viaggi

borghi della Valle Camonica

lago d'iseo

Vi presento qui di seguito i borghi più belli della Valle Camonica:

BIENNO

Attraversato dal Vaso Re, Bienno ha costruito il suo passato sulla lavorazione del ferro, tradizione portata avanti anche oggi con dedizione e orgoglio. Bienno è divenuto anche il Borgo degli Artisti: un progetto volto a mantenere vivo il centro storico attraverso il lavoro e la creatività di artisti e artigiani.

PISOGNE

Affacciato sulla sponda bresciana del Lago d’Iseo, Pisogne è un caratteristico centro turistico lacustre. Contraddistinto da un signorile centro storico e da una piacevole passeggiata sul lungolago, Pisogne offre al visitatore una paniere di tesori di inestimabile bellezza. Tra questi spiccano la Torre del Vescovo e la Chiesa di S.Maria della Neve, impreziosito dal ciclo di affreschi del Romanino.

BORNO

La località turistica di Borno, ai piedi del Monte Altissimo, è un caratteristico paese di montagna, noto per le sue piste da sci e per gli immensi boschi salutari. Il centro storico, restaurato e ben curato, presenta molti segni del passato medioevale. Ben evidenti sono i resti delle torri che si possono scorgere qua e là tra le viuzze del centro. Ad oggi ne sono state individuate ben 7 edificate dai camuni.

Annunci
viaggi

inedita val cavallina

lombardia

A 40 minuti di macchina da Milano si raggiunge la Val cavallina, nella Bergamasca, che si sviluppa tra la città eretta sopra le mura e il Lago D’Iseo. 30 km di natura incontaminata, ma anche di arte, quella espressa nel corso dei secoli attraverso l’architettura e la pittura; 30 km in cui trovare chiesette di epoca romanica, castelli e borghi medievali, monasteri e case coloniche, ma anche antiche stazioni termali e scavi archeologici.

Arte e Terme

Trescore Balneario è il “capoluogo” e, qui, merita sicuramente una visita l’oratorio bardi, in cui sono custoditi gli affreschi di Lorenzo Lotto, uno dei grandi pittori veneti del Rinascimento che in quel periodo stava lavorando a Bergamo. Sempre a Trescore, se siete a caccia di un po’ di relax, provate a rilassarvi alle Terme che sfruttano le acque sulfuree della Val Cavallina, scoperte nell’800 e considerate da sempre le più prestigiose del Paese: qui si curò anche Giuseppe Garibaldi.

Natura e Storia

Le proposte per chi vuole tuffarsi nel verde non mancano affatto, come una visita all’osasi WWF del Val Predina, oppure una camminata nella riserva naturale della Valle del Freddo. Ma se cercate qualcosa di davvero speciale, fatevi un tour nel sito archeologico di Cavellas, che non è solo l’antico nome medievale della Val Cavallina, ma anche di un villaggio romano scoperto negli anni Ottanta a Casazza durante gli cavi edilizi. Scavi che hanno portato alla luce un’area di oltre 1.000 metri quadrati sigillati dai depositi alluvionali del vicino torrente Drione che l’hanno preservata nel tempo.