viaggi

Formentera: angoli suggestivi

isola spagnola

Formentera è conosciuta per le spiagge e il mare trasparente, ma se si visita l’entroterra si scoprono paesini pittoreschi, fari, torri e mulini, laghi e saline, grotte e caverne nascoste, bei boschi di sabine e di pini che si alternano a dune e rocce di forme bizzarre.

Es Caló di Sant Agustí: tipico paesino di pescatori, dove godersi l’ambiente marinaro. Si raccomanda di visitare il suo caratteristico porto naturale e ristoranti tradizionali della zona. Le passeggiate nei dintorni sono ricche di contrasti naturali: rocce con forme bizzarre, casette di pescatori isolate, le calette di sabbia di Ses Platges a ovest e le scaglie di La Mola a est.

Faro di La Mola: è considerato da molti visitatori un luogo magico, come un faro alla fine del mondo. Vicino al faro si trova un monolito dedicato allo scrittore Jules Verme per la sua menzione dell’isola e del suo faro nel libro “Le Avventure di Ettore Servadac“.

Estay des Peix: è una piccola laguna con un stretta apertura verso il mare che consente l’entrata di piccole imbarcazioni per ormeggiarle. Ha tratti di spiaggia in cui è possibile fare il bagno. é ideale per la pratica di sport nautici con imbarcazioni da diporto di scarsa profondità: windsurf, kayak, vela

Estany Pudent Salines: è un grande lago che istoria a nord dell’isola, tra i centri abitati di Savina e di Es Pujols. La balneazione al suo interno è vietata. Insieme alle saline che lo circondano è invece un luogo altamente consigliato per passeggiate a piedi o in bicicletta. Le saline sono una testimonianza del patrimonio culturale di Formentera perché rappresentano la principale fonte economica dell’isola prima dell’arrivo del turismo. Il loro sale è considerato di alta qualità.

 

Annunci

1 thought on “Formentera: angoli suggestivi”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.