Senza categoria

cosa vedere nella valle di ledro

trentino alto adige

Ecco a voi le 9 meraviglie della Valle di Ledro:

Museo delle Palafitte del Lago di Ledro – Molina

un insediamento palafittino situato sulle rive del Lago di Ledro risalente all’età del bronzo, appena nominato patrimonio UNESCO. Un museo che grazie a visite guidate, laboratori e attività permette di scoprire come vivevano i nostri antenati;

Museo Garibaldino e Colle S.Stefano – Bezzecca

Terza Guerra d’indipendenza e Prima Guerra mondiale sono due fatti d’armi che hanno visibilmente segnato la Valle di Ledro e il suo territorio. Nel piccolo Museo in centro paese e sul Colle S.Stefano è possibile conoscere più da vicino la storia che ha cambiato il volto dell’Italia;

Strada del Ponale

Scavata nella roccia, l’antica strada che collega Ledro al Garda, fatta costruire nel 1852 grazie alla volontà di Giacomo Cis, è ora aperta a biker e pedoni ed offre un panorama impagabile sul lago di Garda (passeggiata adatta a tutti);

Museo del Laboratorio Farmaceutico Foletto – Pieve

Un piccolo museo che racchiude alambicchi, strumenti e pestelli appartenenti alla Famiglia Foletto, farmacisti in Valle di ledro da più di un secolo. Inoltre, liquori, amari e sciroppi alla frutta tipici della Valle di Ledro, come il famoso Picco Rosso. Laboratori e visite guidate sono organizzate nei mesi estivi;

Tremalzo – Passo Caset

Giardino botanico della Valle di Ledro riconosciuto in tutta Europa per le sue rare specie di fiori. Famosa meta per biker e zona di alpeggio con verdi prati su cui, in estate, pascolano tranquille le mucche. Il valico di Casèt è un punto di passaggio per numerosi uccelli durante i loro viaggi migratori verso sud. Il nuovo Centro Visitatori per la flora e la fauna permette di scoprire l’ambiente di Tremalzo e le sue peculiarità, tramite un percorso scandito dal succedersi delle stagioni. Laboratori e visite guidate sono organizzate nel mesi estivi;

Lado D’Ampola

Una riserva naturale provinciale, in altre parole, un patrimonio naturale da tutelare per il suo habitat che nasconde numerose specie di pesci ed anfibi. Un ambiente diverso, da conoscere e scoprire grazie ad una passerella in legno che affianca il lago e ad un piccolo Centro Visitatori. Laboratori e visite guidate sono organizzate nei mesi estivi;

Sentiero Naturalistico Val Concei

Una piacevole passeggiata attraverso i boschi della Val Concei, da Lenzumo al Faggio con numerose varianti e lunghezze per passare alcune ore a contatto con la natura, immersi nella pace del bosco dove, con un po’ di fortuna, si può vedere qualche animale selvatico;

Cascata del Gorg d’Abissi – Tiarno di Sotto

Una cascata inaspettata, che sbuca dalle rocce alla fine di un profondo canyon formato nei secoli dal torrente Massangia. La cascata è raggiungibile in una decina di minuti dal Mulino del Bugatti;

Ledro Land Art – Pur 

è la nuova tappa di un antico dialogo tra la creatività artistica e  il territorio naturale, un progetto in progress che prevede l’inserimento annuale di nuove opere per un percorso di arte nel verde che si sviluppa nella Valle di Ledro in località Pur, lungo il sentiero che costeggiando il torrente Assat conduce a Malga Cita, il paesaggio diventa custode e interlocutore dilatori inediti.

Annunci
viaggi

valle di ledro

trentino alto adige

Il lago di Ledro è uno dei più puliti e belli del Trentino. ideale per la balneazione, la pesca e gli sport acquatici come la vela e la canoa. Sono ben 4 le spiagge attrezzate con prato per prendere il sole, servizi igienici, bar, parco giochi, noleggio pedalò o imbarcazioni, dove potersi rilassare al sole o fare il bagno in competa tranquillità. Gli amanti della pesca possono acquistare un permesso giornaliero o settimanale. In Valle di Ledro sono state attrezzate 3 aree dove è possibile praticare l’arrampicata sportiva su roccia. Sono falesie con motorini fino a 35 metri e vie da 250 metri, con difficoltà adatte sia ai climbers più esperti che alle famiglie con bambini. Le falesie sono in Val d’Ampola “Finale Ampola”, in Val di Concei al “Pizzico” e “Cóel” e la “Regina del Lago” sulla strada del Ponale. Vi sono inoltre delle vie ferrate, itinerari completamente attrezzati su roccia con cavo metallico e scalini in ferro, soprattutto nella zona sopra il Lago di Garda. La Valle di Ledro è un vero paradiso per i biker con oltre 200 km di bike tour segnati lungo strade forestali, percorsi militari, mulattiere e vie ciclabili per accontentare sia i biker più esigenti, con salite importanti e discese anche tecniche, sia coloro che scelgono le due ruote per una piacevole passeggiata in famiglia. Sicuramente Tremalo è un must per i biker che desiderano provare un po’ di adrenalina, ma molti altri sono i percorsi che meritano una pedalata come la salita a Passo Trat o i tracciati verso Giumella e Stigolo, meno conosciuti e più selvaggi. La nuova ciclabile dal Garda all’Ampola attraversa la Valle di Ledro lungo il fondovalle e permette ai ciclisti di godere appieno della natura e del paesaggio che caratterizza la Valle di Ledro. La prima parte, dal Garda fino a Molina, è un po’ impegnativa per via del dislivello ma, dal Lago di Ledro al lago d’Ampola, la ciclabile è adatta a tutti. In Valle di Ledro è possibile provare il canyoning, un’esperienza unica per scoprire gli angoli più nascosti grazi a scivoli, cascate, tuffi e calate lungo forre e torrenti. Ben due sono i corsi d’acqua in cui è possibile praticarlo, accompagnati da esperte guide alpine: il torrente Pelvico e il Rio Nero. Il primo è adatto anche a chi è alle prime armi mentre il secondo, che scende da Tremalo, è un po’ più impegnativo. In entrambi i casi divertimento ed adrenalina sono assicurati, provate per credere… ci sono percorsi running di varie difficoltà e lunghezza, distribuiti in tutta la Valle di Ledro per rilassarsi ed allenarsi in mezzo al verde ed alla natura. Si possono fare escursioni alla scoperta delle trincee della Grande Guerra, sia del fronte austriaco che italiano all’interno del programma “Escursioni natura”; mostre fotografiche e di reperti; numerosi eventi per ricordare il centenario della Prima Guerra Mondiale tra cui spicca la rievocazione storica dell’Esodo in Boemia il 23 Maggio 2015, esattamente 100 anni dopo, quando la popolazione della Valle di Ledro fu costretta a lasciare le proprie case. Inoltre lungo le cime della Valle di Ledro, dal Monte Cadria al Monte Cima d’Oro, è possibile percorrere parte del famoso Sentiero della Pace, che segue il fronte della Grande Guerra. La Valle di Ledro è animal friendly molte strutture ricettive accettano cani e gatti, a Pur c’è una spiaggia dedicata ai cani e lungo la passeggiata intorno al lago ci sono i vari dispensare con i sacchetti per la raccolta delle feci. Un ambiente tranquillo, sicuro nel quale trovare divertimento e relax per tutta la famiglia.

viaggi

Cannobio

lago maggiore

Cannobio, borgo antichissimo, con un ricco patrimonio storico ed architettonico immerso in un meraviglioso scenario naturale lacustre e montano. Un insieme di colori e tonalità, suggestioni ed emozioni, storia e cultura, tradizioni e folklore, ambiente e paesaggio, lago e noti: un angolo di Lago Maggiore tutto da scoprire, da visitare e da vivere.

Monumenti e chiese

Passeggiando tra le antiche vie del centro storico si incontrano numerose testimonianze architettoniche: dal nucleo trecentesco della torre campanaria e del restaurato Palazzo della Regione (1291), polo di promozione turistica e culturale e sede di mostre e esposizioni, a “Casa Pironi“, elegante edificio medievale, al Palazzo Omacini sul lungolago. Testimonianza di una profonda storia e tradizione religiosa sono la Collegiata di San Vittore, chiesa austera della metà del settecento (1749), la chiesa di S.Marta e il Santuario della SS. Pietà, costruito laddove avvenne il miracolo della “Sacra Costa“. A Traffiume, la Chiesa della Purificazione della Vergine Maria dai loggiati lignei e l’oratorio di Sant’Anna. Salendo verso S.Agata, a qualche centinaia di metri da Cinzano, a piedi, si raggiunge la chiesetta di S.Bartolomeo in Montibus (XIII secolo).

Al Lido

Spiaggia libera e attrezzata, Parco acquatico e mini parco giochi, Campo di calcio, Campi di tennis, Minigolf, Skate park, pista puma truck, parkour, Beach volley-Beach soccer, Sport acquatici: vela, surf, kitesurf. 

Pista ciclabile di 8 km immersa nella natura. Lungo la rilassante pista ciclo-pedonale si trovano bar, parcheggi, parco giochi e servizi igienici.

I dintorni

uscendo dal centro storico in direzione sud, si incontra il suggestivo borgo medievale di Carmine Superiore con la chiesa romanica di S.Gottardo del 1332 che si affaccia sul Lago Maggiore dalle cui acque emerge la Rocca Vitaliana, nota come “I Castelli di Cannero“. Andando in direzione nord troviamo i nuclei di antica formazione di Ronco, Cinzago, Scorgano, S.Agata e S.Bartolomeo che, con i loro splendidi “Belvedere“, si affacciano sul lago. Verso la Valle Cannobina, a Traffiume, si apre il suggestivo Orrido di Sant’Anna e poi immergendosi in una natura incontaminata, si raggiungono i borghi di Socraggio, Cavaglio, Gurrone, Lunecco, Spoccia, Falmenta, Crealla, Orasso, Gurro e Cursolo. Dalle palme del lungolago di Cannobio, alle stelle alpine del Monte Limidario. Un lungo reticolo di sentieri, che si dipana per 250 km, porta sulle vette alpine. Suggestiva la mulattiera di San Carlo, detta “Borromea”, che da Traffiume porta, attraversando tutti i paesi della valle, fino in Valle Vigezzo.