modalità aereo e ora ve lo racconto un po’:

Diego (Paolo Ruffini) è un imprenditore bello, ricco, famoso. Tutta la sua vita è racchiusa dentro il suo cellulare di ultima generazione. Un giorno, poco prima di imbarcarsi su un volo per Sydney (24 ore di volo), Diego dimentica il telefonino nella toilette vicino al gate. Ivano che non è bello, ricco e neanche famoso, mentre pulisce i bagni lo trova… ma non lo restituisce. Con il suo collega/amico ha un giorno di tempo per cambiare in meglio la sua vita, quindi inizia a utilizzare il telefonino di Diego, fa acquisti, si diverte e soprattutto scrive sui social e chatta con il figlio di Diego senza che lui ne sappia nulla. Dopo quelle fatidiche ore trascorse in “modalità aereo”, le vite di entrambi non saranno più le stesse. Riuscirà il bell’imprenditore a tornare alla vita di prima? ma soprattutto ci si può fidare di chi ci circonda?

Modalità Aereo oltre ad essere un film che vi farà morir dal ridere, assolutamente da vedere con la famiglia, vi farà assolutamente riflettere su alcuni temi, quali la famiglia, la ricchezza/fama che può svanire di colpo e altro…

Note registiche

Era da tanto che volevo provare a fare un “classico di Natale”, quei film ambientati durante le feste che vedono in “Una poltrona per due” l’esempio inarrivabile.  Quando Paolo Ruffini mi ha raccontato quest’idea, ho capito subito che era quella giusta, un upgrade tecnologico proprio del film di John Landis, con gli stessi ingredienti, la ricchezza e la povertà, il rovesciamento di ruolo, la vita come posta in palio e un pizzico di buoni sentimenti. Ho scritto il film con Paolo stesso e Simone Paragnani ed ho scelto un cast di attori che mi facevano ridere. È venuto fuori un copione romanticomicosull’importanza dell’amicizia, un tema che non affrontavo più da “Notte Prima Degli Esami” e che quest’anno sento particolarmente mio. Un film per tutti, molto disneyano, con i buoni ed i cattivi, con una morale positiva.

Buon divertimento!

 

 

cultura

recensione Ti presento Sofia

film

Oggi ho visto per voi in anteprima il film Ti Presento Sofia, devo dire che mi è piaciuto molto e fa ridere dall’inizio alla fine. Questo è il classico film per famiglie che dovreste tutti vedere nel tempo libero. I temi centrali di Ti Presento Sofia sono: le bugie in coppia, l’accettazione della famiglia e il freechild (donne che non vogliono bambini).

Ti Presento Sofia tratta la storia di un uomo (ex musicista) separato con una figlia di 10 anni e ora proprietario di un negozio, che dopo 10 anni dall’ultimo incontro, rivede Mara una donna che lo ha sempre attratto e che fa scattare in lui un colpo di fulmine, solo che lei fin dalla prima cena le dice che odia i bambini e che non ne vorrà mai. Così lui decide di continuare a vedere Mara senza dirle che ha una figlia. Riuscirà quest’uomo nel suo intento di conquistare Mara del tutto facendogli cambiare idea e dicendo delle piccole bugie a fin di bene? Mara scoprirà le sue bugie? tutto questo lo saprete solo andando a vedere il film. Mi raccomando… ah se volete scrivetemi qui sotto un commento sul film.

cultura

recensione di Succede il film

Stamattina ho visto in anteprima per tutti voi il film Succede, tratto dall’omonimo romanzo di Sofia Viscardi (che io non ho letto). Però posso dirvi che Succede il film è molto bello, tratta la storia di tutti i ragazzi adolescenti e dei loro problemi quotidiani come: il primo bacio, il sesso, la friendzone e la prima sbronza. CI sono molti primissimi piani, campi contro campo nei discorsi e degli attori alle prime armi ma bravissimi. Bene ora veniamo al succo e alla trama del film.

Succede il film tratta la storia di 3 ragazzi amici che frequentano la stessa scuola ma sono molto diversi tra loro: Meg (Margherita Morchio), Tom (Matteo Oscar Giuggioli), Olly (Matilde Passera), Sam (Brando Pacito). Meg è la classica ragazza timida che dopo un anno soffre ancora per amore e non frequenta nessuno, Tom il classico simpaticone con tanti amici e anche innamorato friendzonato, Olly la bella di turno a cui tutti gironzolano attorno e con tante conoscenze, Sam il timido cugino  di Olly. Ah premetto che Succede il film inizia con una scena che si ripete nel finale. Tom fin dall’inizio del film si nota che è innamorato pazzo di Meg, ma poveretto viene friendzonato, un giorno però arriva a Milano Sam che è il cugino di Olly che giorno dopo giorno segue Meg e le sta dietro come una zecca al cane, da qui ne nasce poi un primo bacio e si frequentano per un po’, finché un giorno Meg non scopre che dietro a tutto ciò c’è Olly la sua migliore amica. Dalla scoperta in poi Meg litiga con Olly e frequenta brutte compagnie anche se per poco e da qui ne nasce la prima sbronza e finalmente il primo bacio con Tom (suo salvatore). Da qui in poi non voglio dirvi più nulla se no svelo troppo, ma Meg si lascerà con Sam e si metterà con Tom? come finirà la loro amicizia? vi assicuro solo che tutti i dubbi e la vita di voi adolescenti è tutta riassunta qui nel film Succede e imparerete che la vita va vissuta fino all’ultimo e con grande gioia come se fosse sempre l’ultimo giorno, perché non si sa mai cosa ci riserva il futuro.

cultura

recensione nove lune e mezza

nove-lune-e-mezza

Ho visto per voi in anteprima il film nove lune e mezza e vi dico che è un film fantastico e ben fatto, la regista è Michela Andreozzi alle prese con la sua prima regia cinematografica e anche attrice protagonista del film. Nove lune e mezza è un film adatto a tutte le famiglie e tratta tematiche molto attuali, famiglia gay, adozione, utero in affitto, donne indipendenti. Appena inizia il film vi assicuro che riderete dall’inizio alla fine, sono trattate tematiche serie ma con uno spirito di allegria, vi sentirete spensierati per un ora e mezza, uscirete dalla sala cinematografica con un gran sorriso. Il tutto reso molto realistico da attori sorprendenti: Claudia Gerini (Livia), Giorgio Pasotti (Fabio compagno di Livia), Lillo (convivente di Tina), Michela Andreozzi (Tina) e poi altri attori…

Trama

Il film nove lune e mezza tratta la storia di due sorelle, Livia una musicista indipendente che pensa solo alla carriera e non vuole figli, Tina convivente e con un lavoro fisso come vigile urbano ma che non può avere figli e li vorrebbe, entrambe hanno un compagno che le incoraggia nelle proprie scelte. Un giorno però succede che la sorella indipendente decide di farsi fare l’inseminazione artificiale per fare un figlio alla sorella disperata, e così per tutti i nove mesi Livia dovrà trattenersi dall’esibire il proprio pancione e Tina dovrà far finta di essere veramente incinta. Ma cosa succederà? che scoinvolgimenti ci saranno? riusciranno nell’impresa senza farsi scoprire? ah vi assicuro che alla fine del film ci sarà un cameo che non vi aspetterete proprio visto che non appare per tutto il film la persona in questione.

cultura

recensione I peggiori il film

film italiano

ho visto per voi in anteprime il fil I Peggiori e devo dire che a me non è piaciuto affatto, attori pessimi, recitano malissimo, trama molto scontata e ripetitiva, insomma non andatevelo a vedere. Il film I Peggiori tratta la storia di due fratelli che hanno in affido la sorella minore dopo che la mamma ladra è scappata di casa, uno ha un lavoretto ma guadagna poco, l’altro lavora e non lavora, finiscono per non pagare l’affitto e sono a rischio con la sorella visto che gliela vogliono portare via. Allora un giorno diventano per gioco ladri e supereroi a cui poi vengono affidati tanti compiti…. riusciranno a cavarsela bene? come finirà il film? se volete andate a vedere, ma vi ripeto, riderete visto che il film è in napoletano ma vi subirete molta ripetitività.

cultura

recensione lasciati andare

film commedia

Ieri ho visto in anteprima il film Lasciati Andare e devo dire che mi è piaciuto molto, c’è un Toni Servillo molto interessante alle prese con una dieta anti diabete e da essa ne usciranno delle grandi carambolate che vi faranno essere spensierati per almeno due ore. Il film Lasciati Andare tratta la storia di uno psicologo (Toni Servillo) che ha la casa separata in due visto che vive separato con la moglie in casa, dove oltretutto riceve i suoi clienti. Un giorno a causa degli esami del sangue che gli riscontrato un inizio di diabete lui deve mettersi a fare sport e li incontra una Personal Trainer pazza che lo metterà spesso nei guai… beh da qui in poi lascio a voi la continuazione. Lasciati Andare è un film per tutta la famiglia e mi raccomando andatelo a vedere perché non ve ne pentirete affatto!!!! ne uscirete molto contenti. Un cast interessante e molto competente.

cultura

recensione Slam tutto per una ragazza

commedia romantica

Ho visto il film Slam Tutto Per Una Ragazza, che tratta della storia di un ragazzo appassionato di skate (Ludovico Tersigni) con il sogno di diventare professionista, e di una ragazza (Barbara Ramella) incontrata un giorno ad una festa. I due si innamorano, fanno tanto sesso e poi lei rimane incinta, da li iniziano in successione i guai, tramite vari flashback il regista ci fa vedere cosa veramente è successo dal momento in cui la ragazza rimane incinta in poi. Vedrete Tre versioni della storia che vi piaceranno molto, con un finale travolgente.

Slam Tutto Per Una Ragazza è un film che vi colpirà, e vi farà capire i veri problemi di chi ha genitori diventati tali troppo giovani e di figli che fanno lo stesso errore, facendo risaltare tutti i problemi adolescenziali creati da ciò che è successo. Mi raccomando, andatelo a vedere con i vostri figli adolescenti e fategli capire la realtà dei sbagli che si possono commettere in gioventù, quando si crede di avere e di poter far tutto senza problemi.

cultura

recensione Questione di Karma

commedia Italiana

Stasera ho visto per voi il film Questione di Karma con protagonisti Fabio DeLuigi e Elio Germano. Questo film tratta la storia di Giacomo uomo stravagante (Fabio De Luigi) rimasto orfano di padre quando aveva 4 anni ed erede dell’azienda di famiglia insieme alla sorellastra. Da grande però Giacomo credendo nella reincarnazione si affida ad un esorcista francese che vive in un paesello del centro Italia, che le dice che suo padre si è reincarnato in un certo Mario Pitagora (Elio Germano). Quest’uomo però è tutt’altro ciò che si presenta a Giacomo perché è indebitato fino al collo con mezza città e cerca sempre di fuggire da tutti, riuscendo a imbrogliare pure il povero ingenuo Giacomo. Però alla fine questo incontro cambierà la vita a entrambi… come? beh scopritelo voi andando a vedere Questione di Karma, un film irriverente con due attori bravissimi, che dire ridere molto e vi svagherete togliendo tutti i pensieri dalla testa.

Fabio De Luigi: è un attore straordinario, tutti i suoi film sono una sicurezza di spensieratezza, riesce sempre ad immedesimarsi in qualsiasi parte gli venga assegnata, grande interpretazione, gli do un 10.

Elio Germano: l’ho visto molto bene nella parte dell’imbroglione, bell’interpretazione, nulla da ridire voto 8.

 

cultura

Recensione film Forever Young

per sempre giovane

Forever Young è un film diretto da Fausto Brizzi che tratta la storia di 4 personaggi: Giorgio, un uomo (Fabrizio Bentivoglio), che convive con una ventenne e si adatta alla sua vita facendo il ragazzino andando in disco facendo feste etc… solo che nel mentre succede che la tradisce con una della sua età (cioè 48) perché capisce che questa ha più cose in comune con lui; un Estetista (Sabrina Ferilli) che un giorno spinta dall’amica Stefania (Lorenza Indovina) inizia a frequentare un diciannovenne, che ha sua insaputa è proprio il figlio della sua amica; un uomo malato di cuore (Teo Teocoli) che nonostante l’età pensa sempre a fare sport, si destreggia dalla corsa al tennis sputtanando sempre il fidanzato (Stefano Fresi) della figlia che è obeso e non riesce a far nulla ma non solo per questo non lo accetta come fidanzato della figlia musicista; ultimo ma non meno importante il Dj Diego (Lillo) che si ritrova a lottare contro un nuovo dj (Francesco Sole) che gli ruba il programma che lui ha sempre condotto.

Insomma, il film Forever Young risulta molto divertente e molto reale i questo nuovo mondo dove chiunque vuole restare giovane o almeno si sente sempre giovane. Ormai troppa gente fa le cose dei protagonisti del film, quindi a chi ci si sente dentro e chi vuole solo vedere una commedia divertente per svagarsi direi: andatelo a vedere assolutamente che non ve ne pentirete. Con questo film si torna giovani e si ricordano i bagordi con i sbagli annessi che tutti almeno una volta nella vita facciamo e di cui magari ci vergogniamo.