ricette

Galette des rois

torta francese

Ingredienti:

500 g di pasta sfoglia; 150 g di farina di mandorle; 150 g di burro; 150 g di zucchero; 4 uova; 3 cucchiai di amido di mais; 1 cucchiaino di estratto di vaniglia; 2 cucchiai di acqua di fiori d’arancio o di liquore all’arancia; 1 cofanetto o l’apposita figurina di porcellana; zucchero a velo; sale.

Preparazione;

Estraete le sfoglie di pasta sfoglia dal frigo. Montate in una ciotola il burro morbido a temperatura ambiente con lo zucchero, 1 pizzico di sale e l’estratto di vaniglia, finché sarà spumoso. Unite 3 uova, una alla volta, poi incorporate a pioggia l’amido di mais e la farina di mandorle. Aggiungete l’acqua di fiori d’arancio o il liquore e mescolate bene. Stendete i 2 dischi di pasta sfoglia sul piano di lavoro spolverizzato con poco zucchero a velo e riduceteli a 28 cm di diametro. Trasferitene uno su una placca foderata con un foglio di carta da forno bagnato e strizzato, bucherellate il fondo con una forchetta, poi distribuite la crema preparata formando uno spesso strato uniforme e lasciando libero un bordo di circa 3 cm tutt’intorno; inserite il cofanetto a piacere. Sgusciate l’uovo rimasto, separate il tuorlo dall’albume e spennellate con quest’ultimo il bordo esterno. Sovrapponete il secondo disco, premete bene lungo il bordo poi arrotolatelo verso l’interno, formando un cordoncino. Con la punta di un coltello create un disegno sulla superficie della Galette, senza forarla, formando tanti raggi. Sbattete il tuorlo rimasto con 2 cucchiai d’acqua fredda, spennellate la superficie della torta e cuocetela in forno già caldo a 180°C per circa 35 minuti, finché la superficie sarà dorata. Lasciatela raffreddare e servitela decorata con la coroncina.

Annunci
ricette

cioccolatini fondenti con cuore di marmellata

marmellata

Ingredienti:

500 g di cioccolato fondente; 100 g di marmellata.

Riducete il cioccolato a scagliate e fondetene 2/3 a bagnomaria. Aggiungete gradualmente al composto il cioccolato a scaglie rimasto mescolando in continuazione. Versate un po’ di cioccolato all’interno di 15 piccoli pirottini e fateli roteare per distribuirlo in modo uniforme, poi capovolgeteli su una gratella per sgocciolare l’eccesso e lasciateli raffreddare. Farcite i pirottini preparati con la marmellata e coprite con altro cioccolato, la superficie dei cioccolatini, in modo da chiuderli, lasciateli raffreddare completamente.

ricette

Biscottini all’arancia e mandorle

biscotti per bambini

Ingredienti:

200 g di farina 00; 50 g di farina di mandorle; 100 g di burro; 100 g di zucchero; 1 uovo; 1 arancia non trattata; 1 pizzico di lievito vanigliato per dolci; 30 g di mandorle a scaglie; sale.

Preparazione:

Mettete nel mixer il burro freddo a pezzetti, la farina 00 e quella di mandorle, poi frullate velocemente a più riprese, in modo da ottenere un composto di briciole. Aggiungete lo zucchero, il lievito e 1 pizzico abbondante di sale, poi incorporate l’uovo, la scorza grattugiata e il succo dell’arancia ben freddo, quindi frullate ancora velocemente, fino a ottenere un impasto ben amalgamato. Formate un panetto, avvolgetelo con la pellicola e mettetelo a riposare in frigorifero per almeno un’ora. Stendete l’impasto con il matterello sul piano di lavoro leggermente infarinato a uno spessore di circa 5mm. Ricavate i biscotti con un tagliapasta a forma di omino, poi disponeteli, ben distanziati l’uno dall’altro, su una placca foderata con un foglio di carta da forno; spolverizzateli con le mandorle a scaglie e cuocete in forno già caldo a 180°C per circa 20 minuti, finché saranno dorati. Lasciateli raffreddare completamente, quindi conservateli al fresco in scatole a chiusura ermetica.

ricette

Zuppa di sedano rapa

zuppa di verdure

Ingredienti:

1 sedano rapa medio; 1 patata; 1 carota; 1 cipolla dorata; 1 spicchio d’aglio; brodo vegetale; olio extravergine di oliva; 1 ciuffo di prezzemolo per decorare; crostini di pane per accompagnare.

preparazione:

Sbucciate la patata, la carota e il sedano rapa, sciacquateli e tagliateli a dadini. Scaldate 2 cucchiai d’olio in una casseruola e rosolate lo spicchio d’aglio spellato e schiacciato finché sarà dorato. Eliminatelo, unite la cipolla pulita e tritata e fatela appassire a fiamma bassa per 4-5 minuti, bagnando con 2-3 cucchiai di brodo, finché sarà morbida. Aggiungete le verdure preparate e fate insaporire per alcuni istanti, poi versate 1,5 litri di brodo bollente, coprite e cuocete per circa 20 minuti, finché le verdure saranno morbide. Togliete dal fuoco, lasciate riposare per 5 minuti, suddividete la zuppa nei piatti e servite con crostini di pane e un fio d’olio, decorando con foglie di prezzemolo e striscioline di sedano rapa crudo.

viaggi

Bié

Angola

Al centro dell’Angola troviamo la provincia di Bié, divisa in 9 municipi. È qui a Bié che nascono alcuni dei più importanti fiumi e bacini d’acqua importanti che definiscono i bacini idrografici dei fiumi Cuanza, Cubango, Luando, Buemba, Cutato, CuivaKuquema, Ngumbo, Cuchi, Cuhiga; Cunje e Cune. In termini geologici, il sottosuolo della provincia è ricco di metalli e minerali, tra cui ferro, oro, diamanti e fosfati. Tuttavia, è stata l’agricoltura il principale settore dello sviluppo economico della provincia, le cui colture predominanti sono essenzialmente alimentari: il mais, la manioca, i fagioli, la patata dolce, il riso, i prodotti ortofrutticoli, il caffè arabica, i tuberi e molto altro. L’artigianato locale è ricco e diversificato, ma particolare enfasi viene data a sgabelli in pelle, cesti vari e pentole di creta, che si acquistano facilmente nei mercati locali. La città si ricopre di eleganza per le sue feste, dal 15 al 31 Agosto, e nel corso dell’anno si celebrano diverse festività legate a rituali comunitari, come la Evamba (festa della circoncisione), la Ayele (festa con danze tradizionali, tamburi e maschere), l’Utchitiwo (festa della nascita) e la Uvala ( festa delle nozze). In tutta la provincia vi sono interessanti punti ed aspetti turistici, in particolare: visite al Cristo Re, alle cateratte di Wongo e alle cascate di Mutumbo, ai Forti di Munhango, di Silva Porto e di N’Haréa, alla Grotta paleolitica e a quella della regina di Chicombe. Da non perdere il percorso lungo la Riserva Naturale di Luando e la Riserva Forestale di Umpolo, tra i molti altri luoghi deliziosi e incantevoli.

viaggi

Benguela

Angola

La provincia del Benguela è situata nella zona centro-litorale dell’Angola. Amministrativamente, oggi, comprende 9 municipi. Benguela è una città affascinante, nota per le sue acacie porpora, gli ampi vitali e i bei parchi. L”ex-libris della provincia sono le magnifiche spiagge, vaste distese di sabbia bianca e acque limpide, tra cui Caota, Caotinha, Restinga, Baía Azul e Praia Morena. È abituale la pratica degli sport nautici, del kitesurf, della pesca artigianale e subacquea o del semplice piacere del relax in uno degli eccellenti complessi alberghieri e turistici che esistono lungo la costa di Benguela. Si può inoltre approfittare della vasta offerta di pesce e frutti di mare freschi, comprare articoli di artigianato locale come i cesti, le sculture, i cappelli e i sandali di cuoio, tra le altre cose, al mercato di Benguela o a Ponta da Restinga (Lobito). Benguela è considerata il secondo polo commerciale del paese, per ordine di importanza. A ciò hanno contribuito le ferrovie di Benguela e il Porto di Lobito, nonché tutta la zona del centro e del sud dell’Angola. Altrettanto importanti sono i due aeroporti principali, di Catumbela e Lobito, in particolare quello di Catumbela, concepito per accogliere aerei di grande portata. Visitando la provincia, non si può non andare a vedere la chiesa della Senhora do Pópulo, la cappella della Madonna dei naviganti, la chiesa della Madonna della Grazia, il palazzo del Governo, il Museo Nazionale di Archeologia (Benguela) e di Etnografia (Lobito), Ponta do Sombreiro, il parco nazionale di Chimalavera e le varie riserve della provincia. Il 17 Maggio si celebra la giornata della città e il carnevale di Lobito che gode di grande fama.

 

viaggi

Bengo (Angola)

città dell'Angola

La provincia di Bengo, il cui capoluogo è Caxito, si trova al nord dell’Angola, presso la costa litorale e dista 55 km da Luanda. Amministrativamente la provincia si divide in 6 municipi: Ambriz, Dande, Bula-Atumba, Dembos, Nambuangongo e Pango-Aluquém. Il clima è essenzialmente influenzato dalla vicinanza dell’oceano e la provincia è autosufficiente per quanto riguarda l’agricoltura. Le principali coltivazioni praticate sono: il mais, la manioca, la patata dolce e diversi ortaggi. Nel settore industriale della regione vi è, attualmente, un certo sviluppo relativo nel comune di Bom-Jesus, grazie alla produzione di bibite della Coca-Cola, nonché nell’ambito dell’industria estrattiva, in particolare con l’estrazione di gesso, asfalto e fosfato. Si verifica anche una discreta produzione di caffè e cotone. Data la vicinanza all’oceano, ha un forte impatto economico e sociale l’attività della pesca artigianale, soprattutto nei municipi di Dande e Ambriz. Tra le più emblematiche attività culturali e ricreative, questa provincia celebra il 24 Aprile le feste della città di Caxito, il 26 e 27 Luglio le feste di Kianda nella laguna di Ibendola; anche il moderno Centro Culturale Dottor Agostino Neto (a Catete) è un importante polo dinamizzatore della cultura e delle tradizioni nazionali, con programmi e attività molto rilevanti nel corso dell’intero anno. passando da questa provincia, sono assolutamente da visitare la riserva speciale di Mumbondo, la riserva forestale speciale di Kibaxi-Piri, di 200 km, situata tra i fiumi Loma e Ocua, la Coutada do Ambriz (a nord, in un’area di 3.240 km), le vaste spiagge intorno alla Barra do Dande, tra cui la spiaggia di Pambala, tra le tante altre zone di interesse turistico.

ricette

riso basmati con ananas e anacardi

ricetta vegetariana

Ingredienti:

240 g di riso basmati; 150 g di polpa di ananas; 100 g di anacardi tostati non salati; 1 limone non trattato; olio extravergine di oliva; peperoncino in polvere; prezzemolo riccio; sale.

preparazione:

Mettete a bagno il riso per 10 minuti, poi sgocciolatelo e sciacquatelo bene. Disponetelo in una casseruola, coprite con abbondante acqua, salate e cuocete per circa 10 minuti a partire dall’ebollizione. Sgocciolate il riso e passatelo sotto un getto di acqua fredda corrente. Scaldate 4 cucchiai d’olio in una padella ampia o un wow, aggiungete gli anacardi e rosolateli per 1 minuto, poi unite il riso e 1 pizzico di sale e di peperoncino e proseguite la cottura a fiamma vivace, mescolando in continuazione per 5 minuti, finché il riso sarà cotto ma croccante. Incorporate l‘ananas tagliato a dadini piccoli e la scorza del limone grattugiata, fate insaporire per alcuni istanti, regolate di sale e servite decorando con il prezzemolo riccio.

ricette

rotolo di ricotta e spinaci

piatto vegetariano

Ingredienti:

500 g di ricotta; 500 g di spinaci; 1 scalogno; 3 uova; 150 g di Grana Padano DOP; 2 rametti di timo; 2 rametti di maggiorana; 2 rametti di rosmarino; noce moscata; olio extravergine di oliva; sale e pepe; germogli misti.

Preparazione:

Rosolate lo scalogno tritato finemente in una casseruola con 2 cucchiai d’olio e 3-4 di acqua per 4-5 minuti finché sarà morbido. Aggiungete gli spinaci sciacquati e non troppo sgocciolati, salate, coprite e fate appassire per 3-4 minuti. proseguite la cottura a fiamma media senza il coperchio finché il fondo si sarà asciugato. Lasciate raffreddare gli spinaci, poi tritateli grossolanamente. Versate in una ciotola la ricotta, unite il formaggio grattugiato, le uova, le erbe aromatiche pulite e tritate insieme, 1 pizzico di noce moscata grattugiata, sale e pepe.  Stendete un foglio di pellicola alimentare e spennellatelo con pochissimo olio. Spalmatevi il composto di ricotta formando un rettangolo di circa 22×18 cm, poi aggiungete gli spinaci, formando uno strato uniforme. Arrotolate il composto dal lato lungo, aiutandovi con la pellicola e chiudetelo a caramella. mettete il rotolo in freezer per circa 1 ora. Eliminate la pellicola, disponetelo su una teglia, irrorate con un filo d’olio e cuocete in forno già caldo a 170°C per 30 minuti. Togliete dal forno, fate raffreddare, coprite con la pellicola mettete il rotolo in frigorifero per almeno 6 ore. Servitelo a temperatura ambiente, tagliato a fette di circa 3 cm di spessore, decorando con ciuffetti di germogli.