consigli di salute

i 10 superfood da tenere d’occhio

Si può dire di mangiare bene solo se si hanno nella dieta i seguenti superfood

Acqua e limone

Il limone è antisettico, disintossicante, ricco di vitamine, minerali, enzimi associati al dimagrimento. E pur essendo acido, nell’organismo ha effetti alcalinizzanti, dunque riequilibranti e antigonfiore. Insieme all’acqua rappresentano una bomba di benessere che depura, sostiene il sistema immunitario e regala energia per la giornata. Un bicchiere a digiuno tutte le mattine è un toccasana.

Kefir

Simile allo yogurt  ma più acido, ricco di specie batteriche salutari e fermenti lattici, ipocalorico e fonte di minerali preziosi. Consumarlo regolarmente a colazione aiuta le funzioni intestinali, rafforza le difese immunitarie, contribuisce a contenere il colesterolo “cattivo” e grazie alla presenza di triptofano aiuta la stabilità dell’umore. Si trova al super, ma si può fare tranquillamente anche a casa.

Semi di Lino

Sono ricchi di Omega 3, dunque preziosi soprattutto nelle diete vegetariane che non prevedono pesce. Marroni o gialli, interi o macinati, apportano proteine, minerali (fosforo, magnesio), vitamine B1,2 e F. Un cucchiaio in un bicchiere d’acqua lasciato riposare per la notte e poi filtrato regolarizza i processi intestinali, stimola il sistema immunitario e previene le intolleranze. Aiuta a depurare l’organismo e i tessuti cutanei. Si possono mescolare al kefir per colazione.

Aloe 

La parte interna delle foglie è una sostanza gelatinosa ricca di proprietà. Il succo puro al 100% ha un’azione depurativa, agisce sulla flora intestinale e svolge un’azione di controllo sia sul colesterolo che sugli zuccheri, favorendo il dimagrimento. Nella dieta va inserito a metà mattina, insieme allo spuntino.  Continue reading “i 10 superfood da tenere d’occhio”

Annunci
verdura
consigli di salute

consigli per depurarsi

verdura

Vi do dei consigli importanti per depurarsi dopo le mangiate delle feste.

I cibi da preferire

A farla da padrone nei giorni di dieta, devono essere le verdure e la frutta. Per depurarsi è bene puntare sul verde: quindi via libera a insalate, zucchine, cicoria, spinaci, cavoli, carciofi, più aglio, cipolla, barbabietole, radicchio. Questi ortaggi contengono clorofilla, che ha un’azione depurativa sull’organismo, e tante fibre, le spazzine delle tossine con un ottimo potere saziante. Conditeli con olio extravergine di oliva che grazie al tocoferolo aiuta a prevenire l’invecchiamento e favorisce l’eliminazione delle scorie, e con succo di limone, che purifica il sangue. Tra i frutti, promosse le arance, il limone, le mele, le pere. Fatevi almeno una volta al giorno un centrifugato o un estratto di arance e di mele.

Un giorno leggero

Per far riposare il fegato, reni e intestino, provate a fare un giorno di digiuno settimanale: eliminerete i liquidi e le tossine in eccesso. Al posto dei cibi solidi, mangiate zuppe o passati di verdura, succhi, centrifugati di frutta e verdura, tè tisane.

Bagni con sale e zenzero

Per fare piazza pulita delle tossine, immergetevi nell’acqua. Mentre siete a mollo, mettete un po’ di musica, per favorire il relax. Il bagno con il sale inglese: procuratevi in farmacia un paio di chili di sale amaro, aggiungetelo all’acqua del bagno fino a quando vedete che non si scioglie più, immergetevi per 40 45 minuti. Ricco di magnesio, stimola la circolazione e dà una sferzata di energia. Il bagno allo zenzero: elimina le tossine attraverso la sudorazione. Sciogliete un cucchiaio di zenzero in polvere  o fresco grattugiato in una vasca di acqua calda, immergetevi per 20 minuti, sciacquatevi e lavatevi usando poco detergente, quindi risciacquatevi. Lo zenzero vi farà sudare anche fuori dalla vasca. Bevete una tisana o un tè.

Le buone abitudini

Alcune sane abitudini liberano la mente dai pensieri negativi. Camminate per 20 minuti al giorno: aumentate così la respirazione e ossigenate il corpo e il cervello. Salite le scale a piedi per allenare quotidianamente fiato e muscoli, e andate in bici. Leggete e ascoltate musica: dedicarsi alle cose che più vi piacciono allenta lo stress, fa volare la mente, allegerisce le tensioni e fa scivolare via la tristezza.

ricette

porridge

colazione

Ingredienti

140 g di fiocchi d’avena; 220 g di bevanda di riso; sale fino q.b.; miele millefiori q.b.; frutti di bosco q.b.; nocciole q.b.

Preparazione

La sera prima versa l’avena in una ciotola, copri con acqua e lascia in ammollo per tutta la notte. Al tuo risveglio l’avena avrà raggiunto la tipica consistenza collosa. Mettila in un pentolino, aggiungi la bevanda di riso, un pizzico di sale e cuoci per 4 – 5 minuti mescolando di tanto in tanto. Quando l’avena avrà assorbito la bevanda spegni e versa il porridge in una ciotola, insaporisci con il miele. Adagia sopra i frutti di bosco, guarnisci con le nocciole tritate e gustalo tiepido!

 

ricette

cavolfiore intero al forno

piatto vegano

Ingredienti:

1 cavolfiore di circa 800 g, 40 g di prezzemolo, 1/2 spicchio d’aglio, 1 limone non trattato, zucchero di canna, olio extravergine di oliva, sale e pepe.

Preparazione:

Eliminate le foglie e la base del torsolo del cavolfiore, poi sciacquatelo. Disponetelo sulla placca foderata con un foglio di carta da fono, spennellatelo con un velo d’olio, spolverizzatelo con zucchero e sale, quindi versate sul fondo un dl di acqua e cuocetelo in forno già caldo a 160°C per circa 1 ora finché sarà dorato. Per il salmoriglio, grattugiate la scorza del limone a filetti. Versate in un vasetto con il tappo a vite 6 cucchiai d’olio, 1 cucchiaio di acqua ben calda, il succo di 1/2 limone, sale, pepe e il prezzemolo tritato finemente con l’aglio; chiudete e scuotete con energia per emulsionare bene. Sfornate il cavolfiore, lasciatelo riposare per 2-3 minuti, poi trasferitelo su un piatto da portata, irroratelo con il salmoriglio, spolverizzate con la scorza di limone e servite.

consigli di salute

tenersi in forma con l’attività fisica

domagrire

  1. Qualunque attività si scelga, non partire subito a mille. Occorre allenarsi progressivamente, altrimenti si rischia di rimanere bloccati. L’ideale è iniziare piano, per esempio allenandosi per 20 minuti a intensità blanda.
  2. Aumentare tempi e ritmi solo dopo qualche tempo e sempre in maniera sequenziale.
  3. Prima di cominciare, specialmente se non si è allenati, è bene eseguire qualche esercizio di riscaldamento, che preveda movimenti di stretching, necessari per mettere in azione il corpo e prepararlo agli sforzi successivi, come rotazioni delle spalle, rotazioni del collo, flessioni laterali del busto, circonduzioni delle braccia. bastano anche pochi minuti.
  4. Al termine dell’allenamento effettuare qualche esercizio di stretching, per allungare la muscolatura e favorire lo smaltimento dell’acido lattico, che può creare indolenzimenti.
  5. L’unica attività che può essere eseguita senza prendere tutte queste precauzioni è la camminata.
consigli di salute

5 consigli per rimettersi in forma a tavola

domagrire

  1. Fare una colazione adeguata, altrimenti non solo non si hanno le energie fisiche e mentali per affrontare le attività della mattinata, ma si arriva anche troppo affamati a pranzo, finendo con il mangiare troppo e male.
  2. Abituarsi a mangiare a tavola, senza distrazioni: guardare la tv o rispondendo a un messaggio mentre si mangia distoglie l’attenzione dal cibo, spingendo a consumare di più di quanto si dovrebbe.
  3. Mangiare lentamente, masticando a lungo ogni boccone: così si favorisce la digestione e il senso di sazietà.
  4. Una volta alla settimana è giusto gratificarsi, altrimenti si vive l’alimentazione solo come una privazione e un sacrificio. Via libera, dunque, agli alimenti che piacciono di più, anche se sono un po’ calorici.
  5. Invece di fare l’aperitivo al bar, invitare gli amici a casa: così si possono offrire cibi più equilibrati, come pinzimonio di verdure, grissini integrali con bresaola, bocconcini di ricotta e pizzette fatte in casa.
consigli di salute

la verità sui formaggi

Sono buoni i nostri formaggi, ma se fanno male? Se ingrassano? Se fanno salire pressione e colesterolo? Che succede se si è intolleranti? Come orientarsi tra i vari prodotti? Ecco un vero/falso per chiarirsi e idee.

Sono un concentrato di grassi e calorie

Falso. Contengono proteine nobili come quelle di carne, pesce e uova, molta vitamina A, amica della pelle e degli occhi. Sono una grande fonte di calcio, fosforo e vitamina D, sostanze utili per la salute delle nostre ossa. Impara a consumare con saggezza i formaggi: come secondo piatto, se non hai problemi particolari, due volte a settimana, nelle giuste dosi (100 g fresco, 50 g stagionato).

Aiutano il buon umore

Vero. Sono ricche di calcio, il più calmante dei minerali. Contengono triptofano, che regola tranquillità e regola il ritmo di sogno/veglia.

Sono adatti a anziani e bambini

Vero. Scegliendo bene la tipologia di formaggio, esso fa molto bene agli adulti per mantenere un organismo già formato e ai bambini per crescere con ossa forti.

Non mangiarli se hai pressione o colesterolo alti

Vero/Falso. Nessun cibo va mai abolito. In generale, se si tende al sovrappeso o se si soffre di colesterolo e pressione alti, conviene moderarne il consumo, eliminando i formaggi stagionati (più ricchi di sale e di grassi) a vantaggio di primo sale e ricotte accompagnandoli con verdure.

Più formaggi in menopausa per combattere l’osteoporosi

Falso. visto che i formaggi stagionati sono ricchi di grassi saturi, che in menopausa, quando il rischio cardiovascolare aumenta, vanno limitati.

Curano la pelle

Vero. Contengono molta vitamina A, sostanza che favorisce il ringiovanimento della pelle e stimola la formazione del retinolo, idratante e quindi antirughe per eccellenza.

La mozzarella è l’ideale per chi segue una dieta

Falso. Anche se piuttosto acquosa sia quella di mucca che quella di bufala è prodotta con il latte intero, e quindi ricca di grassi e di calorie. E non essendo formaggi stagionati non sono né più leggere né più digeribili dei formaggi duri.

Problemi di linea? Basta scegliere i light

Falso. Non fidatevi, con la scusa che hanno meno grassi e meno calorie si finisce il più delle volte per mangiare di più. Attenzione perché il grasso che viene tolto deve essere compensato con altre sostanze (amidi, gelificanti) e il prodotto finale si modifica. Per risparmiare calorie è meglio giocare sulle tipologie e sulla quantità: la ricotta per esempio, contiene 150 calorie per 100 g, quanto il petto di pollo. I formaggi stagionati il doppio. Ma essendo sazianti basta dimezzare la dose.

Intollerante al lattosio? via il latte, ma anche tutti i formaggi

Falso. Il lattosio, è presente solo nei formaggi freschi, mentre scompare con i processi di stagionatura. Quindi via libera a Parmigiano Reggiano, Grana Padano, pecorini stagionati e formaggi a pasta dura in genere.

Può contenere glutine

Vero. Dipende dal formaggio! Se è fatto con latte, caglio e sale, il glutine non c’è sicuramente. Ma può esserci negli addensanti, gelificanti e aromi.

Meglio i formaggi di mucca, sono più magri e digeribili

Vero/Falso. Il latte di mucca è in genere meno grasso e meno calorico di quello di capra o di pecora.

Latte crudo o pastorizzato, il formaggio non cambia

Falso. Nel primo caso il latte non viene sottoposto a trattamenti termici, e quindi conserva inalterate proteine, vitamine e minerali. Nel caso invece dei formaggi a latte pastorizzato, le alte temperature azzerano tutti i batteri patogeni, consentendo produzioni in assoluta sicurezza anche di formaggi freschi du larga scala. Ma di contro distruggono la microflora, con conseguente appiattimento del gusto e perdita parziale dei principi nutritivi.

 

eventi

barrette di avena

colazione

Ingredienti per 4 persone:

80 ml di bevanda all’avena, 125 g di avena, 120 g di salsa di mele, 150 g di lamponi (anche congelati), 1 cucchiaio di olio di cocco 1 e 1/2 cucchiaio di miele, 1 cucchiaio di cannella.

preparazione:

Preriscaldare il forno a 180°C. Sciogliere l’olio di cocco e mescolarlo con la salsa di mele fino a ottenere un composto liscio. Aggiungere la bevanda all’avena, il miele e la cannella. Unire i fiocchi di avena e mescolare, poi versare anche i lamponi cercando di non romperli mescolando. Versare l’impasto in una teglia unta di circa 15 cm e cuocere in forno nella posizione centrale per 15/20 minuti, Lasciare raffreddare a temperatura ambiente e dividere in parti uguali.

ricette

smoothie rosa all’avena

frullato di crusca

Ingredienti per 2 persone:

200 ml di bevanda all’avena, 50 g di lamponi, 30 g di pompelmo rosa, 50 g di banana, 4 g di zenzero

preparazione:

Sbucciate il pompelmo, la banana e lo zenzero. Tagliarli in pezzi e metterli nel bicchiere del frullatore con i lamponi. Aggiungere la bevanda all’avena e azionare il frullatore. Versare nei bicchieri e servire.

ricette

budino di chia e fragole

budino vegano

Ingredienti per 2 persone:

400 ml di latte di mandorle non zuccherato, 50 g di semi di chia, 1/2 cucchiaino di essenza di vaniglia, 1 pizzico di sale

Per la salsa alle fragole:

200 g di fragole, 4 prugne denocciolate

Preparazione:

Mettete il latte, i semi di chia, la vaniglia e il sale in una ciotola e mescolare bene. Lasciare in frigorifero per un’ora o tutta la notte (i semi si gonfieranno e assumeranno una consistenza gelatinosa). Nel frattempo preparare la salsa alle fragole. Mettere tutti gli ingredienti in un pentolino, portare a ebollizione, abbassare la fiamma e lasciare sobbollire per 10 minuti. Versare in una ciotola, schiacciare con una forchetta e mettere in frigorifero finché si addensa. Versare il budino in 2 bicchieri grandi. Cpprire con un paio di cucchiaiate di salsa e sopra se volete completate con dei dadini di frutta.