viaggi

una passeggiata per Forni di Sopra

friuli venezia giulia

La fornâs Davâras (La fornace di Davâras)

Questa fornace, recentemente ristrutturata, è tra le tante che costellavano la valle. Qui veniva prodotta la calce, in passato insostituibile materiale di costruzione assieme a pietra e legno. Costruita a inizio ottocento ed utilizzata fino a pochi decenni fa, la grande fornace di località Davâras ha una capacità di cottura di circa 12 mc di sassi. La costruzione esterna è in muratura di calcare a secco, mentre quella interna, dalla forma a botte, è rivestita da arenaria (saldan). È situata in riva al Torrente Giâf e la calce in essa prodotta venne utilizzata per costruire le case delle vicinanze. È raggiungibile a piedi percorrendo l’itinerario “Orti, fornaci, castelli” oppure in macchina.

Puont del sirai (Ponte della stretta)

È un singolare e romantico ponticello in legno che sovrasta il tratto in cui il Tagliamento raggiunge la sua minima ampiezza, nei pressi di località Santaviela (parcheggio seggiovie Vamost). La parte portante è costruita da travamenta ricavata nelle vicinanze e mantenuta nella forma originale. In passato era l’unico transito sicuro quando si verificavano le piene. Raggiungibile ap iedi percorrendo l’itinerario “Orti, fornaci, castelli”.

I murales del Maestro Spadavecchia

Marino Spadavecchia li creò per l’amore che provava per la località e la sua gente. Questi murales rappresentano scene di vita dei montanari: la partenza dell’emigrante, attorno alla polenta, i lavori tradizionali, le feste di paese. Scoprire queste opere equivale a conoscere l’artista e comprendere come si svolgeva la vita in questa comunità alpina. Gli oltre cinquanta dipinti sono visibili percorrendo le vie del paese.

Borgo rurale di Andrazza

Alla scoperta di una delle tre borgate storiche di Forni di Sopra, che ben conserva esempi abitativi in pietra e legno con annessi fienili e stalle.

In pineta

Rilassante passeggiata su sentierini che si snodano attorno ai laghetti artificiali, immersi nella pietra. Nelle giornate estive afose e assolate si può godere della frescura e dei profumi della natura, mentre i più piccoli si divertono al parco giochi. Ideale per famiglie.

Palas 

Passeggiata facile di 4 km su strada asfaltata, lontana dal traffico, adatta anche a ski-roll e roller-blade. Partenza dal centro sportivo.

Il Fiume Tagliamento 

Piacevole passeggiata di 5 km su strada sterrata pianeggiante lungo il Re dei fiumi alpini.

Giro panoramico

Interamente su strada asfaltata, permette di raggiungere i villaggi Tintai e Tiviei, da dove si ha una magnifica veduta della valle.

le “Cascatelle” 

l’acqua con le sue forme, i sui colori, la sua trasparenza diventa la protagonista di questo facile itinerario, percorribile in un’oretta in ogni stagione. So costeggia il fiume Tagliamento partendo dal laghetto più a valle. Lungo il percorso si guadano piccoli corsi d’acqua e si possono ammirare le gorgoglianti “cascatelle”, graziose opere di sistemazione idraulico-forestale.

viaggi

Forni di Sopra: cosa vedere

friuli venezia giulia

ecco un elenco di cose da vedere nel centro storico di Forni di Sopra.

Chiesa di San Floriano

in frazione Cella custodisce pregevoli opere del ‘500, il trittico d’altare di Andrea di Bortolotto detto “il Bellunello” e affreschi di Gianfranco da Tolmezzo.

Chiesa parrocchiale S. Maria Assunta

in frazione Cella – la chiesa risale al 1835-41. Al suo interno si possono ammirare tre bellissimi altari lignei dei Comuzzi. Il campanile è il più alto della Carnia ed è stato realizzato utilizzando esclusivamente blocchi di pietra dai maestri scalpellini fornesi dal 1776 al 1860.

Castello di Sacuidic 

Resti di un maniero risalente ai sec. XII-XIII, posto sulla sponda sinistra del fiume Tagliamento, a controllo di un’antica via di comunicazione. Venne incendiato verso la fine del 1200, probabilmente per la presenza di una zecca clandestina. Si trova nelle adiacenze della frazione Andrazza ed è tuttora oggetto di scavi e restauri.

Cuol di Ciastiel 

Il sito, tuttora in fase di ricerca, si trova sulla sommità di un colle, in località Clevas, tra Cella ed Andrazza. Sono stati rinvenuti l’ingresso del castrum e buona parte del sentiero di accesso.

Museo rurale forense

Allestito nei locali dell’ex latteria di Vico, rappresenta uno spaccato di vita passata. Sono esposti arnesi utilizzati nei lavori agricoli e le originali attrezzature della vecchia latteria.

Museo “il filo dei ricordi”

Ricca esposizione sulla grande tradizione della tessitura. In mostra: strumenti di lavoro, indumenti, coperte, ricami, arredi e l’occorrente per confezionare i tipici scarpès, calzature completamente di stoffa, con suola trapuntata a mano e tornaia in velluto.

 

 

viaggi

scoprire le perle delle alpi

lombardia

Cogne

la porta di accesso al Parco Nazionale del Gran Paradiso. Perla a 1534 m di quota, ti accoglie con la bellezza infinita dei suoi paesaggi alpini, primo fra tutti il Prato di Sant’Orso. Un mix irresistibile tra offerte sportive ecocompatibili, specialità regionali, tradizioni e natura ancora intatta fa di Cogne un luogo ideale per vacanze destinate a rimanere nel cuore. Con i suoi 80 km di piste, Cogne è la meta perfetta per gli amanti dello sci nordico. In inverno, oltre a 150 cascate di ghiaccio, ti aspettano numerosi percorsi per il tour con le ciaspole e un comprensorio per lo sci alpino particolarmente adatto alle famiglie. Trekking, alpinismo e MTB sono le offerte di punta per la stagione estiva. Numerosissime e-bike, servizi navetta, passeggiate accessibili anche con i passeggini garantiscono le condizioni ideali per una vacanza senza auto.

Chamois La Magdeleine

Montagne da vivere, con vista sul Cervino. 200 abitanti popolano queste due piccole località ai piedi del Cervino. Chamois è l’unico Comune italiano totalmente car-free, raggiungibile solo a piedi o con la funivia. In estate, oltre a escursioni trekking e MTB per tutti i gusti, puoi vivere l’emozione di un battesimo del volo in parapendio. In inverno ti aspettano piste da sci soleggiate un paradiso per famiglie e freerider e stupendi percorsi per le ciaspole e per gli amanti dello sci di fondo. Al Trekking&Dog Bike Park La Magdeleine potrai inoltre cimentarti in divertentissimi sport meno comuni, come fat-bike, dogcross, sleddog, skijoring e pulkadog. In estate, il percorso ciclopedonale che collega i due Comuni è percorribile con le biciclette a pedalata assistita che si possono noleggiare in entrambe le località.

Valdidentro

natura e divertimento in Valtellina. Nel cuore dell’alta Valtellina, immersa nel territorio del Parco Nazionale dello Stelvio, la Valdidentro è la meta ideale per una fuga dal caos cittadino. Grazie ai suoi centri termali, i Bagni Nuovi e i Bagni Vecchi, conosciuti già in epoca romana per le proprietà benefiche, la vacanza sarà all’insegna del benessere e del relax. Sia in estate che in inverno, la Valdidentro saprà incantare gli amanti della montagna con le sue offerte adatte a tutta la famiglia. Non lasciatevi poi sfuggire le eccellenze della gastronomia locale, che sapranno appagare anche i palati più esigenti.

Forni di Sopra

Una perla tra le Alpi e le Dolomiti della Carnia. Patrimonio Naturale UNESCO, Forni è circondata da bellissimi boschi e prati fioriti: siamo in un vero e proprio paradiso geologico, ambientale e naturalistico, dove si respira l’aria fresca di alta montagna. Alpinismo, trekking e MTB sono solo alcuni degli sport che ti aspettano nella stagione estiva, mentre in inverno le piste da fondo e da discesa preparate alla perfezione attendono tutti gli amanti degli sport invernali. Moderne infrastrutture sportive, il nuovo centro wellness e i deliziosi prodotti e piatti tipici completano l’offerta di questa perla, dove tutte le mete che desideri sono comodamente raggiungibili senza dover usare l’automobile.