viaggi

polinesia francese cosa vedere e cosa fare

tahiti

La Polinesia francese, al largo della Nuova Zelanda, è formato da 5 arcipelaghi nel bel mezzo dell’Oceano Pacifico, centodiciotto isole di cui solo 67 abitate. La Polinesia francese è uno di quei luoghi da sogno che superano la nostra immaginazione per la bellezza dei suoi paesaggi incontaminati e le sue tante attrattive. Le Isole della Società (Bora Bora e Tahiti), le Marchesi, le Tuamotu, le Gambier e le Australi: hanno delle spiagge bianche dalla sabbia finissima e alture vulcaniche affacciate su acque cristalline dalle mille sfumature d’azzurro, questi arcipelaghi sono l’ideale del paradiso in Terra. Una volta li, sorprende la gentilezza e il senso di ospitalità della popolazione locale, sempre pronta ad accogliere i visitatori dando loro il benvenuto con una ghirlanda di tiaré bianche. La tranquillità di queste isole selvagge e il loro fascino esotico hanno attirato nei secoli numerosi artisti, persino le star hollywoodiane, desiderosi di rifugiarsi nel relax della remota Polinesia. A Hiva Oa, nel cimitero di Calvaire ad Atuona, è possibile tuttora visitare la tomba di Gauguin, così come il Centro Culturale Paul Gauguin mentre il Paul Gauguin Museum si trova a Tahiti, nella capitale Papeete. E proprio a Tahiti potrete visitare, infatti, la casa di Norman Hall, uno degli autori del Bounty, oltre all’interessante museo etnografico Le Musée de Tahiti et des Îles e al giardino botanico. A Papeete non dimenticate di fare un salto al coloratissimo mercato, dove troverete tutto il meglio dell’artigianato locale, dai patchwork alle decorazioni floreali. Tra giugno e luglio, inoltre, si tiene l’Heiva Tahiti, la più importante manifestazione culturale tahitiana, dove assistere a competizioni tra danzatori, artisti, artigiani, sportivi provenienti da tutti gli arcipelaghi. Se Bora Bora e Moorea sono le isole più vivaci, attrezzate e ricche di alberghi, Tahaa è meno turistica e merita di essere visitata per la sua costa frastagliata e i tanti “motu”, piccoli isolotti di sabbia bianca che la circondano, tra le palme di cocco che emergono dall’acqua. Raggiungibile solo in barca, è detta “isola della vaniglia” perché piena di piantagioni di questa profumata orchidea che è possibile acquistare a prezzi vantaggiosi. Gli atolli di Tuamotu, e in particolare quelli di Rangiroa, Fakavara e Tikehau, sono i più spettacolari per le immersioni, attività imprescindibile in Polinesia. Per il surfisti, invece, l’appuntamento da non perdere è quello dell’Air Tahiti Nui, torneo internazionale che si tiene a Teahupoo ogni anno nel mese di maggio e richiama sportivi da tutto il mondo. Un viaggio in Polinesia, è davvero in grado di farvi dimenticare ogni preoccupazione.

Da non perdere

Le perle nere

Vero e proprio simbolo della Polinesia francese, indossate dalle donne sin da bambine, le perle nere sono un acquisto irrinunciabile. In mezzo alla laguna, fermatevi a visitare una delle tante “ferme perlière”, piccole palafitte dove si coltivano queste perle dai riflessi unici, e sceglietene una come ricordo.

La Cascata di Fautuaua

A Tahiti, in una valle rigogliosa, troverete la spettacolare Cascata di Fautuaua, una meraviglia della natura le cui acque cadono ripide per 985 piedi in un’immensa piscina dov’è piacevolissimo fare il bagno. Gli appassionati di trekking potranno raggiungere, con l’aiuto di una guida, il belvedere sulla cima.

viaggi

Maldive isole paradisiache

spiagge uniche

Romantiche ed esclusive, mete sempre al top delle wish list degli appassionati di sport subacquei o delle coppie innamorate, le Maldive, sono un arcipelago costituito da 26 atolli naturali e circa 1.200 isole coralline situate sia all’interno degli atolli, sia lungo la barriera oceanica che delimita l’atollo stesso. che sino caratterizzate da spiagge di sabbia bianchissima, lagune trasparenti e fauna acquatica coloratissima, perfette lagune per snorkeling e altri sport acquatici, è noto. Forse non tutti invece, sanno che queste isole cambiano forma in base al periodo dell’anno. le spiagge infatti si spostano lungo il perimetro dell’isola in base ai venti, alle correnti e al moto ondoso. La temperatura media è di 30° e rimane costante durante tutto l’anno. Due le stagioni, regolate dai monsoni. Da Gennaio ad Aprile il tempo è più stabile, più umida invece quella che va da maggio a Novembre. L’atollo di Ari, è lungo 96 km e largo 33. In mezzo al blu dell’oceano, protetti dalla barriera corallina, siete pronti a vivere in un luogo da sogno un’esperienza sensoriale a tutto tondo, un vero e proprio viaggio nel viaggio?

Per raggiungere l’atollo di Ari una volta atterrati a Malé esistono 3 possibilità: la barca veloce, di varie dimensioni, il volo interno che dura al massimo 60 minuti e l’idrovolante (la durata del trasferimento è di circa 25′).