mare adriatico
viaggi

Alla scoperta di Bibione

mare adriatico

Bibione, ha un patrimonio unico: la sua natura!!!

La cura migliore per lo stress della vita quotidiana? La natura. Qui la potete trovare per ogni gusto, ogni esigenza, ogni attitudine. A piccole dosi oppure a piene mani. L’eccezionalità di Bibione è avere a soli due passi ambienti naturali incontaminati e ricchi di biodiversità tipiche. Qui la mano dell’uomo ha creato solo opere in armonia con il contesto che le ospita, come i casoni, le tipiche abitazioni dei pescatori fatte di canne palustri e legno. Fiume, laguna e vie d’acqua creano poi microambienti che ospitano flora e fauna che qui trovano il proprio habitat ideale, diventando occasione di meravigliato stupore per tutti coloro che hanno il privilegio di viverli.

IL FARO E LA PINETA

Il faro di Bibione è un punto di riferimento non solo per le navi ma, soprattutto, per tutte quelle anime sensibili e romantiche che sanno ancora emozionarsi di fronte agli spettacoli della natura. Imperdibile l’alba, quando il fascio di luce si proietta tutt’intorno e il cielo si colora dei primi raggi di sole.

VALGRANDE

A brevissima distanza dallo spensierato divertimento del lungomare, è sufficiente attraversare un piccolo cancello per ritrovarsi, come per incanto, immersi in un mondo in cui la natura regna sovrana. Pochi passi per entrare in una realtà fatta di silenzi, interrotti solamente da suoni che testimoniano la presenza di molte specie animali che hanno fatto di Valgrande la propria dimora.

LE LAGUNE

Sono luoghi in cui sembra che il tempo si sia fermato. Sarà per il sereno respiro della natura o per il placido movimento dell’acqua ma, visitarle, riporta magicamente alla propria pace interiore. Sono oasi protette, punteggiate da labirinti di canne, antichi casoni dai tetti in paglia e un cielo animato da improvvisi voli di aironi e cicogne.

VALLEVECCHIA E LA BRUSSA

mantiene inalterato il suo ecosistema di dune con una spiaggia non urbanizzata fra le più estese d’Italia dove è ancora possibile osservare la fauna tipica dei litorali sabbiosi.

Annunci
viaggi

le spiagge più belle della sardegna

In Sardegna ci sono spiaggia fine, pantone cielo, insenature meravigliose e riserve naturalistiche. Situata nel golfo di Orosei, Cala Mariolu è senza dubbio una delle perle della costa orientale. Tra sassolini, sabbia rosa, scogli e rocce franate, l sue acque trasparenti rendono  questa cala un vero e proprio paradiso tropicale italiano. Il nome Mariolu, deriva da un detto  di un pescatore panzese che abituato a rifugiare il suo pesce tra le grotte, dovette fare presto i conti con la foca monaca che, abitando ancora oggi i mari della Sardegna, rubava il pesce del povero pescatore. Poco lontana è situata Cala dei Gabbiani, che aiutata dai giochi di luce creati dal riflesso del sole sugli scogli bianchi, affascina i turisti di tutto il mondo con il suo azzurro congiante. L’impatto scenografico di questo spettacolo naturale fatto di pareti rocciose punteggiate di verde è qualcosa che pochi riescono a dimenticare. Raggiungibile via terra o mare, nel litorale aspro e roccioso di Baunei, tra i monumenti naturali di Perda Longa che scende a strapiombo sul mare, sorge la spiaggia di Cala Goloritzè. Sassolini bianche punteggiano le acque trasparenti e turchesi di questo magico luogo dal fondale basso e rocce marmoree, adatto non solo alle esigenze di chi vuole immergersi in acque da sogno, ma anche a coloro che in vacanza cercano l’avventura premettendo un’esperienza di free climbing sulla guglia calcarea da cui è sormontata. Sabbia finissima e candida, fondale ampio, acqua alle caviglie per decine di metri e una tonalità di azzurro che cancella il confine tra mare e cielo. Si parla della spiaggia La Pelosa che, situata all’estrema punta nord-occidentale della Sardegna nel golfo dell’Asinara, da quest’anno sarà accessibile ad un numero limitato di persone nonché soggetta ad alcuni divieti al fine di preservarla dall’erosione, per i fortunati che potranno accedervi è senza dubbio una promessa di relax unica nel suo genere. Il vento, l’acqua e una manciata di scogli scuri sono gli elementi naturali che caratterizzano il paesaggio dell’Aglientu, precisamente a Rena Majori. Poco distante da Olbia e tra le morbide dune di una rigogliosa vegetazione, questa spiaggia con il suo arenile di sabbia chiarissima vi riempirà gli occhi e il cuore.