monti bergamaschi
viaggi

Traversata tra i pizzi Valgandino

monti bergamaschi

La “Traversata tra i Pizzi” della Val Gandino ci offre oltre 50 km di sentiero. Il percorso unisce in quota le cime della Valle in 7 emozionanti tappe, che singolarmente sono ideali per escursioni di famiglia, ma tutte insieme offrono un anello per camminatori esperti. Si parte dal Santuario della Ss.Trinità a Casnigo per raggiungere poi Farno, Formico, Corno, Monte Alto, Monte Sovere, Pizzo e infine Croce. Non mancano le delizie per il palato, con i piatti tipici della cucina locale proposti da diversi rifugi: il Monte Farno e il Parafulmine, la Baita Monte Alto, il rifugio Monte Croce e la Malga Lunga, sede del rifugio-museo della Resistenza Bergamasca.

montagna
viaggi

Aree verdi nella Val di Scalve

montagna

RISERVA NATURALE BOSCHI DEL GIOVETTO

L’unica riserva naturale della zona: boschi di abete rosso e bianco, faggio e larice a 2000 m s.l.m. La protagonista è la Formica Rufa che contribuisce all’equilibrio biologico dell’ecosistema. Lungo il “Percorso dei mestieri del bosco” ci aspettano un’antica segheria ad acqua, i resti di una calchera e numerose aie carbonili con un “pojàt”. Immersa nella frescura del bosco è adatta per trekking e attività con bambini.

DIGA DEL GLENO E L’ARBORETO ALPINO

I resti della diga crollata e il lago artificiale sono il punto di arrivo di una delle mete più classiche della Val di Scalve. L’imponente costruzione vi richiamerà alla memoria la tragedia che la vide coinvolta nel 1923, quando il bacino non resse all’impeto dell’acqua. Poco sotto potrete visitare il polmone naturale dell’Arboreto Alpino: una comoda passeggiata vi permetterà di immergervi, insieme a tutta la famiglia, nella natura, nella tradizione e nella storia di questa antica vallata.

LA STRADA NELLA ROCCIA: LA VIA MALA

Ecco la presenza dell’uomo che affronta la forza selvaggia della Natura. Una tra le arterie montane più panoramiche e spettacolari d’Europa, realizzata nell’800 per collegarsi a Brescia. Affacciata sul canyon del fiume Dezzo, a mezza costa sull’abisso e in alcuni punti scavata nella roccia, si può ripercorrere affacciandosi da terrazzi panoramici. Recentemente rivalorizzata, ci aspetta per una camminata lungo l’antica strada alla scoperta di orridi, forre e marmitte.

viaggi

Presolana: regina delle orobie

La splendida Presolana, regina e perla delle Orobie, vi lascerà a bocca aperta: roccia pura, dolomitica e calcarea, che si staglia fra le vette circostanti. La sua bellezza ci abbaglia, sia nella stagione invernale, con la sua cima innevata, sia nella stagione estiva, quando si tinge di rosso vivo nella luce del tramonto di rosa pallido all’alba. Ricchissima di flora rara e di specie endemiche, offre variegati percorsi trekking adatti a tutti, tra pascoli, baite e rifugi. Non perdere l’escursione alla singolare “Grotta dei Pagani”, mentre, se sei un esperto, potrai vivere emozioni uniche percorrendo le numerose vie classiche e sportive di arrampicata.

viaggi

Bormio tutto l’anno

alpi lombarde

Terme e benessere

Un tuffo nelle acque millenarie di Bormio per una vacanza a tutto relax! Lasciarsi coccolare dalle fonti e dalle loro proprietà curative, già conosciuto ai tempi dei romani e apprezzate anche da Leonardo da Vinci, è l’ideale dopo una giornata all’aria aperta. Tre centri termali per ogni esigenza: Bormio Terme, per tutta la famiglia; QC terme Bagni Vecchi per un tuffo nella storia e QC Terme Bagni Nuovi per immergersi nell’atmosfera liberty ottocentesca.

Enogastronomia

Una cucina semplice, dal gusto delicato, ispirata ai profumi della montagna. La terra fornisce gli ingredienti principali che, amalgamandosi, erano i piatti della tradizione: i pinzocheri, gli sciate e i malfatti, senza dimenticare la bresaola e la slinziga, la polenta taragna e la cacciagione, i formaggi, la bisciöla e il miele. Tutte pietanze che si sposano a meraviglia con i vini della valtellina e con gli amari locali, su tutti Braulio e Taneda.

Tradizioni

La storia secolare di Bormio e dei paesi limitrofi si riflette e si conserva nelle numerose tradizioni popolari, ponte tra passato e futuro. I pasquali, il carnevàl di mat, l’è fora geneiron, gabinetto e il palio delle contrade sono alcune delle manifestazioni che affondano le proprie radici nella cultura contadina e montana e conservano il folklore che, da sempre, le contraddistingue, diventando occasione di incontro sia per i locali che per i turisti.

Cultura

Il Bormiese, con la sua storia millenaria, vanta un ricco patrimonio culturale. Ne sono prova i palazzi, le torri, le antiche case contadine, le chiese e le fortificazioni. Numerosi e interessanti i musei, anche quelli all’aria aperta con i testi della Grande Guerra. Vivace il programma delle attività, sia per gli adulti che per i bambini, grazie all’organizzazione di concerti, spettacoli, conferenze, mostre, sagre e laboratori per tutti i gusti.

Natura

Un territorio immerso nella natura incontaminata del Parco dello Stelvio, uno dei più estesi dell’intero arco alpino. Per tutta la famiglia, oltre 600 km di sentieri da percorrere a piedi o in MTB, tra boschi incantati, pascoli, ghiacciai e laghetti alpini, magari avvistando cervi, marmotte, stambecchi, aquile e gli altri animali che vivono nell’area protetta. Un contatto profondo e diretto con la natura, per provare emozioni uniche e speciali.

Dintorni

Da Bormio è possibile raggiungere diverse località sia in Valtellina che nelle regioni limitrofe. Da provare il trenino rosso del bernina, patrimonio UNESCO che da Tirano raggiunge St.Moritz. A 40 km si trova Livigno, famosa meta turistica invernale ed estiva in zona franca; a Grosio, molto particolare il Parco delle Incisioni Rupestri e, scendendo lungo la media-bassa Valtellina, meritano una visita le numerose case vinicole e la spettacolare Via dei Terrazzamenti.

 

viaggi

Bormio e le sue valli

alpi lombarde

Bormio e le sue valli sono un paradiso per gli amanti dello sport, della natura, della cultura, del relax e del benessere. Per lo sci, oltre 180 km di piste di discesa e di fondo, non solo in inverno; i mitici passi dello Stelvio, del Gavia e del Mortirolo per gli amanti delle due ruote; le acque termali; il Parco Nazionale dello Stelvio e molto altro.

Bormio

Nel cuore dell’alta valtellina, un piccolo gioiello artistico e culturale con una storia millenaria. Infinite le possibilità per gli sportivi, 365 giorni all’anno: sci (anche d’estate allo Stelvio), ciclismo, trekking e molto altro, sempre a contatto con la natura del Parco Nazionale dello Stelvio. Per gli amanti del relax e del benessere, un’oasi di piacere nelle acque termali naturali. Un’offerta a 360 gradi: questa è Bormio, la magnifica terra.

Valdidentro

Situata tra Bormio e Livigno è la meta ideale per chi ama le attività all’aria aperta. In estate, numerosi sono i sentieri di trekking e mountain bike che si snodano tra la Val Viola, la Val Lia e la Valle di S.Giacomo, dove si trovano anche le imponenti dighe di Cancano. In inverno da provare, oltre allo sci alpino, il biathlon, la pista di fondo e lo sleddon. Da non perdere gli storici centri termali dei Bagni Nuovi e Bagni Vecchi.

Valdisotto

Valli, laghetti, torrenti e sorgenti d’acqua creano uno scenario sorprendente e tutto da scoprire: imperdibile, ad esempio, la Riserva naturale del Paluaccio, vicino al Forte Venini, fortezza militare degli inizi del’900. In inverno invece, si può provare lo sci sul monte Vallecetta e nella ski area di Oga/S.Colombano. In questo territorio incontaminato sgorga una delle acque più rinomate d’Italia.

Valfurva

Nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio, Valfurva offre tantissime opportunità per gli amanti della natura: escursioni, a piedi o in MTB, in valli incantevoli come la Val Zebrù e la Val Cedec, fino al Ghiacciaio dei Forni. Per i ciclisti, invece, basta un nome: Gavia. Durante l’inverno lo sci, di discesa (con la pista Deborah Compagnoni) o di fondo, è l’attività principale, senza dimenticare i percorsi di sci alpinismo e quelli da percorrere con le ciaspole.