chiesa di marsiglia
viaggi

cosa vedere a Marsiglia (parte 5)

chiesa di marsiglia

Visitare Marsiglia? perché no? altro capitolo su cosa vederci di bello.

HÔTEL DE LA BOURSE/MUSÉE DE LA MARINE

Bell’edificio neoclassico, dal grandioso colonnato. Ospita la Camera di Commercio forse più antica del mondo e mostra sulla facciata le statue dei primi navigatori greci arrivati qui. Al Pianterreno c’è il Museo della Marina, con modellini di navi, dipinti, cartine a raccontare la storia del porto di Marsiglia.

MUSÉE D’HISTOIRE DE MARSEILLE

Interattivo e dalle luminose facciate di vetro. Da vedere in particolare i resti del porto antico e della città greca, il relitto di una nave mercantile romana, la più grande del mondo, modellini, anfore, resti di barche e una basilica funeraria.

EGLISE DE SAINT VINCENT DE PAUL

La chiesa neogotica, ha le porte in bronzo, vetrate, una statua di Jean d’Arc sul sagrato e una bella illuminazione notturna del rosone centrale.

EGLISE DE NOTRE DAME DU MONT

Facciata neoclassica e una targa che ricorda che qui, venne a suonare l’organo Chopin in persona. Forse per questo precedente illustre la chiesa ospita regolarmente concerti di musica classica.

MUSÉE CANTINI

Un bel palazzo di fine 600 un piccolo museo di arte moderna che offre una panoramica dell’arte dal 1900 al 1960, con particolare attenzione ai fauves, al primo cubismo, al surrealismo, all’astrattismo con opere di Matisse, Derain, Chagall, Picasso. Dufy, i surrealisti e qualche lavoro di Balthus, Giacometti, Francis Bacon. Mostre temporanee sempre interessanti.

EGLISE DE SAINT NICOLAS DE MYRE

È stata la prima chiesa cattolica di rito bizantino in Francia e del mondo.

PALAIS LONGCHAMP

Il grandioso edificio è circondato da un grande parco, il Palazzo, tutto colonne, fontane e sculture allegoriche, ospita 2 musei. Nell’ala sinistra il Musée de Beaux Arts, il museo più antico della città, con lo scalone monumentale e, al pianterreno, splendidi affreschi e dipinti di scuola francese e italiana del 600, poi sculture e pittura francese. Nell’ala destra del Palazzo, il Museo di Storia Naturale, nello spirito dei musei ottocenteschi, mostra collezioni di animali in resina, scheletri, fauna e flora della Provenza.

 

Per più informazioni e guide dettagliate su tutto scrivetemi a: giadastellato@yahoo.it

marsiglia
viaggi

cosa vedere a Marsiglia (parte 2)

marsiglia

Descrizione di cosa vedere a Marsiglia.

QUAI DU PORT

La riva opposta del porto, con i palazzi a portici ricostruiti , conserva solo alcuni edifici d’epoca.

HOTEL DE VILLE

Edificio del 600 in pietra rosata di Couronne, con uno scudo all’ingresso. In stile barocco dalle forti influenze genovesi, è uno dei pochi edifici sopravvissuti alle distruzioni dei nazisti, oggi valorizzato dal grande piazzale del nuovo assetto del porto.

MUSÉE DES DOCKS ROMAINS

Appena alle spalle del porto, ai piedi del quartiere del Panier, sono emerse le vestigia degli antichi magazzini portuali romani. Al suo interno trovate enormi giare per olio e vino, anfore, monete, mosaici, una ricca documentazione integrata con i risultati delle scoperte di archeologia sottomarina di Cousteau, fra cui i resti della galera di Cesare.

FORT SAINT JEAN

Complesso fortificato dalla lunga storia. Oggi è unito al MuCEM da una passerella e una seconda passerella lo unisce alla Chiesa di Saint Laurent nel Panier, creando un vero ponte tra passato e presente ed è parte integrante del nuovo museo. Una parte delle sale del forte è diventata spazio espositivo, ed è soprattutto interessante scoprire i giardini, dal nome simbolico di Jardin des migrations, che si declinano in 15 sezioni tematiche e ultrapanoramiche, a ingresso libero.

MUCEM

L’edificio è la nuova icona della città: 16.500 metri quadrati, di cui 3.600 di spazi espositivi, dalla Galerie de la Méditerranée a spazi per mostre temporanee, oltre a auditorium, spazi audiovisivi, spazio per bambini, libreria-boutique, ristorante, bistrot e caffetteria. Particolarmente importante l’architettura, che unisce tecnologie innovative ed estetica, utilizza una fibra di cemento ultraperforante. Da non perdere la visione notturna, quando l’edificio è illuminato dagli effetti di luce.

Link video: https://www.youtube.com/watch?v=T4XhaHwcTcE

 

marsiglia
viaggi

cosa vedere a Marsiglia

marsiglia

I luoghi d’interesse più belli di Marsiglia sono questi:

QUAI DES BELGES

La Chiesa di Saint Férrol può essere il punto di partenza del tour dei quais del Vieux Port. Sorge dove si trovava il gran convento degli agostiniani, facciata bianca, ed è una delle più grandi della città. Quasi davanti, in quello che per i marsigliesi rimane Quai des Belges, anche se il nome ufficiale è  Quai de la Fraternité, tutte le mattine dalle 8 si svolge un piccolo mercato del pesce. Da qui partono i ferry boat per le isole di Frioul e il Castello di If, quelo del Conte di Montecristo.

QUAI DE RIVE NEUVE

La riva destra del porto è chiamata rive neuve, riva nuova, per via degli edifici neoclassici costruiti in sostituzione dei vecchi magazzini. Sbocca sul Quai la Place aux Huiles, piena di caffè e ristorantini e via d’accesso all’Llot Thiars, microquartiere ex sede dell’arsenale delle Galere.

THÉÀTRE DE LA CRIÉE

Il vecchio gran mercato del pesce, recuperato e trasformato in teatro, il Teatro Nazionale di Marsiglia, facciata bianca neoclassica e grande scritta in rosso.  https://www.theatre-lacriee.com

FORT SAINT NICOLAS

Eretto per controllare la città e dare un segno del potere più che per proteggerla. È ancora in parte sede militare, oltre che monumento storico. Visitabile solo nelle giornate del patrimonio.

JARDINS E PALAIS DU PHARO

Sul promontorio che domina l’accesso al porto, spettacolare la vista, sulla città e sulle isole.

 

marsiglia
viaggi

Marsiglia con i bambini

marsiglia

Se viaggiate in famiglia, con figli/nipoti, Marsiglia li affascinerà.

  • Cominciate con un tour panoramico sull’Open Bus turistico a 2 piani o il City Tour su bus scoperto o sul trenino che porta fin su a Notre Dame de la Garde e nel Panier.
  • Un giro per la città in monopattino elettrico? Da 12 a 16 anni possono condurlo, da 7 a 11 sono passeggeri, ma tutti si divertiranno parecchio!!!
  • Escursione in battello al Castello di If: scoprire la cella del Conte di Montecristo è come entrare in un videogioco a grandezza naturale ma… reale!!!
  • A spasso per il Panier come in un labirinto gigante con sosta al Préau des Accoules, area museale riservata ai più piccoli.
  • Andare a vedere qualche museo su misura anche per un pubblico junior: dal MuCEM al museo dei dock romani, il Museo di storia naturale, di storia: fra l’altro sono tutti gratis fino a 18 anni.
  • La giostra sulla Canebière, nel primo tratto poco lontano dal porto, è sempre un piacere per i bambini, così come andare nei parchi: il Parc Borély, il Parc Pasté (dove ci sono percorsi avventura fra gli alberi praticabili dai 5 anni) e il Parc Longchamp sono perfetti per i piccoli.
  • Se sono un po’ più grandicelli e appassionati di calcio, una visita allo stadio Vélodrome li affascinerà, come un emozionante tour sulla ruota gigante, in genere installata al Vieux Port o al Parc Borély.
  • Nella stagione giusta, battesimi di immersione e percorsi-escursione con le pinne a partire dagli 8 anni.
  • Se preferiscono sport “freddi”, portateli a pattinare sulla spettacolare pista di pattinaggio, 250 metri quadrati e allo skate park indoor del Palais Omnisport Marseille Grand-Est nel quartiere della Capollette, zona Castellane, 20000 metri quadrati, 5 piani (e pure la pista olimpionica di pattinaggio).
marsiglia
viaggi

10 cose da non perdere a Marsiglia

marsiglia

Siete in partenza per Marsiglia e non sapete cosa vedere in un week-end? eccola soluzione giusta per voi!!

  1. MUCEM (MUSEO DES CIVILISATIONS DE L’EUROPE ET DE LA MÈDITERRANÉE

È la nuova icona della città: 15.000 m quadri, spazi espositivi, mostre temporanee, auditorium, audiovisivi, aree per bambini, libreria-boutique, ristorante dello chef “tristellato” Michelin Gérald Passédat, bistrot e caffetteria, una vista da favola… Un ponte fra la vecchia e la nuova Marsiglia, imperdibile.

2. NOTRE DAME DE LA GARDE

Uno dei simboli della città, che domina dall’alto. impossibile venire a Marsiglia senza salire a godersi il panorama da lassù e a vedere la collezione di ex voto.

3. VIEUX PORT

Dove batte il cuore pulsante della città e dove si coglie il rapporto unico che lega la città al mare.

4. PANIER 

Il quartiere storico per eccellenza, la Marsiglia di Pagnol, di Jean-Claude Izzo, delle piazzette con i platani e della pétanque; un po’ Italia, un po’ Corsica, un po’ Nord Africa.. Una charme fou.

5. VIEILLE CHARITÉ

Ex ospizio per i poveri del 600, è un gioiello barocco di calcare rosa-ocra, splendido.

6. CITÉ RADIEUSE 

L’unité d’habitation di Corbusier, Patrimonio UNESCO, è un villaggio verticale; 337 appartamenti, un hotel, una scuola, negozi, la terrazza all’ultimo piano dove ora sorge il centro d’arte MaMo.

7. CALANQUES

Appena fuori dal centro, ma sempre nel comune di Marsiglia, comincia il Parco Nazionale delle Calanques, il primo parco nazionale periurbano d’Europa, un vero e proprio spettacolo della natura.

8. EUROMÉDITERRANÉE

La nuova Marsiglia in continua evoluzione: dal recupero dei Docks alle torri e ai quartieri dei più grandi architetti contemporanei, come Zaha Hadid, Jean Nouvel… La più grande operazione di rinnovamento urbano dell’Europa del Sud.

9. I QUARTIERI DI TENDENZA

Saint Victor, Noailles, La Plaine, cours Julien: Marsiglia si muove, giorno e notte. Locali, negozi, atmosfere da scoprire e da vivere attorno al centro.

LE ISOLE

Sono un “quartiere di Marsiglia“, 1°Arrondissement. Ma sono un mondo a parte, un tuffo nell’immaginario di Dumas e del Conte di Montecristo.

 

viaggi

spiagge top della costa azzurra

costa azzurra

La Costa Azzurra è il tratto orientale della costa francese sul Mar Mediterraneo, compresa tra Théoule-sur-le-Mer e il confine con l’Italia. Questo lussureggiante giardino affacciato sul mare ha un clima dolce, grazie alla sua esposizione a sud e alla protezione fornita dalle montagne provenzali e dalle Alpi.

le migliori spiagge della Costa Azzurra sono:

Pampelonne (Ramatuelle)

oggi è la più amata dai turisti, infatti in questa lingua di sabbia che si estende per 4.5 km  tra il Cap Pinet e Bonne Terrasse hanno sede i più famosi e ben frequentati stabilimenti balneari di Saint Tropez.

Bouillabaisse

Non è molto lunga e abbastanza stretta, è abbastanza uniforme. Sulla spiaggia sono presenti diversi bar e ristoranti. La spiaggia è facilmente raggiungibile. È possibile parcheggiare l’auto presso la spiaggia.

Graniers

Questa è la spiaggia più selvaggia nelle vicinanze del centro città. Attenzione, è relativamente piccola (80 m) ed in piena stagione è difficile trovare un posto per stendere l’asciugamano! Dopo questa spiaggia la costa diventa rocciosa con qualche cricca nascosta.

Ponche

Qui si trova una delle spiagge più belle di Saint Tropez. Si chiama come il quartiere e si estende tra la torre del Portalet e la torre Vecchia.

Paloma Beach (Saint-Jean-Cap-Ferrat)

Approfittate delle prime ore del mattino nel pomeriggio la spiaggia rimane in ombra per crogiolarvi in questo angolo di paradiso lambito da un mare cristallino, a circa 10 minuti d’auto da Saint-Jean_Cap-Ferrat.

Calanque D’En Vau (Cassis)

Una passeggiata di circa 2 ore, molto apprezzata dagli amanti del trekking e della natura incontaminata, vi condurrà alla scoperta di un angolo incontaminato di paradiso, raggiungibile dalla strada 559 che da Marsiglia corre verso il piccolo borgo di pescatori di Cassis.

L’Estagnol (Bormes-Les-Mimosas)

Con la sua distesa di sabbia bianca sovrastata da grandi pini, l’ombra della pineta, il fondale che digrada dolcemente, la spiaggia di L’Estagnol nel dipartimento del Varo, nella regione della Provenza-Alpi Costa Azzurra è una delle mete preferite dalle famiglie con bambini.