nord europa
viaggi

Una Danimarca tutta da scoprire

nord europa

Sono soltanto 125 i km che separano Copenaghen dall’isola di Møn. Ma basta imboccare da Kalvehave il ponte della regina Alexandrine, 746 metri sospesi sul mare, per ritrovarsi in un’altra Danimarca, lontanissima dalle luci della capitale. Tranquilla, grande poco meno dell’Elba, ma con un terzo degli abitanti, con tutti i colori e gli odori del Baltico. Stege è il primo paese che si incontra, si parte poi verso un paesaggio perennemente verde, con rilievi appena ondulati, su strade deserte e bordate di boschi che digradano verso il mare. In questo scenario monocromo sono una sorpresa improvvisa le Klimt Møns, 12 km di scogliere bianche e sinuose a picco sul blu. Sono alte 120 metri, formate da strati di gesso stracolmi di minuscoli fossili, si raggiungono lungo una strada che taglia un bosco fitto. L’ultimo tratto, sterrato, porta al moderno GeoCenter, centro di divulgazione scientifica che ricostruisce l’habitat isolano di 70 milioni di anni fa, fino al tempo delle glaciazioni che stravolsero il paesaggio. Si accarezzano modelli di antichi rettili marini, si visita il ghiacciaio virtuale, si gioca a fare gli scienziati. Per arrivare sotto la scogliera si scendono oltre 500 gradini di legno, intervallati da piattaforme di sosta dove al mattino, quando il sole batte direttamente, ci si perde nel candore violento del gesso. Dal GeoCenter partono una serie di facili sentieri attrezzati, da due a tre km e mezzo, per scoprire il parco naturale della biosfera Unesco di Møns Klimt. UN’altra breve sterrata arriva fino a Liselung Park, con alberi secolari, fiori e siepi modellate, dove vagano i pavoni. L’esplorazione del resto dell’isola è semplice, anche grazie al fatto che le strade sono ben segnalate. Procedete lentamente, per non perdervi i possibili incontri ravvicinati con caprioli, conigli, volpi. Tra i numerosi uccelli marini, i cigni stazionano volentieri sulle spiagge; nel braccio di mare chiamato Bøgestrøm, tra la costa settentrionale e il resto della Danimarca, si avvistano spesso le foche. Ovunque il fondale di gesso bianco dona al mare toni caraibici e invoglia la bagno anche se la temperatura non è l’ideale, ma sono sempre di più a cimentarsi in qualche tuffo mentre le spiagge di ciottoli, all’ombra di grandi faggi, invitano alla camminata. Le blande ondulazioni dell’isola sono perfette per i tour in bicicletta. Mentre si pedala si notano piccole colline che sorgono in mezzo ai campi. Una mappa dell’ufficio turistico riunisce in un unico itinerario i siti archeologici da vedere, anche solo per l’atmosfera ieratica delle rocce addormentate guardando il mare. Sono dolmen, piccole costruzioni di monoliti, menbir, singole pietre verticali, grandi allineamenti di pietre. Il Sømarkedyssen è una tomba megalitica nell’erba a est del villaggio di Sømarke; Kong Asger Høj è un grande tumulo vicino a Sprove, dove si trova anche il complesso di roccia di Sprovedyssen.

Annunci
viaggi

isole faroe

isole-faroe

se viaggiare per voi è sinonimo di esplorazione, e arte perdervi in scenari naturali incontaminati e soprattutto l’idea di trascorrere un’altra estate al caldo vi tortura, le isole faroe sono la vostra meta ideale. L’arcipelago è costituito da diciotto isole, non tutte abitate, rivestite per la maggior parte da nuda roccia vulcanica: una scenografia mozzafiato dove, fra le caratteristiche abitazioni colorate dei villaggi, sono le immense colonie di uccelli e le greggi sconfinate a svolgere la parte delle protagoniste. In questo paradiso, eletto destinazione turistica dell’anno 2015 dai lettori di National Geographic, vivono appena 50.000 persone, dedite soprattutto all’attività di pesca. Il periodo migliore per visitare le Isole va da maggio a settembre, quando le temperature massime non superano i 13 gradi. Il clima, muta di continuo, passando dal sole alla pioggia, dalla foschia alle folate di vento, il tutto però mitigato dalla corrente del Golfo che garantisce condizioni mai troppo rigide. I grigi e gli azzurri del cielo si fondono con quelli delle rocce, dove brillano i tetti verdi e i rossi delle case, in un contrasto unico e fiabesco. le isole sono collegate l’una all’altra da ponti e tunnel subacquei, il che consente di visitarle facilmente affittando una macchina in uno dei tanti servizi a noleggio per turisti. La prima tappa obbligatoria è Tórshavn, la capitale più piccola del mondo. Possiede una flotta da pesca fra le più moderne in Europa e nel suo porto sono attraccate imbarcazioni di ogni tipo. La parte più antica della città, Reyni, mantiene tutto il fascino dei primi insediamenti norvegesi, con le sue caratteristiche casette di legno dai tetti rivestiti d’erba. Ma Tórshavn è anche il centro culturale delle Faroe, dove trovare negozi, gallerie, hotel e servizi di ogni tipo, ed è possibile girarla facilmente grazie a una linea di autobus totalmente gratuita. Nella punta meridionale dell’isola di Streymoy, ha sede il villaggio di Kirkjubøur, il più interessante dal punto di vista storico. Fu fondato da un gruppo di frati irlandesi e risale all’VIII secolo. Le rovine della Cattedrale Maggiore, adagiate sulla scogliera fra oceano e cielo, rilasceranno senza fiato. Le Faroe consentono un vastissimo numero di escursioni, a piedi o in bicicletta, lungo le antiche strade che segnano il percorso da un villaggio all’altro. In queste camminate a stretto contatto con la natura, che vi permetteranno di scoprire dei scorci indimenticabili come il lago di Leitisvatn/Sørvágsvatn o le cascate di Bøsdalafossur, è possibile farsi accompagnare da guide del luogo in piccole tour giornalieri. Altrettanto gettonate le escursioni in mare, è possibile inoltre praticare trekking sulle scogliere, oppure diving immergendosi nell’oceano. Gli  appassionati di Bird Watching potranno scorgere centinaia di specie diverse di uccelli, fra cui le immancabili pulcinella di mare. I meno sportivi apprezzeranno l’offerta culturale delle isole, piene di iniziative, festival e musei di grande interesse. Sono molte, infatti, le antiche abitazioni faroesi riconvertite in musei, dov’è possibile scoprire la storia e i costumi locali: da quello delle Isole Nordiche a Klaksvik, al museo di Dúvugarour nel villaggio di Samsun, allestito in una fattoria del Seicento. Per gli amanti dell’arte contemporanea, imperdibile il Listaskalin di Tórshavn, dov’è esposta la migliore arte foerese. Visitare le Faroe è più che un semplice viaggio: è un’esperienza sensoriale in grado di regalare emozioni senza tempo.

Da non perdere:

L’isola a conduzione familiare. L‘isola di Stóra Dímun, 2,5 km quadrati di superficie, si trova nella parte meridionale dell’arcipelago ed è abitata da un’unica famiglia di una decina di persone. È raggiungibile in barca solo in periodi di mare calmo.

Lo Skerpikjøt: il piatto forense per eccellenza, stinco o coscia di montone essiccato al vento in apposite strutture dette hjallur, piccole capanne che favoriscono la circolazione dell’aria. Un procedimento unico, utilizzato anche per essiccare il pesce.

viaggi

la regione di Narvik

norvegia del nord

La regione di Narvik offre un bouquet si esperienze, contrasti ed emozioni, come scendere fuoripista da 1.000 m s.l.m. e arrivare direttamente in centro ed essere accolti da una storia e cultura. D’estate, si sale in funivia sul Narvikfjellet per godere della fantastica vista dalla stazione a 656m s.l.m. L’ofotbanen fra Narvik e Kiruna, in Svezia, è considerata una delle linee ferroviarie più belle al mondo, oltre che testimonianza del trasporto dei minerali e dell’occupazione tedesca  nel 1940. Per un approfondimento sulla storia bellica o seguirne le tracce nella regione, vi consigliamo il nuovo Narviksenteret. Potete anche ripercorrere da Kattegat a Rombaksbotn la strada sterrata usata per costruire la ferrovia o “tagliare” la Norvegia da Riksgrensen a Rombaksbotn con trasferimento in barca al centro di Narvik. D’inverno, la regione di Narvik offre emozioni con un tocco di magia alla luce dell’aurora boreale: dal pernottamento vicino ai lupi al Polar Park alla cultura lappone fra i monti Beisfjordfjellene, il palcoscenico migliore per ammirare l’aurora boreale. Prima di lasciare la regione di Narvik, una visita al museo delle imbarcazioni della Norvegia del Nord consente di conoscere da vicino la cultura costiera autentica. Non dimenticate il festival Vinterfestuka in marzo: un tuffo di 100 anni nel passato all’insegna di cultura, storia e allegria.

viaggi

Bodø e Salten

norvegia

Lasciatevi affascinare dai contrasti di Bodø e Salten: festival e concerti  per tutti i gusti, trekking nelle grotte, sui ghiacciai e nei parchi nazionali; e il gorgo più potente al mondo creato dalle maree, Saltstraumen, a soli 30 minuti dalla vita cittadina. A soli 90 minuti di volo da Oslo, fra le cime scoscese di Børvasstinder e l’arcipelago, la città costiera di Bodø vi aspetta con ristoranti gourmet, acquapark, caffè e centri commerciali. Città universitaria, è anche sede di numerosi festival, fra cui il Nordland Musikkfestuke con concerti all’aria aperta. ottime vie di comunicazione fanno di Bodø il punto di partenza ottimale per esplorare tutta la regione. Nella regione potete assistere da vicino a numerosi fenomeni naturali, fra cui il Saltstraumen, il gorgo più potente al mondo creato dalle maree ammiratelo dalla costa oppure, ancora più da vicino, facendo un’escursione in barca con una guida locale. È un paradiso anche per la pesca sportiva. A Salten, anche grotte, ghiacciai e aurora boreale vi aspettano con emozionanti esperienze nella natura. A soli 30 minuti a nord di Bodø, potete rilassarvi nell’atmosfera ottocentesca dell’antico emporio di Kjerringøy, il meglio conservato della Norvegia. Famoso anche per le riprese di film tratti dai romanzi di Knut Hamsun, è tuttora pieno di vita, con negozi, caseificio e ristoranti. Ma è il regno di Hamsun, all’Hamsunsenteret, a illustrare la vita e l’opera del premio nobel Knut Hamsun. Infine, dal museo d’arte all’aperto sulla punta dell’isola di Tranøy si gode una magnifica vista della parete montuosa Lofotveggen.

viaggi

strade turistiche nazionali della Norvegia

norvegia

Costa Dell’Helgeland 

La strada turistica costiera dell’Helgeland comprende sei tratte in traghetto ed è un emozionante percorso ricco di contrasti fra paesaggi rigogliosi, catene montuose, ghiacciai, litorali e correnti marine, in un mondo di oltre 14.000 isole e isolotti, lungo il quale è possibile ammirare il Torghatten con il curioso foro, le Sette Sorelle, il Circolo Polare, il ghiacciaio Svartisen e Saltstraumen, il gorgo più potente al mondo, creato dalle maree. Attrazioni: Godøystraumen, Storica, Braset, Jektvik, Hellåga.

Lofoten 

In qualsiasi stagione, un viaggio alle Lofoten è un’avventura alla scoperta della speciale natura delle isole: il mare aperto, vette appuntite a picco sul mare, villaggi di pescatori al riparo delle correnti, spighette bianche dalle acque cristalline. Se d’estate le strade vi sembrano troppo trafficate, sappiate che gli itinerari alternativi sono numerosi e le deviazioni una più interessante dell’altra. Attrazioni: Akkarvikodden, Austnesfjorden, Eggum, Gimsøystraumen, Grunnfør, Gårdsvatnet, Nusfjord, Rambergstranda, Reinehalsen, Torvdalshalsen, Vikten.

Andøya 

La strada turistica nazionale di Andøya segue la costa esterna, con maestose viste di spiagge di sabbia bianca, vette appuntite e mare aperto. Lungo l’itinerario si incontrano ampie zone umide e monti che si ergono ripidi fino a 700 m s.l.m. Le tre riserve naturali fanno di Andøya un manuale di geologia. D’estate,  un traghetto collega Andenes a Gryllefjord. Attrazioni: Bleik, Bukkekjerka, Kleivodden. 

Senja 

La strada turistica nazionale di Senja attraversa la seconda isola della Norvegia. È un alternativa costiera a E6 e Hurtgruten, raggiungibile con un ponte dalla terraferma o in traghetto da Tromsø. Le montagne a strapiombo sul mare sono una vista mozzafiato e l’elemento caratterizzante del percorso. Non dimenticate che Senja è un paradiso per il trekking. Attrazioni: Bergsbotn, Ersfjordstranda, Husøy, Tungeneset.

Havøysund

La strada turistica nazionale di Havøysund è la via di accesso all’estremo nord. Segue il Mar Glaciale Artico, snodandosi fra frastagliate scogliere e una natura incontaminata, laddove la tundra si estende fino al mare. Da Havøysund si può prendere la barca per Rolvsøy, Ingøy e il faro di Fruholmen. È un percorso ideale per gli appassionati di cicloturismo. Attrazioni: Havøysund, Lillefjord, Selvika, Snefjord.

Varanger

La strada turistica nazionale di Varanger segue l’omonimo fiordo e la costa del Mare di Brents. Dalle dolci foreste di betulla e dalle zone umide agli altopiani e alle rocce plasmate dal vento, in un paesaggio lunare, l’itinerario assicura un viaggio fra i contrasti, nella natura forgiata dal clima artico. Varanger è una delle zone più ricche di uccelli d’Europa del Nord. Pesca, migrazioni e commercio hanno fatto di Varanger un meeting-pot artico. Attrazioni: Gornitak, Hamningberg, Chiesa di Nesseby, Birding Varanger, Steilneset.

viaggi

Malmö

Malmö

Malmö collegata alla capitale danese Copenaghen, ha un carattere spiccatamente europeo continentale. Inoltre, Malmö è la sua provincia costituiscono una delle aree metropolitane del nord Europa più dinamiche e all’avanguardia. Nel pittoresco centro storico di Malmö l’offerta di ristoranti, bar, caffè e negozi di moda e design è ricca e diversificata. A soli 5 minuti a piedi si raggiunge il nuovo quartiere in espansione  di Västra Hamnen, in cui svetta il grattacielo Turning Torso. Soprattutto in estate, il lungomare e le spiagge sono punti d’incontro vivaci e alla moda che attirano visitatori da tutta la regione con tanti affollati ristoranti, bar, negozi e locali notturni. Come città di mare, Malmö da il meglio di sé durante il periodo estivo, con la bellissima spiaggia sabbiosa di Ribbersborg e l’infinito lungomare in pieno centro. In mezz’ora da Malmö si raggiungono luoghi affascinanti, numerose mete d’interesse storico e culturale, cittadine e villaggi pittoreschi, ville signorili e manieri.

viaggi

Stoccolma

svezia

Probabilmente ciò che le rende veramente uniche le grandi città della Svezia è la loro costante interazione con la natura che le circonda e le attraversa. Stoccolma, Göteborg e Malmö propongono la ricca offerta di moderne metropoli internazionali, in termini di attività culturali e tradizionali, shopping, ristoranti, divertimenti ed eventi, senza risentire degli svantaggi più comuni delle grandi città, come affollamento, traffico, lunghi tempi di spostamento e inquinamento. La natura pura e incontaminata è sempre a portata di mano, anche in pieno centro cittadino.

Stoccolma

considerata una delle città più belle al mondo, la capitale della Svezia è particolarmente apprezzata per la spettacolare commistione fra città e natura, terra e acqua. Stoccolma sorge su 14 isole in un suggestivo punto d’incontro fra lago e mare. La natura, selvaggia, e incontaminata, circonda e attraversa la città conferendole una freschezza singolare e cambiandone il volto con il trascorrere delle stagioni, ognuna delle quali la avvolge con un fascino unico. Sono due i principali poli di attrazione di Stoccolma: su un lato dello Strömmen si trovano il nucleo cosmopolita e l’elegante e agiato quartiere di Östermalm, con i negozi eleganti e molte delle attrazioni culturali e storiche principali della città, oltre a una vasta scelta di ristoranti e locali che animano la città tutto l’anno, sette giorni su sette. Sull’altro lato dello Strömmen si trova la grande isola di Södermalm, l’antico quartiere operaio che oggi è diventato un ambiente giovane e di tendenza, co una ricca offerta di negozi, eventi culturali e locali. Fra questi due poli sorge il centro storico medievale di Stoccolma, Gamla Stan, nucleo originario della città. Passeggiando per la capitale si rimane incantati dalla varietà di scorci urbani e vedute suggestive delle isole che la compongono. La grande isola-parco di Djurgården non ha paragoni. A renderla unica è proprio l’ampia estensione del paesaggio naturale e il forte legame con la natura selvaggia. Non per niente, Djurgården può vantare il titolo di unico parco naturale cittadino al mondo. L’isola ospita alcuni dei luoghi d’interesse più amati della Svezia, tutti facilmente raggiungibili a piedi. Skansen, il museo all’aperto più antico del mondo, affascina i visitatori con una ricostruzione dell’antica Svezia in miniatura. Qui sorgono, a poca distanza l’uno dall’altro, anche il parco di divertimenti Gröna Lund e il Vasamuseet (museo vasa), in cui è esposto lo storico vascello reale Vasa che affondò poco dopo aver lasciato il porto di Stoccolma per il suo viaggio inaugurale e che è stato restaurato e riportato allo splendore originale. Altri luoghi d’interesse famosi presenti in questa stessa zona comprendono: Junibacken, il mondo fantastico nato dalla penna di Astrid Lindgren, una delle scrittrici più amate e rappresentative del nostro paese; il Nordista museet (museo nordico), il Biologiska museet (museo di biologia), la galleria d’arte Liljevalchs, il museo d’arte Prins Eugens Waldemarsudde e il nuovo museo degli ABBA.

I migliori ristoranti, bar e caffetterie di Stoccolma 

Ogni anno il principale quotidiano svedese, Dagens Nyheter, assegna il prestigioso premio Gulddraken (Drago D’oro) ai migliori locali di Stoccolma, suddivisi nelle seguenti categorie: caffetterie, bar, ristoranti economici, ristoranti di fascia media e ristoranti di lusso. Di seguito riportiamo i vincitori del 2015:

Caffetteria dell’anno: Café Pascal;

Ristorante di fascia media dell’anno: Il Ristorante Di Fotografiska (museo della fotografia);

Ristorante di lusso dell’anno: Oaxen Krog; 

Ristorante economico dell’anno: Katarina Ölkafé; 

Bar dell’anno: Pharmarium.

viaggi

Fionia: l’isola delle fiabe

arcipelago danese

Puoi dedicare all’isola di Fionia un’escursione di un giorno, ma con una vacanza un po’ più lunga potrai scoprirne i castelli, la cucina… e vivere una fiaba.

Delizie isolane

formaggio affumicato con erba cipollina: il formaggio affumicato di Fiona è una specialità tradizionale prodotta con latte acido salato e profumato al cumino. Viene spesso servito su una fetta di pane di segale, guarnito con erba cipollina e ravanello a fettine.

Il Castello di Nyborg la storia vive

Due volte all’anno, il festival medievale di Nyborg riporta in vita un passato lontano, colmando il secolare castello e il suo parco alberato dello scalpiccio dei cavalli e di grida di battaglia. Il festival è un’attrazione per tutta la famiglia e offre anche l’opportunità di gustare cibi d’epoca.

L’arcipelago isole da vivere in bicicletta

Con le sue tranquille stradine di campagna e le piste ciclabili, l’arcipelago della Fionia è ideale per i ciclisti. Piccoli traghetti collegano le isole, e si possono fare escursioni di un giorno a bordo di golette d’epoca.

Labirinti verdi e auto d’epoca al Castello di Egeskov

Auto d’epoca, sontuosi saloni e concerti jazz: nel cinquecentesco Castello di Egeskov c’è qualcosa per ogni membro della famiglia. Il parco, con i labirinti di siepi, è uno dei giardini storici più belli d’europa.

Ærø Cottage pittoreschi e spiagge segrete

L’isola di Ærø, nell’arcipelago della Fionia, è la destinazione ideale per una tranquilla vacanza nel verde, grazie ai cottage pittoreschi, i dolci paesaggi, gli antichi centri abitati, le spiagge e le antiche casette dei pescatori.

viaggi

lasciati ispirare da Aarhus

 

danimarcaLasciati conquistare dai monumenti e dai sapori della seconda città danese, ma non dimenticare di esplorare i dintorni per scoprire monumenti vichinghi, LEGOLAND o un’isola completamente ecologica. Se chiedi ai danesi dove trascorrere un city break è probabile che ti diranno Aarhus. Grazie a nuove attrazioni e allo sviluppo del waterfront, alla qualità dell’arte contemporanea, della musica e della cucina, la seconda città danese è sempre più una destinazione vincente.

al ritmo della città 

Storica città universitaria, Aarhus è sempre piena di vita, specie nel Quartiere Latino sul lungofiume. Per cominciare, scarica l’app “Go Green Aarhus”, per avere tute le indicazioni su shopping sostenibile e ristoranti bio. Poi fa come un terzo dei cittadini di Aarhus: salta in sella a una bici! Puoi pedalare lungo la Mejlgade dove troverai locali per veri foodies, i ritrovi degli studenti e il Museo delle Donne. A piedi, invece, potrai scoprire la zona intorno alla Jægergårdsgade, con i suoi bistrot, come Nordisk Spisehus e Nordens Folkekøkken. Aarhus è anche la culla della musica contemporanea danese, con importanti eventi come il Northside Festival, per scoprire le band scandinave esordienti, e l’Aarhus jazz Festival.

Attrazioni Top 

Uno dei musei d’arte moderna più visitati della Scandinavia, l’ARoS, porta sul suo tetto, come una corona, l’opera “You rainbow panorama”, una passeggiata in vetro creata dall’artista Olafur Eliasson, che ti fa immergere nel panorama della città attraverso tutti i colori dello spettro. Nell’autunno 2014 apre il museo etnografico Moesgaard, in un nuovo edificio disegnato dallo studio Henning Larsen Architects vicino alla spiaggia che ogni anno ospita il grande Raduno Vichingo di Moesgaard e le sue ricostruzioni di battaglie e delle attività dell’epoca. La Vecchia Città (Den Gamle By) è la più classica delle attrazioni cittadine. Si tratta di uno dei più antichi musei all’aperto del mondo. Si trova in centro e comprende oltre 75 edifici del passato, completi di arredi originali, provenienti da tutto il paese e ricostruiti qui pezzo per pezzo. Artigiani e figuranti in costume riportano in vita le attività di un tempo. È possibile visitare il museo su una carrozza a cavalli.

Cinque gite da un giorno

Una visita ad Aarhus si può facilmente combinare con gite di un giorno per conoscere alcune delle principali attrazioni danesi.

I laghi di Silkeborg 

Scopri i laghi a bordo del battello a pale a vapore più antico del mondo. Qui si svolge ogni anno il Riverboat  Jazz Festival www.silkeborg.com

Il parco nazionale di Mols Bjerge 

Nell’antica città di Ebeltoft, alle pendici delle alture del Parco Nazionale di Mols Bjerge, si può visitare la fregata d’epoca più lunga del mondo. www.visitdjursland.com

I monumenti di Jelling 

Due pietre runiche vichinghe risalenti a mille anni fa segnano la nascita del Regno di Danimarca. Oggi sono patrimonio dell’UNESCO www.kongernesjelling.dk

LEGOLAND

Il primo parco LEGOLAND al mondo è un mondo in miniatura fatto di milioni di mattoncini LEGO, giostre elettrizzanti e divertimento per tutta la famiglia www.legoland.dk

Samsø, isola verde

La prima isola danese a zero emissioni produce più energia di quanta ne consumi. Ci sono fattorie biologiche, caratteristici B&B e splendidi ambienti naturali www.visitsamsoe.dk

 

viaggi

Roskilde e Helsingør

norvegia

La terra delle leggende: gli storici chiamano così la zona intorno alla città di Roskilde, culla della cultura vichinga e antica capitale del regno. Una zona che fra non molto diventerà parco nazionale, il Skjoldungelandet, dal nome di un’antica dinastia reale. Roskilde si trova ad appena 25 minuti di treno dal centro di Copenaghen e vanta splendide attrazioni come la cattedrale duecentesca, patrimonio UNESCO e luogo di sepoltura dei monarchi danesi, con le tombe di 21 re e 18 regine. Nel museo delle navi vichinghe sono esposte cinque navi di mille anni fa: basandosi su queste, nell’annesso cantiere una squadra di artigiani costruisce imbarcazioni usando i sistemi di costruzione di un tempo. È possibile uscire in navigazione nello specchio d’acqua davanti al museo su una di queste navi, perfette riproduzioni di quelle che un tempo sfidavano il mare giungendo fino in Canada e Groenlandia www.visitroskilde.com

Nella storica città di Helsingør, ad appena 45 minuti di treno dal centro di Copenaghen, si trova il Castello di Kronberg. In questa possente fortezza, oggi patrimonio UNESCO, Shakespeare ambientò il suo Amleto, principe di Danimarca. In estate vi si svolge il Shakespeare festival, con attori e compagnie teatrali famosi nel mondo. Accanto a Kronborg, lo studio di architetti BIG, uno dei più importanti del paese, ha trasformato i vecchi bacini di carenaggio in un accattivante e moderno museo del mare. Il Castello di Frederiksborg, sede del museo nazionale di storia, si trova a 45 minuti di treno dalla capitale, immerso in un parco di aiuole curate, cascate e fontane e si può esplorare anche in bicicletta. Per altre emozioni “regali” si può proseguire oltre con il treno e raggiungere, in appena 20 minuti, la residenza estiva della regina, il Castello Fredensborg. Nel mese di Luglio, si possono visitare gli orti e navigare su piccole imbarcazioni sul lago del castello. Nel bosco vicino l’abbazia di Esrum ospita rievocazioni storiche tutto l’anno, tra cui un mercato medievale estivo.