consigli di salute

prepara il corpo alle feste 3

disintossicarsi

Prepara il tuo corpo alle feste con questi piccoli accorgimenti last minute.

Mancano poche ore

Scegli un buon pasto

Mangia proteine, grassi sani e carboidrati complessi, come riso integrale, salmone e avocado. Gli zuccheri entreranno in circolo più lentamente e la digestione sarà più lunga: così l’assorbimento dell’alcol sarà più graduale.

Prendi della Spirulina 

È fonte di vitamina del gruppo B-B6, ottima per i postumi da sbornia, più B1, B2 e B3. Prendine un cucchiaio prima di uscire e un altro dopo.

Bevi un goccio poi esci

Intendo di succo di aloe vera! Rivestirà le mucose del tubo digerente, proteggendole dall’azione irritante dell’alcol. Attenzione, però, perché una dose eccessiva può avere effetto lassativo…

Party Time!!!

Impara a scegliere

Opta per bevande a basso contenuto di zucchero e incolori, come vodka e soda o gin and tonic, invece di cocktail più calorici o vino. Sembra che i sintomi del dopo-sbronza siano più pesanti quando si bevono alcolici scuri.

…E ad alternare

Per ogni drink alcolico, bevi un bicchiere d’acqua per reidratarti. Si, lo hai già sentito dire tante volte, ma c’è una buona ragione: è il modo migliore per evitare un hangover micidiale.

Annunci
consigli di salute

la verità sui formaggi

Sono buoni i nostri formaggi, ma se fanno male? Se ingrassano? Se fanno salire pressione e colesterolo? Che succede se si è intolleranti? Come orientarsi tra i vari prodotti? Ecco un vero/falso per chiarirsi e idee.

Sono un concentrato di grassi e calorie

Falso. Contengono proteine nobili come quelle di carne, pesce e uova, molta vitamina A, amica della pelle e degli occhi. Sono una grande fonte di calcio, fosforo e vitamina D, sostanze utili per la salute delle nostre ossa. Impara a consumare con saggezza i formaggi: come secondo piatto, se non hai problemi particolari, due volte a settimana, nelle giuste dosi (100 g fresco, 50 g stagionato).

Aiutano il buon umore

Vero. Sono ricche di calcio, il più calmante dei minerali. Contengono triptofano, che regola tranquillità e regola il ritmo di sogno/veglia.

Sono adatti a anziani e bambini

Vero. Scegliendo bene la tipologia di formaggio, esso fa molto bene agli adulti per mantenere un organismo già formato e ai bambini per crescere con ossa forti.

Non mangiarli se hai pressione o colesterolo alti

Vero/Falso. Nessun cibo va mai abolito. In generale, se si tende al sovrappeso o se si soffre di colesterolo e pressione alti, conviene moderarne il consumo, eliminando i formaggi stagionati (più ricchi di sale e di grassi) a vantaggio di primo sale e ricotte accompagnandoli con verdure.

Più formaggi in menopausa per combattere l’osteoporosi

Falso. visto che i formaggi stagionati sono ricchi di grassi saturi, che in menopausa, quando il rischio cardiovascolare aumenta, vanno limitati.

Curano la pelle

Vero. Contengono molta vitamina A, sostanza che favorisce il ringiovanimento della pelle e stimola la formazione del retinolo, idratante e quindi antirughe per eccellenza.

La mozzarella è l’ideale per chi segue una dieta

Falso. Anche se piuttosto acquosa sia quella di mucca che quella di bufala è prodotta con il latte intero, e quindi ricca di grassi e di calorie. E non essendo formaggi stagionati non sono né più leggere né più digeribili dei formaggi duri.

Problemi di linea? Basta scegliere i light

Falso. Non fidatevi, con la scusa che hanno meno grassi e meno calorie si finisce il più delle volte per mangiare di più. Attenzione perché il grasso che viene tolto deve essere compensato con altre sostanze (amidi, gelificanti) e il prodotto finale si modifica. Per risparmiare calorie è meglio giocare sulle tipologie e sulla quantità: la ricotta per esempio, contiene 150 calorie per 100 g, quanto il petto di pollo. I formaggi stagionati il doppio. Ma essendo sazianti basta dimezzare la dose.

Intollerante al lattosio? via il latte, ma anche tutti i formaggi

Falso. Il lattosio, è presente solo nei formaggi freschi, mentre scompare con i processi di stagionatura. Quindi via libera a Parmigiano Reggiano, Grana Padano, pecorini stagionati e formaggi a pasta dura in genere.

Può contenere glutine

Vero. Dipende dal formaggio! Se è fatto con latte, caglio e sale, il glutine non c’è sicuramente. Ma può esserci negli addensanti, gelificanti e aromi.

Meglio i formaggi di mucca, sono più magri e digeribili

Vero/Falso. Il latte di mucca è in genere meno grasso e meno calorico di quello di capra o di pecora.

Latte crudo o pastorizzato, il formaggio non cambia

Falso. Nel primo caso il latte non viene sottoposto a trattamenti termici, e quindi conserva inalterate proteine, vitamine e minerali. Nel caso invece dei formaggi a latte pastorizzato, le alte temperature azzerano tutti i batteri patogeni, consentendo produzioni in assoluta sicurezza anche di formaggi freschi du larga scala. Ma di contro distruggono la microflora, con conseguente appiattimento del gusto e perdita parziale dei principi nutritivi.

 

eventi

barrette di avena

colazione

Ingredienti per 4 persone:

80 ml di bevanda all’avena, 125 g di avena, 120 g di salsa di mele, 150 g di lamponi (anche congelati), 1 cucchiaio di olio di cocco 1 e 1/2 cucchiaio di miele, 1 cucchiaio di cannella.

preparazione:

Preriscaldare il forno a 180°C. Sciogliere l’olio di cocco e mescolarlo con la salsa di mele fino a ottenere un composto liscio. Aggiungere la bevanda all’avena, il miele e la cannella. Unire i fiocchi di avena e mescolare, poi versare anche i lamponi cercando di non romperli mescolando. Versare l’impasto in una teglia unta di circa 15 cm e cuocere in forno nella posizione centrale per 15/20 minuti, Lasciare raffreddare a temperatura ambiente e dividere in parti uguali.

ricette

smoothie rosa all’avena

frullato di crusca

Ingredienti per 2 persone:

200 ml di bevanda all’avena, 50 g di lamponi, 30 g di pompelmo rosa, 50 g di banana, 4 g di zenzero

preparazione:

Sbucciate il pompelmo, la banana e lo zenzero. Tagliarli in pezzi e metterli nel bicchiere del frullatore con i lamponi. Aggiungere la bevanda all’avena e azionare il frullatore. Versare nei bicchieri e servire.

ricette

porridge

colazione

Ingredienti per due dosi:

1 tazza di fiocchi d’avena, 2 tazze di frutti di bosco (io ho scelto solo i mirtilli), stevia e cannella in polvere per insaporire.

preparazione:

Mettete i fiocchi d’avena in una zuppiera con 2 tazze d’acqua. Coprite, riponete nel frigorifero e lasciate riposare tutta la notte. L’indomani mattina trasferite il tutto in una casseruola e fate cuocere a fuoco lento per circa 30 minuti, girando continuamente. A cottura ultimata, aggiungete i frutti di bosco, poi la stevia e la cannella.

ricette

frullato di kiwi e crusca

smoothie

Ingredienti

1/2 tazza di fiocchi d’avena, 1 tazza di kiwi surgelati, 1/2 tazza di cubetti di ghiaccio, 1 bustina di stevia, cannella in polvere per insaporire.

preparazione

Mettete i fiocchi d’avena nel frullatore e frullate sino a polverizzarli. Spegnete il frullatore e aggiungete 1/2 bicchiere d’acqua. Incorporate gli altri ingredienti e frullate fino a ottenere una consistenza omogenea. Servite decorando con la crusca, un pizzico di cannella e una fetta di kiwi.

ricette

frullato di mango ghiacciato

smoothie

Ingredienti:

1 tazza di mango ghiacciato, 1/2 tazza di cubetti di ghiaccio, 1/2 limone, 1/4 di cucchiaino di stevia, 2 foglioline di menta o 1/4 di cucchiaino di menta secca.

Preparazione:

Mettete il mango e il ghiaccio nel frullatore con 3/4 di tazza d’acqua. Aggiungete il succo del mezzo limone spremuto con la stevia e la menta e frullate fino a ottenere un composto omogeneo. Gustatelo con 8-10 cracker di riso.