cultura

recensione juliet, naked tutta un’altra musica

Annie (Rose Byrne) vive una vita in stand-by. Gestisce un museo nella cittadina marittima inglese dov’è cresciuta, è perennemente preoccupata per la sorella Ros (Lily Brazier), giovane e irresponsabile, e ha da tempo una relazione con Duncan (Chris O’Downd), docente universitario. Duncan, invece, è completamente assorbito dal rocker alternativo Tucker Crowe (Ethan Hawke) e dalla sua misteriosa scomparsa dalle scene, avvenuta 25 anni prima. Dopo aver abbandonato la carriera musciale, Tucker Crowe si è ritirato a vita privata, isolandosi anche dalle sue innumerevoli relazioni da una serie di figli. Adesso vive nel garage di una sua ex, a nord di New York, e si occupa del figlio più piccolo, Jackson (Azhy Robertson). Le sue giornate trascorrono tra fare il bucato, giocare con i lego e domandarsi come mai la sua vita non sia andata proprio come si aspettava. Quando non tiene lezioni sulla cultura pop e sull’importanza della più recente serie televisiva cult, Duncan gestisce anche un sito su Tucker Crowe. Lui e gli altri fan ossessionati della figura di Tucker analizzano al microscopio la limitata discografia dell’evanescente cantautore, alla ricerca della verità sulla sua musica e sulla sua scomparsa. Quando riemerge Juliet, Naked, demo acustico dell’album di successo Juliet, che Tucker aveva pubblicato 25 anni prima, Duncan scrive una recensione entusiasta della versione appena uscita. In un momento di ribellione, Annie risponde postando la sua feroce stroncatura del demo. Con sua grande sorpresa, Tucker apprezza la critica e le scrive un’e-mail per ringraziarla. Ne segue un incontro che cambierà la vita dell’ex-star e della fidanzata del suo più grande ammiratore.

Juliet, Naked – Tutta un’altra musica, è un film tratto da un romanzodi Nick Hornby e intrerpretata da Rose Byrne, Ethan Hawke e Chris O’Dowd, è una commedia basata sulla possibilità di avere una nuova chance nella vita. Il film è diretto da Jesse Peretz e prodotto da Albert Berger e Ron Yerxa, da Barry Mendel e Judd Apatow e da Jeffrey Soros.

Juliet, Naked – Tutta un’altra musica presenta gli irresistibili tratti caratteristici dell’autore: una forte ossessione per la cultura pop; dei programmi moderni, pieni di idiosincrsie e costruiti con empatia; una miscela ben calibrata di umorismo e affetto velato; una prospettiva saggia sulla natura della vita. Al centro della storia c’è il personaggio di Annie, “una donna che ha delle ambizioni, ma che, per una serie di circostanze e di obblighi, è intrappolata in una piccola città di provincia sulla costa dell’Inghilterra”. Annie gestisce un piccolo museo, che ha rilevato dopo la morte del padre. Vive con l’uomo più carismatico possibile, un docente universitario piuttosto pedante, con cui ta da 15 anni. Insieme conducono una vita un po’ da dottorandi, impostata sulle ossessioni nerd e culturali di Duncan, mentre lei vorrebbe qualcosa di più. Rose ha saputo interpretare al meglio il suo personaggio Annie, dimostrandosi divertente, empatica e in grado di trasmettere emozioni. Non è inglese, ma è stata bravissima a riprodurre gli accenti. Inoltre si è calata perfettamente nel suo personaggio. Ethan invece, è perfetto per interpretare Tucker, gli conferisce un gran carisma e molto brio ed è in grado di trasmettere un senso di sofferenza difficile di esprimere. Annie è un personaggio complesso, perché ci sono dei momenti in cui è incredibilmente passiva e non fa che pensare alle occasioni perdute: tutta la sua vita è un’occasione perduta, ma poi arriva il tempo in cui bisogna cogliere l’attimo. Cogliere l’attimo è andare contro le regole.

FULCRO DELLA STORIA

La storia ruota attorno ad alcuni personaggi che, a metà della loro vita, si ritrovano a desiderare una seconda chance. la protagonista Annie, è una che si prende cura di tutti e si è assestata su una vita chiaramente confortevole, ma che non le ha mai permesso di realizzare i suoi sogni e il suo potenziale. Tutte le persone che popolano il suo mondo l’hanno intralciata quando per lei era il momento di prendersi cura di se stessa, ma ora è il momento di  uscire da quella situazione. Annie e Tucker sono più che pronti al cambiamento. Annie se ne rende conto subito, mentre Tucker sta gradualmente riemergendo da una lunghissima fase di stallo. Lui inizia il suo cambiamento con la nascita del figlio Jackson e continua con la visita di Lizzie e la corrispondenza con Annie, ma alla fine è attivata principalmente dall’infarto che lo colpisce.

Annunci
cultura

recensione modalità aereo

commedia italiana

Ho visto in anteprima il film Modalità aereo e ora ve lo racconto un po’:

Diego (Paolo Ruffini) è un imprenditore bello, ricco, famoso. Tutta la sua vita è racchiusa dentro il suo cellulare di ultima generazione. Un giorno, poco prima di imbarcarsi su un volo per Sydney (24 ore di volo), Diego dimentica il telefonino nella toilette vicino al gate. Ivano che non è bello, ricco e neanche famoso, mentre pulisce i bagni lo trova… ma non lo restituisce. Con il suo collega/amico ha un giorno di tempo per cambiare in meglio la sua vita, quindi inizia a utilizzare il telefonino di Diego, fa acquisti, si diverte e soprattutto scrive sui social e chatta con il figlio di Diego senza che lui ne sappia nulla. Dopo quelle fatidiche ore trascorse in “modalità aereo”, le vite di entrambi non saranno più le stesse. Riuscirà il bell’imprenditore a tornare alla vita di prima? ma soprattutto ci si può fidare di chi ci circonda?

Modalità Aereo oltre ad essere un film che vi farà morir dal ridere, assolutamente da vedere con la famiglia, vi farà assolutamente riflettere su alcuni temi, quali la famiglia, la ricchezza/fama che può svanire di colpo e altro…

Note registiche

Era da tanto che volevo provare a fare un “classico di Natale”, quei film ambientati durante le feste che vedono in “Una poltrona per due” l’esempio inarrivabile.  Quando Paolo Ruffini mi ha raccontato quest’idea, ho capito subito che era quella giusta, un upgrade tecnologico proprio del film di John Landis, con gli stessi ingredienti, la ricchezza e la povertà, il rovesciamento di ruolo, la vita come posta in palio e un pizzico di buoni sentimenti. Ho scritto il film con Paolo stesso e Simone Paragnani ed ho scelto un cast di attori che mi facevano ridere. È venuto fuori un copione romanticomicosull’importanza dell’amicizia, un tema che non affrontavo più da “Notte Prima Degli Esami” e che quest’anno sento particolarmente mio. Un film per tutti, molto disneyano, con i buoni ed i cattivi, con una morale positiva.

Buon divertimento!

 

 

cultura

recensione 10 giorni senza mamma

Ho visto per voi in anteprima il film 10 giorni senza mamma e devo dire che mi ha divertito molto!! è un film per tutta la famiglia, anche se di tanto in tanto c’è qualche parolaccia. Nel film 10 giorni senza mamma si vedono tutti i problemi di una famiglia moderna, la mamma che gestisce i figli e poi di colpo decide di partire per 10 giorni lasciando tutti gli incarichi al marito (Fabio DeLuigi) che deve imparare a gestire il tutto, lavoro e famiglia. Se la caverà? sopravviverà ai bagordi per 10 giorni? soprattutto arriverà vivo alla fine del film o ne esce esausto? tutto ciò lo scoprirete solo andandolo a vedere!!! io ve lo stra consiglio, vi farà ridere da matti, ma anche riflettere.

cultura

recensione Conta su di me

film commedia

Ho visto in anteprima in film Conta su di me e vi voglio raccontare le mie impressioni a caldo: iniziando dal presupposto che già ero partita con un idea buona su questo film, non mi ha deluso per niente!!! Conta su di me è un film che ti arricchisce l’anima, insomma ti fa capire il vero senso della vita e apprezzare le piccole cose che il mondo ci offre senza fare gli spavaldi.

In film Conta su di me tratta la storia di un ragazzo ricco di famiglia e spavaldo (super viziato), che si gode la vita e combina disastri. Allora un giorno, il papà (medico chirurgo) lo obbliga a seguire un ragazzo malato per un tot di tempo facendogli fare una lista dei suoi desideri prima di morire. Allora lui accetta la sfida e inizia questo volontariato forzato diventando molto amico del ragazzo. Riuscirà a portare a termine il compito? rimarranno amici/fratelli per sempre? mi raccomando andate a vedere questo film perché merita davvero!!!! ah fatemi sapere se andate al cinema…

 

cultura

recensione Ti presento Sofia

film

Oggi ho visto per voi in anteprima il film Ti Presento Sofia, devo dire che mi è piaciuto molto e fa ridere dall’inizio alla fine. Questo è il classico film per famiglie che dovreste tutti vedere nel tempo libero. I temi centrali di Ti Presento Sofia sono: le bugie in coppia, l’accettazione della famiglia e il freechild (donne che non vogliono bambini).

Ti Presento Sofia tratta la storia di un uomo (ex musicista) separato con una figlia di 10 anni e ora proprietario di un negozio, che dopo 10 anni dall’ultimo incontro, rivede Mara una donna che lo ha sempre attratto e che fa scattare in lui un colpo di fulmine, solo che lei fin dalla prima cena le dice che odia i bambini e che non ne vorrà mai. Così lui decide di continuare a vedere Mara senza dirle che ha una figlia. Riuscirà quest’uomo nel suo intento di conquistare Mara del tutto facendogli cambiare idea e dicendo delle piccole bugie a fin di bene? Mara scoprirà le sue bugie? tutto questo lo saprete solo andando a vedere il film. Mi raccomando… ah se volete scrivetemi qui sotto un commento sul film.

cultura

recensione di Succede il film

Stamattina ho visto in anteprima per tutti voi il film Succede, tratto dall’omonimo romanzo di Sofia Viscardi (che io non ho letto). Però posso dirvi che Succede il film è molto bello, tratta la storia di tutti i ragazzi adolescenti e dei loro problemi quotidiani come: il primo bacio, il sesso, la friendzone e la prima sbronza. CI sono molti primissimi piani, campi contro campo nei discorsi e degli attori alle prime armi ma bravissimi. Bene ora veniamo al succo e alla trama del film.

Succede il film tratta la storia di 3 ragazzi amici che frequentano la stessa scuola ma sono molto diversi tra loro: Meg (Margherita Morchio), Tom (Matteo Oscar Giuggioli), Olly (Matilde Passera), Sam (Brando Pacito). Meg è la classica ragazza timida che dopo un anno soffre ancora per amore e non frequenta nessuno, Tom il classico simpaticone con tanti amici e anche innamorato friendzonato, Olly la bella di turno a cui tutti gironzolano attorno e con tante conoscenze, Sam il timido cugino  di Olly. Ah premetto che Succede il film inizia con una scena che si ripete nel finale. Tom fin dall’inizio del film si nota che è innamorato pazzo di Meg, ma poveretto viene friendzonato, un giorno però arriva a Milano Sam che è il cugino di Olly che giorno dopo giorno segue Meg e le sta dietro come una zecca al cane, da qui ne nasce poi un primo bacio e si frequentano per un po’, finché un giorno Meg non scopre che dietro a tutto ciò c’è Olly la sua migliore amica. Dalla scoperta in poi Meg litiga con Olly e frequenta brutte compagnie anche se per poco e da qui ne nasce la prima sbronza e finalmente il primo bacio con Tom (suo salvatore). Da qui in poi non voglio dirvi più nulla se no svelo troppo, ma Meg si lascerà con Sam e si metterà con Tom? come finirà la loro amicizia? vi assicuro solo che tutti i dubbi e la vita di voi adolescenti è tutta riassunta qui nel film Succede e imparerete che la vita va vissuta fino all’ultimo e con grande gioia come se fosse sempre l’ultimo giorno, perché non si sa mai cosa ci riserva il futuro.

cultura

recensione nove lune e mezza

nove-lune-e-mezza

Ho visto per voi in anteprima il film nove lune e mezza e vi dico che è un film fantastico e ben fatto, la regista è Michela Andreozzi alle prese con la sua prima regia cinematografica e anche attrice protagonista del film. Nove lune e mezza è un film adatto a tutte le famiglie e tratta tematiche molto attuali, famiglia gay, adozione, utero in affitto, donne indipendenti. Appena inizia il film vi assicuro che riderete dall’inizio alla fine, sono trattate tematiche serie ma con uno spirito di allegria, vi sentirete spensierati per un ora e mezza, uscirete dalla sala cinematografica con un gran sorriso. Il tutto reso molto realistico da attori sorprendenti: Claudia Gerini (Livia), Giorgio Pasotti (Fabio compagno di Livia), Lillo (convivente di Tina), Michela Andreozzi (Tina) e poi altri attori…

Trama

Il film nove lune e mezza tratta la storia di due sorelle, Livia una musicista indipendente che pensa solo alla carriera e non vuole figli, Tina convivente e con un lavoro fisso come vigile urbano ma che non può avere figli e li vorrebbe, entrambe hanno un compagno che le incoraggia nelle proprie scelte. Un giorno però succede che la sorella indipendente decide di farsi fare l’inseminazione artificiale per fare un figlio alla sorella disperata, e così per tutti i nove mesi Livia dovrà trattenersi dall’esibire il proprio pancione e Tina dovrà far finta di essere veramente incinta. Ma cosa succederà? che scoinvolgimenti ci saranno? riusciranno nell’impresa senza farsi scoprire? ah vi assicuro che alla fine del film ci sarà un cameo che non vi aspetterete proprio visto che non appare per tutto il film la persona in questione.

cultura

recensione classe z

medusa film

Ieri ho visto il film classe z e devo dire che è molto bello. Tratta la storia di alcuni ragazzi negati per la scuola (nullafacenti) che vengono messi tuti assieme in una classe ghetto dove ne combinano di tutti i colori ad un professore (andrea Pisani) tanto da indurlo a licenziarsi, anche perché in questa classe c’è un bullo, lo youtuber (Enrico Oetiker), la ragazza figa (Greta Menchi), lo sfigato, l’emarginata (Alice Pagani), e un ragazzo che non riesce a parlare e scappa ad ogni ostacolo. Solo che poi capendo che il loro preside (Alessandro preziosi) li ha messi in quella classe z solo per bocciarli, hanno deciso di richiamare il prof odiato e poi amato per farsi aiutare nello studio diventando così studenti modello. Ma alla fine questa storia servirà a far reintegrare il professore scappato? Tutto ciò viene raccontato nel modo già reale possibile, visto che tutti abbiamo avuto dei compagni di classe come quelli di classe z io vi consiglio tanto di vederlo il film, perché vi immedesimerete e riuscirete a tornare indietro nel tempo.

cultura

recensione Questione di Karma

commedia Italiana

Stasera ho visto per voi il film Questione di Karma con protagonisti Fabio DeLuigi e Elio Germano. Questo film tratta la storia di Giacomo uomo stravagante (Fabio De Luigi) rimasto orfano di padre quando aveva 4 anni ed erede dell’azienda di famiglia insieme alla sorellastra. Da grande però Giacomo credendo nella reincarnazione si affida ad un esorcista francese che vive in un paesello del centro Italia, che le dice che suo padre si è reincarnato in un certo Mario Pitagora (Elio Germano). Quest’uomo però è tutt’altro ciò che si presenta a Giacomo perché è indebitato fino al collo con mezza città e cerca sempre di fuggire da tutti, riuscendo a imbrogliare pure il povero ingenuo Giacomo. Però alla fine questo incontro cambierà la vita a entrambi… come? beh scopritelo voi andando a vedere Questione di Karma, un film irriverente con due attori bravissimi, che dire ridere molto e vi svagherete togliendo tutti i pensieri dalla testa.

Fabio De Luigi: è un attore straordinario, tutti i suoi film sono una sicurezza di spensieratezza, riesce sempre ad immedesimarsi in qualsiasi parte gli venga assegnata, grande interpretazione, gli do un 10.

Elio Germano: l’ho visto molto bene nella parte dell’imbroglione, bell’interpretazione, nulla da ridire voto 8.

 

cultura

recensione film Bad Moms mamme molto cattive

commedia cinematografica

ho visto in anteprima per tutti/e voi l’attesissimo film Bad Moms. Beh che dire, il cast è di tutto rispetto avendo come principali protagoniste e antagoniste nel film Mila Kunis e Christina Applegate due mamme opposte per tutto il film ma che in realtà si scoprono molto simili e fragili (specialmente la seconda). Oltre a loro le altre donne nel cast sono: Kristen Bell, Kathryn Hahn (schierate con Mila Kunis) e Annie Mumolo e Jade Pinkett Smith (schierate con Christina Applegate) . Il film tratta di questa mamma (Mila Kunis) tutta presa dal lavoro e dalla sua famiglia, lei è una perfetta ritardataria ma alla fine riesce a fare sempre tutto, che ad un certo punto decide di stravolgere la sua vita e quella delle sue amiche (Kristen Bell e Kathryn Hahn) iniziando a fare la Bad Moms con loro, lasciando che i suoi figli facciano tutto da soli compresa la colazione dandosi alla bella vita ubriacandosi e fregandosene anche del suo lavoro perfetto, in tutto ciò lei si schiera contro la presidentessa della scuola frequentata dai suoi figli tanto da candidarsi lei come  nuova presidente e ne succedono delle belle tra loro due visto che Christina Applegate e le sue amiche le faranno tantissimi dispetti. Insomma nel film ne vedrete delle belle e scoprirete che alla fine nessuna è una mamma perfetta nemmeno te che leggi anche se magari credi id esserlo. Andate a vederlo perché fa molto ridere, ah i discorsi nel film non sono affatto per bambini quindi andatelo a vedere con le amiche perché parlano molto di sesso senza censure. Passerete un’ora e mezza di spensieratezza e trash!!!