viaggi

Visita alla città di Cherasco

Piemonte

La città di Cherasco era un tempo racchiusa da un tracciato murario quadrangolare di circa un meglio; la costruzione del castello nel 1348 rafforzò ulteriormente la funzione di piazzaforte della città. Attualmente dell’importante struttura difensiva è rimasto solamente il castello mentre strade alberate hanno sostituito, alla fine dell’700, la cinta muraria.È stata invece conservata la struttura a castrum romanum: una pianta quadrata con due grandi contrade che si intersecano perpendicolarmente dividendo la città in 4 quartieri: San Pietro, San Martino, San Gregorio, Sant’Iffredo, mentre le altre vie, sempre in posizione perpendicolare o parallela alle principali, dividono i quartieri in isole regolari id circa ottanta metri di lato. Anche molte case hanno conservato le caratteristiche del passato e hanno ancora al loro interno il cortile, l’orto, e il pozzo e molti palazzi le loro splendide facciate e i sontuosi ed eleganti interni.

Iniziamo l’itinerario delle cose da visitare:

Palazzo e Torre municipale: conserva armonici gotici e decorazioni quattro-cinquecentesche. Adiacente la caratteristica Torre comunale, coeva alla fondazione della città, che reca un prezioso lunario;

Chiesa di Sant’Iffredo: è la ricostruzione settecentesca di un edificio sacro ben più antico. Attualmente sede di mostre e manifestazioni musicali;

Museo Adriani: all’interno del seicentesco palazzo Gotti di Salerano, in saloni affrescati dal Taricco, si conservano documenti di storia locale e piemontese, oggetti d’epoca romana, un medagliere ed una notevole raccolta numismatica;

Santuario della Madonna del Popolo: caratteristica la facciata in cotto. L’amplissima cupola ottagonale è la terza in Piemonte per grandezza;

Arco di Porta Narzole: Iniziato alla fine del XVIII secolo, è incompiuto;

Palazzo Salmatoris: Detto “della pace” in memoria dello storico trattato tra napoleone ed i Savoia; ospitò, nella splendida saletta affrescata dal Taricco, la S,Sindone. Attualmente utilizzato per mostre e convegni;

Chiesa S.Agostino: Moto bello il portale finemente scolpito;

Chiesa di San Gregorio: Recentemente recuperata a centro di mostre, conferenze e concerti. Bellissimo il suo campanile romanico;

Arco di Belvedere: Costruito fra il 1647 ed il 1688, quale voto della Città per l’esenzione della peste del 1630;

Chiesa di San Pietro: Di costruzione coeva alla fondazione della città (1200), solo facciata e campanile conservando l’aspetto originario. Suggestiva la piazzetta antistante con la tipica pavimentazione a ciottoli;

Castello Visconteo: Costruito nel 1348 da Luchino Visconti e più volte rimaneggiato. Fa capo al suggestivo Viale dei Platani o Napoleonico;

Chiesa di San Martino: Dalla semplice facciata arricchita da un bassorilievo in marmo raffigurante S.Martino antecedente al 1588, un frammento di antico pluteo longobardo e decorazioni in cotto;

Sinagoga: Testimonianza della presenza ebraica in Cherasco, recentemente restaurata;

Santuario della Madonna delle Grazie: A pianta ottagonale, su progetto di Nicola Vercellone, la riedificazione diede definitiva e pregevole sistemazione all’antichissimo pilone votivo.

cultura

Recensione Pride, prejudice e zombie

Douglas Booth

Questo film è l’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo orgoglio e pregiudizio e zombie, scritto da Seth Grahame-Smith che a sua volta si è ispirata al romanzo di Jane Austen. Le riprese del di Pride & prejudice & zombie sono state interamente fatte in Inghilterra. Il film uscirà in anteprima assoluta in Italia il 4 Febbraio e poi in America il 16 Febbraio.

Pride Prejudice e zombie è la versione fantasy-horror di una delle storie d’amore più conosciute al mondo. Tratta di una misteriosa epidemia che si è abbattuta sull’Inghilterra e il paese è invaso dai non morti. Elisabeth Bennet e le sue sorelle sono grandi maestre si arti marziali e uso di armi da fuoco e faranno di tutto per difendere la loro famiglia dagli zombie, a loro si aggiungeranno Darcy e suo fratello. Elisabeth si troverà a fare una scelta combattere gli zombie o seguire colui che la ama alla follia, il colonnello Darcy. Alla fine l’amore vincerà su tutto? o i non morti riusciranno a farla franca? Storia su amori non ricambiati e lotte contro zombie fatte di suspence e tanta adrenalina.

Direi che questo è un film molto ben fatto con primi piani, oggettive usate a modo durante i dialoghi e campi lunghi durante le battaglie. Gli attori incarnano molto bene i loro ruoli essendosi immedesimati molto bene nella parte assegnatogli. Attori principali: Lily James (Elisabeth Bennet), Sam Riley (Sig. Darcy), Matt Smitt (Sig. Collins), Douglas Booth (sig. Bingley).

Insomma ragazze Pride prejudice e zombie vi lascerà col fiato sospeso dall’inizio alla fine, andate a vedere questo film e non ve ne pentirete, impazzirete per il film e i loro protagonisti.