calabria
viaggi

un tuffo nella Costa Jonica calabrese

calabria

La Costa Jonica, si estende per circa 120 km ed è animata dalle foci delle fiumare che scendono dall’Aspromonte e conserva molteplici e interessanti testimonianze della Magna Grecia. In questi luoghi castelli, monasteri, villaggi arroccati incontrano una terra dominata dal mare.

COSA FARE

MARE

La Costa Jonica offre al turista ampie spiagge con intense gradazioni di azzurro e blu e la trasparenza dei suoi incredibili fondali. Tra le località più rinomate Roccella Jonica. Lungo la costa si susseguono numerose spiagge, da Siderno a Locri, a Bianco fino ad arrivare alla spiaggia di Riace, luogo di ritrovamento dei famosi Bronzi custoditi nel Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria. 

TREKKING

La Costa Jonica, offre la possibilità di effettuare percorsi di trekking tra natura e cultura: di grande fascino i percorsi lungo lo Stilaro, con la possibilità di visitare le cascate del Marmarico e giungere a Bivongi per la degustazione del vino DOP e per visitare l’antico monastero Ortodosso di San Giovanni Therestis.

DA NON PERDERE

BORGHI

GERACE

con le sue 100 chiese, è considerato uno dei borghi più belli Calabria. Il centro storico consente di ammirare gli antichi stili architettonici Gotico, Bizantino, Normanno e Romanico, e anche Opere d’arte che ne testimoniano l’importanza. Tra le meraviglie da non perdere la cattedrale e la chiesa di S.francesco. Aperte alla visita dei turisti le botteghe artigiane con le tipiche lavorazioni della ceramica.

RIACE

Il borgo dell’accoglienza.

RISORSE NATURALI

Monte Tre Pizzi tra il comune di Antonimina, noto per le sue terme, e il comune di Ciminà.

SITI CULTURALI

La Cattolica di Stilo, Museo e Parco Archeologico dell’Antica Kaulon, Villa del Naniglio Gioiosa Jonica, Cattedrale di Gerace, Villa Romana di Casignana, Museo e Parco Archeologico Nazionale di Locri, Museo di Palazzo “Teotino Nieddu del Rio” Locri.

reggio calabria
viaggi

casa fare nelle alpi di Aspromonte

reggio calabria

Aspromonte è un complesso montuoso delle alpi calabresi. Il territorio infatti è composto da rocce granitiche che si differenziano dall’origina sedimentaria a predominanza calcarea che caratterizzano il più recente appennino. Il territorio Aspromontano include in tutto o in parte 37 comuni della città metropolitana.

TREKKING

Numerosi i sentieri e gli itinerari che è possibile percorrere nel cuore dell’Aspromonte: Sentiero dei Carbonai, chiamato anche bosco delle fate, Sentiero dei terreni rossi, chiamato anche bosco delle Gambarie, Gole Fiumara La Verde, vero e proprio canyon di  4,5 km, Sentiero del Brigante da percorrere fino al Mausoleo di Garibaldi, oppure fino allo “Schicciu da spana”, Sentiero dei Greci, da Mammola al Santuario di S.Nicodemo, Sentiero Italia, Itinerario Montalto – Polsi, da Gambarie fino al Santuario di Polsi. 

DA NON PERDERE

SITI NATURALISTICI

Montalto, cima più alta del Parco Nazionale dell’Aspromonte; Vallate delle Grandi Pietre, complesso monumentale di monoliti di diversa forma e distribuiti sul territorio in modo non uniforme; Dolomiti del Sud, Guglie calcaree fanno parte della zona sita a nord di Monte Mutolo; Laghetto Rumia – Gambarie località Rumia; Laghetto delle Ginestre – Gambarie località Piani d’Aspromonte.

SITI CULTURALI

Osservatorio della Biodiversità; Centro visita del Parco nazionale dell’Aspromonte; Villaggio De Leo, antica segheria Sant’Eufemia d’Aspromonte; Cippo Garibaldi, luogo del ferimento di Garibaldi nella spedizione nel 1862; MUSABA Parco Museo di Santa Barbara – Mammola.