cultura

recensione Veloce come il vento

stefano accorsi

Il film Veloce come il vento tratta la stria vera di una ragazza (pilota) appassionata di corse automobiliste che rimasta orfana assieme al fratellino vedono il ritorno del fratello più grande ex pilota (Stefano Accorsi) ed ora tossicodipendente, a cui vengono affidati per non finire in orfanotrofio. Iniziano così una vita molto travagliata e lei continua a fare le sue corse per tentare di vincere e pagare i debiti della casa, peccato che da sola non ce la fa allora decide di farsi allenare dal fratello diventando così sempre più brava ma quando arriva quasi al suo grande sogno di vincere la gara più importante succede un qualcosa che comprometterà il tutto. Come riuscirà Giulia a vincere le sue battaglie? e il fratello tossicodipendente l’aiuterà e le starà accanto fino all’ultimo?

Insomma Veloce come il vento, è uno dei film Italiani più belli di sempre che da grande orgoglio all’Italia, ed il primo da ringraziare è proprio il regista Matteo Rovere che ci ha voluto raccontare questa bellissima storia. Gli attori sono stati scelti molto bene, Stefano Accorsi si è calato benissimo nella parte del tossicodipendente, io direi che è stato spettacolare. L’attrice Matilda De Angelis è alla sua prima prova di attrice cinematografica ed è stata molto brava.

Vi raccomando, andate tutti a vedere Veloce come il vento perché è uno dei film più spettacolari in circolazione, se non andate non sapete che vi perdete, adrenalina allo stato puro dall’inizio alla fine e vedrete che non vi stancherete le due ore di film passano molto velocemente.

Annunci
ricette

ciambella con glassa reale al limone

torta al limone

Ingredienti:

250 g di farina 00 + altra per lo stampo; 50 g di fecola di patate; 150 g di zucchero; 150 g di burro + altro per lo stampo; 1/2 dl di latte; 3 uova; 2  limoni non trattati; 1/2 bustina di lievito vanigliato per dolci; limoncello; sale; 200 g di fragole.

Per la glassa:

1 albume; 250 g di zucchero a velo; 1 limone non trattato.

Preparazione:

Grattugiate la scorza dei limoni, poi spremeteli. Lavorate in una ciotola con la frusta elettrica il burro ammorbidito con lo zucchero fino a ottenere in composto spumoso; incorporate le uova, una alla volta. Aggiungete la farina setacciata con la fecola e il lievito, in 2-3 volte, alternandola con il succo di limone, 3 cucchiai di liquore 3 5 cl di latte (5-6 cucchiai), fino a ottenere un composto omogeneo. Versate il composto in uno stampo a ciambella del diametro di 22-24 cm imburrato e infarinato (o foderato con carta da forno bagnata e strizzata) e cuocete in forno già caldo a 180°C per circa 35-40 minuti, poi lasciate raffreddare completamente la torta. Per la glassa, sbattete leggermente l’albume in una ciotola con una forchetta, incorporate metà dello zucchero setacciato, poco alla volta, e mescolando. Aggiungete 2 cucchiai di succo di limone, amalgamate, poi incorporate lo zucchero rimasto setacciato. Versate la glassa sulla torta e lasciate asciugare, quindi servite.