viaggi

giardini da vedere nel mondo (prima parte)

giardini da vedere

Vi presento una lista di giardini da vedere assolutamente!!

Château de la colle noire ( Montauroux, Francia)

È nel sud della Francia, alle porte del Pays de Payence, che Christian Dior decide di acquistare nel 1951. Il couturier trasforma i giardini in un vero e proprio Eden. Pianta migliaia di alberi, rose di maggio, gelsomini Grandiflorum e altri fiori tipici del territorio di Grasse. Nel 2013 la tenuta diventa di prorietà della Maison de Parfums Dior, che intraprende imponenti lavori di restauro, seguendo i desideri di Christian Dior. Dal parco allo specchio d’acqua, dalle camere per gli ospiti al salone di ricevimento, lo Château rinasce. Le rose di maggio fioriscono nuovamente e il castello ritrova il lustro e la magnificenza dei suoi arredi.

Villa Il Torrione (Pinerolo, Torino)

Si tratta di un complesso di origine medioevale ingranditosi nel tempo sino a raggiungere, agli inizi dell’800, la struttura attuale neoclassica. Rappresenta per noi uno straordinario esempio di parco romanico all’inglese, grandioso, in cui i protagonisti sono gli alberi, alcuni di questi monumentali. Il parco, che apre al pubblico in alcune date predefinite, raccoglie una straordinaria collezione di ortensie provenienti da tutto il mondo, sia di specie, sia di varietà, che nel periodo estivo, ci accolgono con le loro generose fioriture.

Casa Lajolo (Piossasco, Torino)

si trova ai piedi del Monte San Giorgio, in una zona collinare conosciuta come Borgo San Vito. A Casa lajolo è custodito un luogo raccolto e magico, esempio straordinario di giardino formale settecentesco, ora Fondazione. Si articola su terrazze collegate da giardini di pietra e sempreverdi. Nella prima terrazza, si possono ammirare parterre di bosso modellati secondo l’ars topiaria Settecentesca. Una scenografica architettura verde: un secolare muro di tasso, unico nel suo genere, in cui sono presenti solo due aperture, custodisce un inaspettato giardino con rare piante sciafile.

 

 

Annunci
viaggi

visita al castello di piovera

piovera

Il Castello di Piovera, sede di  appuntamenti ed eventi fin dagli anni 80. Ad occuparsene oggi, è l’Associazione Culturale Castelpiovera, che organizza grazie ai volontari un fitto calendario in grado di ospitare un grande numero di serate. Da maggio a settembre si alternano tantissimi incontri: Benessere al Castello, Favorare, il Festival Fantasy, fino al Concerto di musica classica Echos e la Mostra d’Arte contemporanea Fossili Moderni. E questo solo agli albori della primavera. A giugno la Festa dell’Agricoltura fa da “apripista” all’estate, quando cominciano una serie di eventi che variano di anno in anno a che risultano sempre molto belli e pieni di gente. A settembre un appuntamento fisso è l’Esposizione Canina. Gli amanti del lavoro, della sua storia e degli arnesi di un tempo troveranno di che divertirsi e meravigliarsi all’interno della città, in cui si trova il museo degli antichi mestieri. Il museo è ospitato all’interno del fabbricato che un tempo fungeva da granaio per il tenimento agricolo. Ci si trovano oltre diecimila attrezzi e utensili riguardanti ogni tipo di antico mestiere: falegname, boscaiolo, calzolaio, ma anche lavori prettamente svolti dalle donne come la filatura della seta e della lana, la lavoratura della canapa o della cera, così come la tessitura. Il museo è nato negli anni 90 per volontà di Giuseppe Orsini, suocero del Conte Calvi di Bergolo. Gli oggetti fanno parte delle collezioni del Castello, alcuni di questi sono stati donati per rimpinguare ulteriormente la dotazione. Al dottor Orsini è dedicato il Padiglione delle radici. All’interno del Padiglione sono presenti delle sculture fatte di radici, riproduzioni naturali che nel tempo hanno assunto delle particolarissime forme e che insieme formano un “giardino” in grado di attirare i visitatori. All’interno del Castello è possibile inoltre organizzare anche il giorno più bello della propria vita. Sono numerose le coppie che chiedono di poter vivere le proprie nozze in un luogo tanto emozionante, dal fascino antico, ideale per chi vuole uno sfondo indimenticabile. le mura sorgono su preesistenze medievali del 1300 e diventano una fortezza per mano dei Visconti di Milano, prima di divenire una residenza alla fine del 1800 per decisione dei Balbi di Genova.