castello di orvinio
viaggi

Orvinio un borgo tutto da scorpire

castello di orvinio

Orvinio è un minuscolo borgo medievale, tra boschi e panorami mozzafiato, offre molte cose da vedere:

SANTA MARIA DEI RACCOMANDATI

Edificata nella seconda metà del secolo XVI, in passato era tenuto dai religiosi conventuali dove si riuniva la confraternita del Gonfalone. Ha una pianta a croce latina, un’unica navata, 3 campane, un tetto ad incavallature con travature di legno e affreschi di Vincenzo e Ascanio Manenti.

SANTA MARIA DEL PIANO

Presenta numerosi elementi decorativi, capitelli e fregi di trobeazione con metope e triglifi incastonati nel campanile, di epoca romana. Pianta a croce latina commissa con navata longitudinale; abside semicircolare; facciata a doppio spiovente; portale ad arco a tutto sesto; finestra con lesene per lato e sormontata da cappello ad arco con ghiere concentriche che poggiano su mensole a forma di aquila; archetti pensili che poggiano su capitelli; campanile a pianta quadrangolare con monofore, bifore, trifore; accanto alla chiesa resti delle mura del convento annesso. La chiesa unisce nei caratteri architettonici e decorativi, elementi dello stile ravennate, a quelli dell’architettura comacina del VII e VIII secolo.

CASTELLO MALVEZZI CAMPEGGI

Ha un portale monumentale arcuato, decorato a bugne; cortile con edificio dalle finestre dai montanti a croce di tipo rinascimentale, probabilmente non originarie, terminate con una torretta angolare; volte a crociera costolonate e a sesto ribassato; soffitti lignei a cassettoni con decorazioni pittoriche; cappella a cui si accede tramite un corridoio coperto da volta a crociera decorata a grottesche; cappella interna: storie della vergine e profeti. Nel castello esistevano trabocchetti funzionanti ed in esercizio nell’epoca feudale, le pareti ed il pavimento dei locali sottostanti erano munite di spade taglienti, punte e pali di ferro acuminati. Cappella a pianta quadrata, completamente affrescata da Ascanio Manenti con scene di vita della Vergine, la Natività di Cristo, tra le figure dei profeti.

SAN NICOLA DI BARI

Di pianta ottagonale; facciata con timpano triangolare su dopp; portale in piattabanda sormontata da finestra murata con stemma cardinalizio; Altare maggiore: sormontato da una tela di S.Nicola di Bari con nutria brigantina; Altare a San Rocco con statua lignea del santo; Altare alla Madonna della Pace con icone della vergine; Altare al Sacro Cuore di Gesù sormontato da immagine; Altare alla Madonna Addolorata sormontato da immagine; Crocefisso, baldacchino di manifattura laziale; torre campanaria a 3 piani, in origine a 2 piani; sotto l’arco che sorregge la cantoria un’antiporta di legno decorata da intagli e 4 statuette scolpite dallo scultore Ludovico Alessi.

SAN GIACOMO APOSTOLO

Chiesa di pianta ottagonale; doppi pilastri affiancati su ogni spigolo, con capitelli dorici poggiati su alto basamento a cornice continua; portale con timpano arcuato e nicchie laterali; abside con volta in stucco, costituita da due colonnine corinzie che sostengono un timpano triangolare spezzato; Altare maggiore, nicchia: San Giacomo Apostolo ignoto, legno scolpito e dipinto, incontro di cristo con la samaritana, San Giacomo apostolo predica al popolo il verbo cristiano; Altare a sinistra: il sogno di San Giuseppe, tempera su muro; Altare a destra: la visitazione, tempera su muro con cornice in stucco.

Annunci
tivoli
viaggi

Matrimonio nel lazio: le migliori location

tivoli

SPOSARSI TRA DIMORE STORICHE E GIARDINI ROMANTICI

La Villa Gregoriana di Tivoli, il Castello di Santa Severa, a Santa Marinella, il Palazzo Orsini di Bomarzo… il fascino e la bellezza eterna dei possenti castelli, palazzi principeschi e incantevoli giardini, per un matrimonio da favola.

SPOSARSI IN RIVA AL MARE E AL LAGO

Un sogno di sole e onde azzurre, la sabbia sottile sotto i piedi e la brezza marina tra i capelli, ma anche l’atmosfera rilassata dei luoghi immersi nella natura più pura, con la luce del sole che si riflette sulle placide distese d’acqua… nel Lazio ci si può promettere amore eterno e assaporare suggestioni uniche durante un matrimonio celebrato sulle spiagge di Fiumicino, a pochi passi dalla Città Eterna, o sul litorale di Gaeta, tra alte scogliere che si tingono di rosa al tramonto; o scegliere lo sfondo di alcuni dei laghi più belli d’Italia: dal lago di Bolsena al Lago di Bracciano, capace di incantare anche grazie alle storiche Scuderie Odescalchi.

SPOSARSI SU UN’ISOLA

Le soleggiate isole del Lazio le marittime Ponza, Palmarola e Ventotene, con i loro porticcioli colorati e la splendida natura verdeggiante; le lacuali e dal fascino immutabile nel tempo, Martana e Bisentina, racchiuse dalle acque silenziose del lago di Bolsena… Il Lazio accoglie chiunque sogni la magia di un matrimonio su una delle sue meravigliose isole.

SPOSARSI NEI BORGHI AUTENTICI

I borghi del Lazio sembrano promettere un amore eterno quanto le loro mura millenarie. La torre antica di Carpineto Romano, gli edifici barocchi di Casalvieri, Bassiano difesa da torri, e ancora Palestrina, nota per l’antico tempio pagano della Fortuna Primigenia… gli amanti dell’arte e della storia gli animi romantici non possono rimanere insensibili di fronte alla bellezza di queste cittadine, preservate con la loro originaria bellezza nonostante lo scorrere del tempo.

SPOSARSI NELL’ARTE

Arte e cultura sono punti forti del Lazio. Dunque perché non scegliere una cornice raffinata come quella di un museo o un teatro per il proprio matrimonio? La Sala Caravaggio del Museo Civico di Carpineto Romano con la sua atmosfera seicentesca, il fascino particolare del Museo del Brigantaggio ad Itri, il moderno Museo “Agapito Miniucchi” a Rocca Sinibalda… ma anche il gioiello unico dell’ex “Sala del Trono” al Palazzo Gallio di Alvito, ora splendida cornice del teatro comunale.

SPOSARSI NELLA NATURA

I paesaggi lussureggianti del Lazio sono la gioia di chiunque senta il legame con la natura. A Pescorocchiano, gli innamorati possono suggellare il loro amore presso la grotta di Val Dè Varri, tra antichissime stalattiti e stalagmiti, o farsi ammaliare dal fascino senza tempo di Rivodutri, con la Sorgente di Santa Susanna e la misteriosa Porta Alchemica, o ancora optare per il raffinato giardino all’italiana del parco comunale di Villa Torlonia a Frascati… Le bellezze green della regione sono tanto numerose e variegate da rendere la scelta davvero difficile.

SPOSARSI NEI LUOGHI SPIRITUALI

Scegliere il rito civile non significa rinunciare all’incanto della spiritualità e il Lazio regala a questo proposito dei gioielli sconosciuti ai più. Sarà difficile non lasciarsi suggestionare dagli antichi affreschi della Chiesa Rupestre di Sant’Adamo a Cantalupo in Sabina o dall’abside dipinta di Sant’Angelo a Barbarano Romano. Molteplici i luoghi dello spirito, il cui charme non è intaccato, ma anzi, accentuato dal trascorrere dei secoli: il monacato di Villa Euchelia a Castrocielo e la splendida architettura dell’ex Chiesa di San Sebastiano a Coreno Ausonio, memorabile per il suo arco in pietra lavorata.

valseriana
viaggi

pisya ciclabile in ValSeriana

 

valseriana
La pista ciclabile in ValSeriana è composta da 2 tratti: il primo, il ramo principale, collega Ranica a Clusone costeggiando il corso del fiume Serio. Il secondo tratto collega Clusone, Rovetta, Fino del Monte, Songavazzo e Onore. L’assenza di dislivelli cospicui e la praticabilità del tracciato, in terra battuta o asfalto, rendono la Pista Ciclabile in Valseriana particolarmente adatta alle famiglie. L’unica salita degna di nota presente nel primo ramo della pista è a Ponte Nossa, per colmare il dislivello tra il fondovalle e l’altopiano di Clusone. Il secondo tratto della pista ciclabile invece è più impegnativo e raggiunge un’altitudine massima di quasi 900 m. Tuttavia, possiamo ammirare splendidi panorami montani e attraversare paesi caratteristici con muri di pietra e tetti in ardesia.